domenica 28 agosto 2016

TROFEO KIMA 2016 Il Nepalese Bhim Gurung demolisce il record di Kilian Jornet

Il Trofeo Kima ha un nuovo re, il nepalese Bhim Gurung che all’ultimo chilometro passa uno stremato Marco De Gasperi e vince con record la Grande Corsa sul Sentiero Roma. Lui e il campionissimo bormino sono scesi sotto il precedente primato dello spagnolo Kilian Jornet, ma nelle edizioni a venire il tempo da battere sarà quello di Gurung: 6h10’44.  Seconda piazza per uno stoico Marco De Gasperi (6h12’09) che ha fatto sognare il pubblico sondriese correndo con il cuore. Per lui tentativo di fuga sul finale e un allungo che sembrava vincente sfumato a poco, pochissimo dal traguardo. Sul terzo gradino del podio il “crazy boy” Leo Viret ( 6h13’19). Quarto Alexis Sevennec (6h15’05) e quinto il britannico Tom Owens (6h15’55). A seguire troviamo  Genis Zapater, Jonathan Albon, Christian Minoggio, Matteo Piller Hofer e Stefano Butti. Bene pure i ragazzi di casa Alessandro Bonesi 14° e Valentino Speziali 19°. Nella gara in rosa la svedese del Team Salomon si è rifatta della beffa 2014, quando aveva perso un vittoria che sembrava certa per un dritto fuori programma. Per lei strepitoso successo in 7h49’06” su Ruth Croft 8h06’45” e Emanuela Brizio 8h21’42”.  278 eroi, un tracciato mitico, pubblico delle grandi occasioni, 52 tecnicissimi chilometri, 7 valichi alpini sopra i 2500metri , 30 anni di storia sono solo e 8400m di dislivello totale sono i numeri rendono del più bel Kima degli ultimi 10 anni. Buona la prima per gli operatori della Valmasino che da quest’anno hanno preso in consegna la grande Corsa sul Sentiero Roma già forti dell’esperienza maturata con il Melloblocco.  Viste tali premesse, la Isf (International Skyrunning Federation) ha nuovamente inserito questo evento come seconda tappa di Skyrunner® Extreme Series, le prove più tecniche del circuito di coppa del mondo.    Pronti, via e già nella prima lunga ascesa verso bocchetta Roma i migliori si sono messi davanti a fare l’andatura. Archiviati i primi 2000m di salita e al primo valico sono transitati i transalpini Leo Viret – Alexis Sevennec insieme all’italiano Marco De Gasperi. Seguivano molto vicini il britannico Tom Owens e lo spagnolo Manuel Merillas. Gara vera anche al femminile con la svedese Emelie Forsberg tallonata dalla neozelandese Ruth Croft.  Terza, più staccata l’italiana Brizio.    Al Passo del Cameraccio ancora un terzetto al comando con i transalpini Viret-Sevennec e l'italiano De Gasperi. All'altezza del Torrone, al terzetto di testa si è aggiunto anche il nepalese Bhim Gurung. Mentre Emelie Forsberg ha continuato la propria cavalcata trionfale, al maschile i 4 fuggitivi si sono alternati ritmicamente. Alla Gianetti Viret conduceva su De Gasperi, Sevennec e Gurung. Nella picchiata verso i Bagni Masino, ultima discesa della gara, al quartetto di testa si è aggiunto uno dei protagonisti più attesi, il britannico Tom Owens.  Scintille e colpi di scena negli ultimi chilometri con l’attacco di un coraggioso De Gasperi e la risposta vincente di Gurung. 

sabato 27 agosto 2016

TROFEO KIMA 2016 “La carica dei 500 alle due gare del sabato. Domani la Grande Corsa sul Sentiero Roma”

Cambiano gli avversari, si alza il livello, ma Elisa Sortini e Francesco Della Torre si confermano re e regina del Kima Trail Running. Il portacolori della Recastello eguaglia pure al secondo il record maschile siglato due anni dall’orobico Fabio Bazzana.
Tanti genitori con figli al seguito e giovani talenti del podismo valtellinese sul MiniKima da 6km, atleti di ottimo livello provenienti da svariate nazioni sul trail running da 14, una grande festa dello sport in una location dal fascino unico come la Val di Mello. Sport, ecologia e turismo per le due prove non federali della Valmasino che con i 500 runner di oggi ha di fatto aperto il weekend mondiale tanto atteso dai corridori del cielo di tutto il mondo.
Pronti via e il gruppo di testa nel quale figuravano il già vincitore della gara Francesco della Torre, l’inglese Phil Gale e l’azzurrino di skialp Andrea Prandi hanno subito sgranato il gruppo di testa nel veloce tratto di ciclabile che dalla Casa delle Guide di Filorera porta sino all’abitato di San Martino. Nel tecnico tratto tra i sassi granitici della Val di Mello e nel veloce rientro verso il traguardo, Della Torre ha concretizzato il proprio successo tagliando il traguardo in 57’44”. Sul podio con lui Phil Gale 58’28” e Andrea Prandi 59’00”. Nella top ten di giornata anche Alfio Mozzi, Mirko Bertolini, Michele Penone, Francesco Leoni, Andrea Denti, Federico Bardea e Alessandro Gusmeroli.
Al femminile terzo successo di Elisa Sortini che pur non eguagliando il proprio record, che è poi anche il migliore crono in rosa del  Kima Trail Running, ha vinto in 1h12’07”. A podio anche le azzurrine di skialp Giulia Compagnoni 1h13’51” e Giulia Murada 1h16’05”. Nelle 5 anche Chiara Gianola e Elena Peracca.
Festa grande sulla non agonistica da 6km dove gli operatori della Valmasino hanno premiato tutti i migliori giovani atleti e tutti i concorrenti diversamente abili, da ssempre graditissimi amici del Kima.
Messe in archivio le gare del sabato, domani riflettori sulla Grande Corsa sul Sentiero Roma,      seconda tappa 2016 del circuito Skyrunner® Extreme Series,  le prove più tecniche del ranking di coppa del mondo. Come da programma start da Filorera ore 6.30. 278 atleti, provenienti da 29 differenti nazioni, sono stati selezionati su oltre 800 aspiranti per correre sul mitico sentiero Roma. Ad attenderli 52 tecnicissimi chilometri di gara con 8.400m  di dislivello totale e sette passi tutti sopra i 2500m  (quota massima passo Cameraccio 2.950m).


venerdì 26 agosto 2016

SABATO 10 SETTEMBRE A MILANO LA “RUN WITH ROMA 2024”


In occasione dell’anniversario della vittoria di Abebe Bikila alla Maratona Olimpica di Roma 1960 e un anno prima della scelta ufficiale della città che ospiterà i Giochi Olimpici del 2024, Il Comitato promotore per Roma2024, in collaborazione con il CONI e con la FIDAL organizza una corsa competitiva di 10 km in contemporanea nelle 12 città italiane inserite nel dossier Olimpico: Bari, Bologna, Cagliari, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Udine e Verona.
In particolare la gara di Milano si correrà sabato 10 settembre 2016 alle ore 18:00 con partenza e arrivo in piazza del Cannone. Il percorso si snoda tra il Parco Sempione, il Castello, L’Arena Civica e Corso Sempione.  La gara è organizzata da FIDAL Lombardia con la preziosa collaborazione di Atletica Stramilano e verrà preceduta alle ore 17.00 da una 5 km non competitiva.
La versione milanese di Run with Roma 2024 sarà presentata nella suggestiva e prestigiosa cornice della Sala Alessi a Palazzo Marino in Piazza della Scala: la conferenza stampa, pronta ad accogliere numerosi volti del mondo dello sport, è in programma per giovedì 1° settembre alle ore 11.30.


giovedì 25 agosto 2016

SERATA DELLE SIEPI E DEL MEZZOFONDO Chiavenna, Giovedì 1 settembre 2016

Torna, anche in provincia di Sondrio, l’atletica su pista, con appuntamento per giovedì 1 settembre 2016, presso lo stadio comunale di Chiavenna, dove si svolgerà l’oramai tradizionale “Serata delle Siepi e del Mezzofondo”.

Sulla pista azzurro / blu che, anche quest’anno, ha ospitato atleti di livello internazionale, in ritiro a Sankt Moritz per la preparazione alle olimpiadi di Rio, atleti di tutte le età, della provincia di Sondrio ma non solo, torneranno a misurarsi in varie gare di corsa e, in particolare, nelle “impegnative” prove sulle siepi, specialità che, oltre ad una buona preparazione fisica, richiedono anche buone capacità atletiche, di elasticità e forza.

Ritrovo alle ore 18.00 e iscrizioni, direttamente sul campo di gara, entro le ore 18.30, con via alle gare che verrà dato alle ore 19.00, con le prime gare riservate alle categorie giovanili.

Programma gare che vedrà quindi impegnati, per primi, le categorie ragazze e ragazzi (nati nel 2003 e 2004), con corse sulla distanza di 1.000 metri, seguite  da cadette e cadetti (nati nel 2001 e 2002), impegnati sui 2.000 metri.

Sarà poi la volta delle categorie superiori con allieve, Junior, Promesse, Senior e Master, maschili e femminili, impegnati sui 3.000 metri, con, se necessario, lo svolgimento di varie serie, da definire in base ai tempi di accreditamento.

A concludere la serata sportiva, poi, le varie gare sulle “siepi”, ad iniziale dai  1.200 metri riservati ai cadetti e alle cadette, impegnati su 3 giri di pista, senza il passaggio alla riviera (l’ostacolo più impegnativo, con passaggio nell’acqua) ma con varie “barriere” da superare ad ogni giro pista.

Gare sulle siepi, “riviera” compresa, anche per le altre categorie, con gli allievi e tutte le categorie femminili impegnati sui 2.000 metri siepi e le categorie maschili a sfidarsi sui classici 3.000 metri.


Grande divertimento e spettacolo assicurato, soprattutto nelle gare sulle siepi, che, nell’intero anno agonistico, vedono, per gli atleti, poche occasioni  per cimentarsi in questa specialità dell’atletica leggera.

TROFEO KIMA 2016 – FILORERA (SO)

Numeri da capogiro per un Kima che si preannuncia stellare”
Ore di frenetico lavoro per l’associazione Operatori della Valmasino che, in stretta sinergia con i volontari Kima, stanno definendo gli ultimi dettagli per la seconda tappa 2016 del circuito Skyrunner® Extreme Series, le prove più tecniche del ranking di coppa del mondo. Come da programma, sabato mattina con start alle ore 10, ad alzare il sipario su questo lungo settimana dedicato all’outdoor running saranno Kima Trail Running e Minikima con i loro tracciati da 14 e 6km disegnati all’interno della spettacolare Val di Mello (Iscrizioni ancora aperte info@trofeokima.org).   
Domenica, con start da Filorera ore 6.30, il gotha delle corse a fil di cielo sarà invece atteso all’università dello skyrunning. 278 atleti, provenienti da 29 differenti nazioni, sono stati selezionati su oltre 800 aspiranti per correre sul mitico sentiero Roma. Ad attenderli 52 tecnicissimi chilometri di gara con 8.400m  di dislivello totale e sette passi tutti sopra i 2500m  (quota massima passo Cameraccio 2.950m). Ma a questo appuntamento con il destino non saranno soli. Viste le eccellenti previsioni meteo lungo il tracciato e al parterre di Filorera sono attesi migliaia di spettatori. Già perché il Kima è un grande evento che crea indotto: alberghi, rifugi e campeggi hanno fatto segnalare il tutto esaurito con 1500 persone tra atleti, addetti ai lavori e supporter che da tempo si sono riservati un posto letto in Valle per avere un posto in prima fila al gran gala delle corse a fil di cielo.

Sfogliando la lista partenti, super favorita della corsa in rosa è la svedese Emelie Forsberg. Dopo il secondo posto per un dritto fuori programma in Val del Ferro nell’edizione 2014, la stella del Team Salomon ha infatti un conto aperto con il Kima. Al maschile lo spagnolo Manuel Merillas, l’unico in grado di mettere alle corde Kilian Jornet nella precedente edizione, ha dimostrato sul campo di avere tutte le carte in regola per potere vincere, ma attenzione anche all’inglese Tom Owen, il nostro Marco De Gasperi e al Francese Leo Viret.     

mercoledì 24 agosto 2016

INTERNATIONAL ROSETTA SKYRACE 2016 – RASURA (SO)

“In Valgerola si prepara una super finale al circuito La Sportiva Mountain Running Cup”

International Rosetta Skyrace, il countdown è cominciato. Per gli uomini dello Sport Race Valtellina questi sono giorni di full immersion. Obiettivo dichiarato, per domenica 04 settembre, regalare ai corridori del cielo un gran finale al prestigioso circuito La Sportiva Mountain Running Cup dopo i successi organizzativi fatti registrare da Trentapassi SkyRace, ResegUp, Stava Mountain Race e Giir di Mont.

 «Il percorso è quello testato lo scorso anno – ha esordito l’ideatore della gara Massimo Zugnoni -. Un percorso che rispetto al passato risulta molto, più aereo e spettacolare. Un anello di vero skyrunning che valorizza le nostre vette più rappresentative, regalando scorci mozzafiato a 360° dall’Adamello all’Alto Lario. Nelle giornate più limpide si riesce addirittura a vedere il massiccio del Bianco. Ora la nostra gara ha uno sviluppo di 22,4 chilometri (1740m di salita e altrettanti di discesa), coinvolge tre comuni (Rasura, Cosio Valtellino e Rogolo) e attraversa ben 5 alpeggi: Piazza, Olano Culino e Combanina. Sempre nell’ottica di valorizzare il territorio e le sue eccellenze enogastronomiche avremo nel pacco gara un pezzo del formaggio principe di queste valli: il Bitto e prodotti della latteria di Chiuro». 

 Corse a fil di cielo e non solo, per la vigilia vi è in serbo una serata da non perdere: «Presso il nostro quartier generale, il polifunzionale di Rasura, sabato 03 settembre avremo una cena a base di specialità della zona e, a seguire, come ospite Steppa Stefania Valsecchi che presenterà il video AlpHimalayAnde: volando a due ruote sui tetti del mondo»

 Gara nella gara: I tempi da battere sono quelli fatti registrare lo scorso anno da Pascal Egli del Team Dynafit International (2h10’27”) e dalla stella della Valetudo Skyrunning Denisa Dragomir (2h35’37”). I traguardi volanti, come nel 2015, saranno all’altezza dell’Alpe Tagliate e in Cima al Pizzo dei Galli. Al 6° km, il primo uomo e la prima donna che transiteranno davanti alla Casera Vegia si aggiudicheranno il Memorial Bruno e Giuliana Martinalli. Al GPM della gara, ai 2217m del Pizzo dei Galli, è invece previsto il Memorial Franco Garbellini: un riconoscimento per i primi tre uomini e le prime tre donne che transiteranno in vetta. 

 La Sportiva Mountain Running Cup: Guardando la classifica di circuito, dopo 4 tappe e calcolando i 3 risultati migliori finora ottenuti con punteggio Giir di Mont aumentato del 10%, in testa alla classifica femminile troviamo la rumena Ingrid Mutter (298) davanti alla connazionale Dragomir Denisa (216) e alla valtellinese Raffaella Rossi (212). Nelle 10 troviamo pure Wiktoria Piejak, Chiara Gianola, Lara Mustat, Ester Scotti, Katrine Villumsen, Elisa Sortini e Cecilia Pedroni. Al maschile il piemontese Paolo Bert (239) conduce invece sul rumeno Gyorgy Szabolcs (236) e sul trentino Christian Varesco (233). In lizza per un salto in classifica vi sono però anche Mattia Gianola, Gil Pintarelli, Michele Tavernaro, Davide Invernizzi, Stefano Butti, Erik Gianola e Alessandro Follador. 

Per maggiori informazioni & iscrizioni: www.sportracevaltellina.it

venerdì 5 agosto 2016

MIRTILLO RUNNING 2016: “Saltano i record alla sesta edizione”

Sesta edizione da record all’orobica sprint race disegnata tra vie, case, orti, antiche baite, giardini e gli scorci più suggestivi nel paese dell’International Rosetta SkyRace. A siglare i nuovi tempi da battere alla Mirtillo Running due atleti della corsa in montagna: l’azzurro lunghe distanze Fabio Ruga e l’ex nazionale Elisa Sortini.
Solito format per il suggestivo evento griffato Sport Race Valtellina che ha richiamato ai nastri di partenza 120 concorrenti. Primati cronometrici e numerici, giovedì sera, per una gara dal format decisamente accattivante. In occasione dell’apertura della sagra dedicata al gustosissimo frutto di cui i boschi orobici sono ricchi, agonisti e amatori sono partiti a cronometro in fondo al paese per poi attraversarlo in lungo e in largo prima di tagliare il traguardo all’ingresso del caratteristico museo della montagna.
I precedenti record erano il 4’55”, siglato dal campione di winter triathlon Daniel Antonioli, e il 6’28” della specialista nelle gare sui grattacieli Cristian Bonacina. Primati polverizzati da Ruga e Sortini che, rispettivamente, hanno fermato il cronometro in 4’38” e 6’08”.
Sui 1050 m orobici, tutti da correre con il cuore in gola, ottima seconda piazza per l’intramontabile Graziano Zugnoni - 4’59”- e bronzo di giornata per il promettente Andrea Morelli -5’05”-. Nella top ten di giornata anche Tomaso Caneva, Alessandro Gusmeroli, Diego Rossi, Raffaele Sciuchetti, Ashley Ruffoni, Remo Sciani e Maurizio Torri.
 Nella gara in rosa, sul podio con Sortini sono invece salite la skyrunner Monia Acquistapace -6’48”- e la precedente primatista Cristina Bonacina -6’50”-. Nelle cinque si sono piazzate anche Paola Fascendini e Costanza Del Bravo.
 Archiviata la Mirtillo Running, lo Sport Race Valtellina è già pronto a focalizzare l’attenzione sulla propria prova principe: la International Rosetta SkyRace che domenica 4 settembre decreterà i vincitori finali del prestigioso circuito La Sportiva Mountain Running Cup.

mercoledì 3 agosto 2016

1/2 VERTICAL "LANZADA PONTE"

Mercoledì 10 Agosto Memorial Pedrotti Giovanni dell’Half Vertical a Lanzada che in 1,7 km di sviluppo e dei 530 m di dislivello positivo, farà salire i concorrenti da Lanzada alla loc.Ponte.  Gara ruspante dunque, organizzata dalla locale Sportiva Lanzada. La partenza sarà nel centro paese presso le scuole elementari, proseguirà con una prima parte di scalinate attraverso la parte antica di Lanzada per poi prendere la mulattiera presso l’Hotel Mirage che porterà in loc. Ponte con un dritto finale fino a raggiungere il traguardo.