venerdì 31 ottobre 2014

VALMALENCO BEST HALF PIPE 2014

il popolo della neve attribuisce il titolo per il secondo anno consecutivo votando agli Snowpark Awards 2014 - soddisfazione da parte della FAB - Funivie al Bernina, della crew dello snowpark Palù Park e del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco per la premiazione avvenuta alla "Skipass" di Modena


Torna per il secondo anno consecutivo in Valmalenco il titolo di miglior half pipe italiano, grazie al voto che il "popolo della neve" ha espresso on-line in occasione del concorso "Snowpark Awards" 2014.

Il Consorzio Turistico di Sondrio e Valmalenco ha ritirato questo "Oscar della neve" durante la premiazione tenutasi oggi all'interno della fiera "Skipass" di Modena, la principale vetrina nazionale del turismo e degli sport invernali.

Il riconoscimento porta con sé orgoglio e soddisfazione anche alla FAB - Funivie al Bernina che, con la crew del "Palù Park", durante tutto l'inverno produce un grande impegno nel creare non solo condizioni ottimali di piste e strutture nello snowpark, ma anche un sentimento di appartenenza e partecipazione alla vita della ski-area.
Aspetto, quest'ultimo, evidentemente apprezzato e "restituito" dalle migliaia di utenti attraverso il loro voto.

L'half pipe bi-campione é stato anche arena in cui si sono assegnati numerose medaglie valevoli per i titoli Mondiali FIS Junior Snowboard & Freestyle Ski: boarders e skiers per diletto hanno potuto quindi trovare una struttura pensata, realizzata e mantenuta ad altissimo livello di qualità e sicurezza per tutta la stagione ogni inverno. Con il divertimento non si scherza, e per il secondo anno gli appassionati dei più spettacolari sport invernali hanno apprezzato questa filosofia. Ciò rende orgogliosi tutti gli Operatori, gli Enti e tutte le persone che hanno creduto in tale linea di sviluppo per la Ski-Area Valmalenco che, a sua volta con tutto il sistema turistico locale, ringrazia chi con il suo voto e le sue visite all'Alpe Palù ne ha reso possibile la realizzazione e l'affermazione.



lunedì 27 ottobre 2014

TROFEO VANONI: TRIONFA LA FRANCIA E LA SPORTIVA LANZADA.

Francia dominatrice del Trofeo Vanoni. Per la seconda volta (la prima fu nel 2010) l’equipe transalpina del tecnico Jean Claude Louison fa suo l’ambito Trofeo Vanoni. Una gara emozionante quella vissuta domenica 26 ottobre u.s. a Morbegno (SO) sui sentieri orobici che dal centro cittadino portano ad Arzo e ritorno. In prima frazione Alex Baldaccini ha fatto subito la voce grossa dimostrando di essere tornato sui suoi livelli in una gara che ne esalta le capacità. Il portacolori del G.S. Orobie ha cambiato per primo in via Vanoni con il miglior tempo di giornata (29’27”), tallonato da Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche/29’43”) e Cedric Fleureton (Francia/29’46”). Ma in seconda frazione la Francia mette subito la freccia con Arnaud Bonin che prende solidamente il comando. Dietro tiene il sondalino Massimiliano Zanaboni (Atletica Valli Bergamasche) mentre Martin Dematteis (Podistica Valle Varaita) recupera posizioni su posizioni dopo la prima frazione di Manuel Solavaggione e arriva terzo al traguardo a passare il testimone al fratello Bernard. In terza frazione Julien Rancon (già vincitore tre volte a livello individuale al Vanoni) incrementa ancora il vantaggio correndo in 29’40” e tagliando per primo il traguardo. Per la Francia un tempo complessivo di 1h29’41”, alle loro spalle la Podistica Valle Varaita (1h30’50”), terzo gradino del podio per l’Atletica Valli Bergamasche (1h31’43”) che in terza frazione ha schierato Xavier Chevrier. A seguire la Slovenia, il G.S. Orobie squadra A, la Gran Bretagna – Snowdon Race Team, il G.S. Orobie squadra B, il Galles squadra A, la Repubblica Ceca La Sportiva Team e il Point Saint Martin squadra A. Per i padroni di casa del G.S. Morbegno Rovagnati Autotorino 11° posto finale con super gara e nuovo personale best di Marco Leoni (31’02”). Il criterium internazionale under 23 è andato ad Heidi Davies (Galles) e Massimo Farcoz (Pont Saint Martin). “Siamo più che felici – ha dichiarato al traguardo il capitano della Francia Julien Rancon – il Trofeo Vanoni è una gara eccezionale, non venivamo sempre volentieri e riuscire a vincerlo per la seconda volta è per me una grande soddisfazione”. “Oggi la Francia aveva una squadra veramente forte – gli fa eco Xavier Chevrier dell’Atletica Valli Bergamasche – noi speravamo di vincere la terza volta ma ci è andata male. Ci riproveremo l’anno prossimo”. “Il Trofeo Vanoni ha un pubblico come in si trova in nessun’altra gara – ha spiegato nel dopo gara il campione europeo Bernard Dematteis – noi ce l’abbiamo messa tutta ma non siamo riusciti a vincere. Il livello era altissimo e siamo comunque la prima squadra italiana”. “La cosa più bella del Vanoni – continua Dematteis – è l’amicizia, la passione, la condivisione di uno sport faticoso ma di grande soddisfazione come la corsa in montagna. Noi siamo avversari durante la competizione, ma amici fraterni subito dopo”.

31° VANONI FEMMINILE: ALICE GAGGI SUPERSTAR
Alice Gaggi (Runner Team ’99)) torna a vincere davanti al pubblico di casa e lo fa con un tempo eccezionale: 21’48”, a soli 7 secondi dal record di Anna Pichrtova e Pavla Schorna. Schorna (Repubblica Ceca) che era in gara quest’anno e che si è dovuta accontentare della seconda posizione con il tempo di 21’59”. Gradino più basso del podio per l’irlandese Sara McCormack (Snowdon Race Team/22’21”) autrice di una grande rimonta in salita. A chiudere la top ten Samantha Galassi (La Recastello Radici Group) e Charlotte Morgan (Scozia – Snowdon Race Team). “Vincere al Trofeo Vanoni è qualcosa di eccezione – ha dichiarato Alice Gaggi – il pubblico ti sostiene ad ogni passaggio lungo il percorso e quindi si è quasi sospinti nel dare il massimo. Non pensavo di riuscire a correre così forte dopo una stagione lunga e impegnativa”.

37° MINIVANONI: POKER DELL’A.S. LANZADA
Una Sportiva Lanzada imbattibile fa suo, per la quarta volta il Mivanoni – Targa Mons. Danieli davanti a G.P. Valchiavenna e Polisportiva Albosaggia. Gare affollate, emozionanti e agguerrite dove si sono messi in risalto Milena Masolini (G.P. Valchiavenna) e Mattia Tacchini (G.P. Talamona) negli esordienti, Francesca Gianola (Premana) e Andrea Gianola (Premana) nei ragazzi, Elisa Peretti (U.S. Bormiese) e Belay Jacomelli (U.S. Bormiese) nei cadetti, Micol Majori (Nuova Atletica Fanfulla Lodigiana) e Luca Cantoni (U.S. Bormiese) negli allievi.

“E’ stato un grande Trofeo Vanoni – ha detto il presidente del G.S. CSI Morbegno Giovanni Ruffoni a fine giornata – come società siamo stati la migliore della provincia”. “Con 900 atleti in gara, un percorso perfetto e tantissimo pubblico siamo pienamente soddisfatti – ha concluso – grazie alle numerose autorità presenti, agli enti patrocinanti, agli sponsor, ad atleti, società, volontari e al pubblico sempre caloroso e partecipe”.

giovedì 23 ottobre 2014

A novembre le Guide alpine della Lombardia ti regalano arrampicate ed escursioni‏

4 fine settimana, 7 gite in 7 luoghi diversi delle montagne lombarde a soli 10 euro, comprensive di pernottamento in ostello o rifugio e accompagnamento di una Guida alpina o di un Accompagnatore di media montagna. 
È un novembre eccezionale quello che offrono le Guide alpine della Lombardia allo scopo di avvicinare le persone alle attività sui monti: i partecipanti faranno escursionismo o arrampicata, in diverse mete che spaziano dalla Valtellina alle Orobie al Lago di Garda.

L’idea è quella di organizzare in alcune località turistiche montane della Lombardia escursioni tematiche per promuovere la frequentazione della montagna e le attività in ambiente. L’iniziativa è assolutamente nuova e golosa, perché il costo per i partecipanti è praticamente simbolico: 10 euro, per affidarsi e imparare dall’esperienza di una Guida Alpina o di un Accompagnatore di media montagna, e persino per il pernottamento in rifugio o in un ostello.

 I partecipanti saranno coinvolti in escursioni o attività di arrampicata sportiva, previste anche per chi volesse provare per la prima volta. Il fine dell’iniziativa è quello di incrementare la frequentazione della montagna al di fuori delle “stagioni classiche”, attraverso l’escursionismo ed attività sportive alternative, in collaborazione con le strutture ricettive presenti sul territorio quali ostelli e rifugi.

 Per partecipare è necessario contattare il Collegio delle Guide alpine Lombarde al numero di telefono 0364/770208 o via email all’indirizzo segreteria@guidealpine.lombardia.it. 

L’iniziativa è promossa dal Collegio Regionale delle Guide Alpine della Lombardia in collaborazione con Regione Lombardia e con gli ostelli e i rifugi del territorio montano lombardo.
 Date e luoghi: Val Masino 09/11/2014
 Valcamonica 09/11/2014
 Lago di Garda 15/11/2014 
 Val Seriana 16/11/2014 
 Alta Valtellina 23/11/2014 
 Valtorta 23/11/2014 
 Monte Barro 30/11/2014

lunedì 20 ottobre 2014

TROFEO VANONI: CI SARANNO ANCHE I GEMELLI DEMATTEIS


Pioggia Vanoni 2013 from Sergio PizzoScalino on Vimeo.
Preparatevi ad una parata di stelle, preparatevi a veder gareggiare tutti gli azzurri 2014 della corsa in montagna. Quest’anno il G.S. CSI Morbegno si è davvero superato e a Morbegno (SO), il 26 ottobre, al 57° Trofeo Vanoni e al 31° Vanoni femminile, ci saranno i migliori d’Europa a sfidarsi sul leggendario tracciato che sale fino ad Arzo.
 Nella conferenza stampa di presentazione svoltasi mercoledì 15 ottobre nella Sala Consiglio del Municipio di Morbegno Giovanni Ruffoni ha dato la “notizia bomba”:”Quest’anno avremo al via anche la Podistica Valle Varaita che schiera i gemelli Dematteis: Bernard campione europeo in carica e Martin bronzo europeo, che già corsero il Vanoni nel 2007”. Ma i campioni non mancano, a partire da coloro che quest’anno hanno vestito la maglia azzurra ad Europei, Mondiali e Snowdon Race: Xavier Chevrier e Luca Cagnati delle Valli Bergamasche, Alex Baldaccini del G.S. Orobie (vicecampione europeo 2013 e detentore del record del Vanoni), Paolo Gallo ed Erik Rosaire, senza dimenticare le donne: Alice Gaggi (campionessa del mondo 2013 e quarta agli Europei 2014), Alessia Zecca, Giulia Compagnoni, Roberta Ciappini (matricole azzurre categoria juniores) ed Elisa Compagnoni. Non vi basta? Aggiungete Pavla Schorna (Polonia) co-detentrice del record femminile, Mateja Kosovelj (Slovenia) argento agli Europei, l’irlandese Sarah MacCormack (Irlanda) vincitrice della Snowdon Race 2014 e sesta ai Mondiali 2013. 
E tra gli uomini, gli sloveni vincitori lo scorso anno capitanati da Mijtia Kosovelj (campione mondiale lunghe distanze 2011 e 2013), la Francia con Julien Rancon (vincitore tre volte al Vanoni) ed i migliori di Gran Bretagna, Galles, Repubblica Ceca, Polonia, Malta, San Marino, senza dimenticare i padroni di casa del G.S. CSI Morbegno che l’anno scorso chiusero al 10° posto e che quest’anno schierano Marco Leoni, Giovanni Tacchini e Stefano Sansi. 
Ma il Trofeo Vanoni non è solo parata di campioni, è una gara così eccezionale che riesce a far diventare protagonisti proprio tutti: dai ragazzi del Minivanoni agli appassionati che si sfidano ogni domenica nelle gare provinciali e regionali.
 Il Vanoni è per tutti, “un evento da vivere a 360 gradi” come ha detto il presidente della Fidal Sondrio Mauro Rossini “perché si è protagonisti del Vanoni come atleti, come organizzatori, come spettatori”. Un Trofeo Vanoni che è vanto per la Città di Morbegno,  per il mandamento e per la Federazione Italiana di Atletica Leggera, come hanno detto all’unisono il Sindaco Andrea Ruggeri, il delegato allo sport della Comunità Montana Paolo Croce e il consigliere della Fidal Lombardia Alberto Rampa:”Pensate quante persone hanno conosciuto Morbegno grazie al Trofeo Vanoni, quanti atleti sono venuti a Morbegno grazie al Trofeo Vanoni. 
Un volano per promozione e turismo di grandissima efficacia”. Le stesse autorità hanno sottolineato anche i messaggi positivi che porta un evento come il Trofeo Vanoni:”Non solo sport, ma anche solidarietà, fratellanza tra i popoli, memoria del proprio passato nel ricordo dei caduti, degli alpini e di personaggi illustri come Ezio Vanoni e Mons. Edoardo Danieli e di amici scomparsi come Felice Bottani, Cirillo Luzzi, Alice Spini, Esa e Teti”. 
Un Trofeo Vanoni che potrà essere vissuto e rivissuto anche in diretta con la cronaca live su www.channelmorbegno.net, la diretta streaming su www.gscsimorbegno.org, lo speciale TV su TeleSondrioNews (canale 172 del digitale terrestre) e le tre pagine interamente dedicate da Centro Valle nell’edizione in edicola il 1° novembre. Il settimanale Centro Valle verrà anche spedito a tutti gli sponsor e atleti del Trofeo Vanoni come omaggio da parte della società organizzatrice.
Siete tutti invitati ad un evento sportivo da non perdere, lungo il percorso che da Morbegno sale fino ad Arzo lungo la Via Priula e ritorna nel centro città passando per i Bellini e il Tempietto o lungo il viale d’arrivo di via Vanoni dove domenica 26 ottobre si sarà anche “Expo running” la vetrina delle aziende di settore. 
Da non perdere anche la sfilata per nazioni di sabato 25 ottobre alle ore 17.30 che, dopo la deposizione della Corona al Monumento dei Caduti, porterà tutti gli atleti nella Collegiata di S. Giovanni Battista per la S. Messa con la Comunità di Morbegno.
 Perché il Trofeo Vanoni non è solo sport ed agonistico, ma anche e soprattutto passione, entusiasmo, solidarietà e amicizia. 
Amicizia che, tra l’altro, ha fatto nascere 10 anni fa il gemellaggio tra Morbegno e Llanberis e proprio in occasione del Trofeo Vanoni sarà presente a Morbegno una delegazione di amici gallesi guidata da Ken Jones, segretario del comitato gemellaggio di Llanberis e ideatore della Snowdon Race. Questo il programma dell’evento:

SABATO 25 OTTOBRE 2014

Ore   17.00     Ritrovo in Piazza Sant’Antonio di tutte le nazioni  e atleti presenti al 57° Vanoni
Ore   17.30      Incolonnamento e sfilata in via Vanoni fino al Monumento Ai Caduti, deposizione Corona

Ore  18.00       S. Messa nella Collegiata di S. Giovanni Battista in suffragio di Ezio Vanoni, di Mons. Edoardo Danieli, dei Caduti del Btg. Morbegno, Don Davide Colico e degli amici, atleti e dirigenti scomparsi.

                                   

DOMENICA 26 OTTOBRE 2014

Ore 9.00         Inizio gare 36° MINIVANONI

Ore 11.00       Partenza 31° VANONI FEMMINILE
Ore 12.00       Premiazioni 37° MINIVANONI (zona arrivo)
Ore 14.00       Partenza  57° TROFEO EZIO VANONI

Ore 17.30        Premiazioni  31° VANONI FEMMINILE e           57° TROFEO EZIO VANONI nella Sala Ipogea - complesso di SAN GIUSEPPE in via V° ALPINI

TROFEO DEL MAGNAN: STAFFETTE ED EMOZIONI A LANZADA

Più di 200 atleti hanno gareggiato sabato 18 ottobre u.s. a Lanzada al 7° Trofeo del Magnan, gara provinciale a staffetta su strada ottimamente organizzata dalla locale Sportiva Lanzada. 
Percorso breve e da correre tutto d’un fiato che ha fatto vivere forti emozioni come solo le staffette sanno fare. Dopo i 50 esordienti B/C (bambini dai 6 ai 9 anni) che hanno corso individualmente non per la classifica ma per divertirsi, è stata la volta dei più grandicelli della categoria esordienti A dove si sono imposti Gabriele e Matteo Bardea (A.S. Lanzada) tra i maschi, Alice Tosarini e Barini Serena (G.P. Santi Nuova Olonio) tra le femmine. 
Nei ragazzi gradino più alto del podio per Andrea Parolo e Giacomo Azzalini (C.O. Piateda), mentre nella gara in rosa le più veloci sono state Francesca Biocca e Anna Tosarini (G.P. Santi Nuova Olonio). Nei cadetti imprendibili Luca Molteni ed il vicecampione italiano nei 1200 siepi Matteo Masolini (G.P. Valchiavenna) mentre tra le cadette le prime a tagliare il traguardo sono state Silvia Spini ed Elisa Martinalli (G.S. Valgerola). 
Tra gli allievi altra vittoria casalinga grazie a Federico Bardea e Cristian Dell’Agosto (A.S. Lanzada) mentre nelle allieve si impone il G.P. Valchiavenna con Elena Ambrosini ed Eleonora Fascendini. Bella sfida nella categoria assoluta maschile sul tracciato di 2 km dove Davide Zugnoni e Daniele Menghi (G.S. Valgerola) l’hanno spuntata su Fabio Canclini e Carlo Barilani (G.P. Santi Nuova Olonio), lasciando il gradino più basso del podio a Raffaele Sciuchetti e Gabriele Masolini (G.P. Valchiavenna). Nelle donne, impegnate sulla distanza di 1200 metri, netta vittoria per Cinzia Zugnoni e Sara Asparini (G.S. CSI Morbegno). 
A chiudere le categorie master dove il G.S. CSI Morbegno è salito sul gradino più alto del podio sia tra gli uomini sia tra le donne grazie a Roberto Fumelli e Marco Bondioni, Cristina Speziale e Claudia Ricciardini. 
Diavoli rossi che hanno dominato anche nella classifica di società portandosi a casa il 7° Trofeo del Magnan e lasciando ai padroni di casa della Sportiva Lanzada la medaglia d’argento; a chiudere il podio il G.S. Valgerola di Maurizio Piganzoli.

                                                         CLASSIFICHE

giovedì 16 ottobre 2014

Presentata la 2° SCOTT Valtellina Wine Trail


E’ stata presentata ufficialmente ieri, a Sondrio, la seconda edizione di Scott Valtellina Wine Trail. Una cornice d’eccezione, quella della Sala dei Balli della sede centrale del Credito Valtellinese, ad ospitare il lancio di una manifestazione che tra sport, e cultura catalizzerà grandi attenzioni su Sondrio e la Valtellina dal 7 al 9 novembre prossimo. Tre giorni di eventi, con il vino e le altre tipicità enogastronomiche della Valle ad accompagnare le vicende agonistiche degli atleti in gara. 

 A fare gli onori di casa, Edoardo Semeria, responsabile della Direzione Commerciale di Credito Valtellinese, che insieme al Sindaco di Sondrio, Alcide Molteni, ha sottolineato l’importanza dell’evento e la sua unicità nel saper collegare al meglio il territorio e le sue ricchezze con l’attività sportiva, realizzando così un’espressione di turismo semplice, ma estremamente efficace. 

 Al Presidente del Consorzio Tutela Vini Valtellina, Mamete Prevostini, è toccato invece presentare i dettagli della degustazione che venerdì 7 novembre aprirà la tre giorni di appuntamenti in Piazza Garibaldi a Sondrio: il vino valtellinese come tema centrale del trail e un concerto a chiudere la serata del venerdì. 

A Sondrio l’arrivo di Scott Valtellina Wine Trail, ma per i mille partecipanti alla manifestazione, un percorso che parte più in alto, da Tirano, attraversando i terrazzamenti e i sentieri di tutto il territorio: lo ha sottolineato con orgoglio Tiziano Maffezzini, tanto nel suo ruolo di Sindaco di Chiuro - sede di partenza della gara più breve -, quanto in quello di Presidente della Comunità Montana Valtellina di Sondrio. 
 Se il venerdì sarà dedicato alla degustazione di vini, il sabato sarà invece il giorno in cui saliranno alla ribalta le famiglie e i più giovani. Rita Pezzola, in rappresentanza della Società di Sviluppo Culturale di Sondrio, ha presentato la Family Run, che ha come obiettivo quello di far vivere le emozioni della manifestazione a tutte le famiglie presenti a Sondrio, proponendo a loro un piccolo viaggio che dal centro di Sondrio si chiuderà a Castel Masegra, laddove verrà offerta la merenda a tutti i bambini presenti. 
Per i più grandicelli, invece, spazio alla corsa organizzata dalla Polisportiva Albosaggia sotto l’egida della Fidal provinciale: sarà una corsa su strada, con la suggestione di correre nelle vie del centro e l’arrivo ricco degli stessi colori che il giorno successivo attenderanno gli atleti del trail. 
Valtellina Wine Trail sarà anche solidarietà: un euro del ricavato di ogni iscrizione sarà infatti devoluto a “Run for…”, associazione costituita da donne valtellinesi con la corsa nel cuore per dare sostegno a più progetti legati alla battaglia contro il cancro in collaborazione con l’Ospedale Morelli di Sondrio. A nome dell’Associazione, Elisa Bonacorsi ha inoltre presentato il paniere di prodotti tipici valtellinesi che allo scopo sarà messo in vendita durante la tre giorni di eventi. Scott Valtellina Wine Trail: sempre più bello, sempre più vicino!

lunedì 13 ottobre 2014

TROFEO STRIGIOTTI A TALAMONA DOMINIO DI DELLA TORRE

Successo di partecipazione per il 5° Trofeo Strigiotti andato in scena domenica 12 ottobre p.v. sui sentieri orobici sopra Talamona. 
Perfetta l’organizzazione del G.P. Talamona Comosystemi Malugani che ha potuto contare sulla disponibilità, anche a livello di struttura, della famiglia Strigiotti. Quasi 400 gli atleti impegnati in questa ormai classica prova di corsa in montagna per tutte le categorie, dai piccoli di 6 anni fino ai master 70 e oltre. 
Nonostante la pioggia caduta copiosa la vigilia della gara il percorso era in perfette condizioni anche se scivoloso in alcuni tratti. 
Ma veniamo ai protagonisti delle gare. A dare il via alla lunga mattina agonistica ci hanno pensato le donne impegnate sul giro completo di 4 km. Vittoria con netto distacco per l’azzurra junior di corsa in montagna Roberta Ciappini (G.S. CSI Morbegno/20’33”), secondo posto e vittoria tra le master 40 per Monia Acquistapace (G.P. Santi Nuova Olonio/22’04”), gradino più basso del podio per l’altra matricola azzurra junior Giulia Compagnoni (Atletica Alta Valtellina/22’12”). 
Le altre vittorie di categoria sono andate a: Ivonne Martinucci (G.P. Valchiavenna/master 45), Alessandra Valgoi (Atletica Alta Valtellina/master 35), Mara Ciaponi (G.P. Talamona/master 55), Fabiana Del Grosso (G.P. Valchiavenna/senior), Marina Testini (G.P. Santi Nuova Olonio/master 50), Zita Rogantini (G.P. Valchiavenna/master 60), Elisa Volpi (G.P. Santi Nuova Olonio/promesse). 
Doppio giro invece per le categorie assolute e master maschili dove è tornato al successo Francesco Della Torre (G.S. Orobie/34’04”) che ha dato prova di esserci lasciato alle spalle gli infortuni che l’hanno fatto tribolare in questi ultimi 2 anni. Argento per Enrico Benedetti (ADM Melavì Ponte/34’35”) vincitore della categoria master 35 e gradino più basso del podio per Gianluca Volpi (G.S. Valgerola/34’53). Ecco gli altri vincitori di categoria: Graziano Zugnoni (ADM Melavì Ponte/master 40), Mirko Bertolini (G.P. Talamona/promesse), Francesco Leoni (Pol. Albosaggia/junior), Roberto Pedroncelli (G.P. Santi Nuova Olonio/master 45), Luciano Compagnoni (Atletica Alta Valtellina/master 50), Aurelio Mazzoni (G.P. Talamona/master 60), Mario Barlascini (G.S. CSI Morbegno/master 55), Costante Ciaponi (G.P. Talamona/master 70), Fascendini Salvatore (G.P. Santi Nuova Olonio/master 65). 
Dopo i 56 esordienti B/C che non hanno corso per la classifica ma per divertirsi, è stata la volta degli esordienti A dove hanno primeggiato Milena Masolini (G.P. Valchiavenna/4’20”), Maria Gusmeroli (G.P. Talamona/4’22”) e Serena Barini (G.P. Santi Nuova Olonio/4’27”) nella gara in rosa, Mattia Tacchini (G.P. Talamona/4’11”), Leon Bordoli (G.S. CSI Morbegno/4’22”) e Federico Bongio (G.S. CSI Morbegno( 4’23”) in quella maschile. Nelle ragazze netta vittoria per Samantha Bertolina (U.S. Bormiese/7’27”) davanti a Camilla Ricetti (Atletica Alta Valtellina/7’45”) e Yemisirach Jacomelli (U.S. Bormiese/8’08”). Nei pari età maschili passerella trionfale per figlio e fratello d’arte Alain Cavagna (Atletica Valle Brembana/6’28”) che ha nettamente staccato Nicola Trecarichi (U.s. Bormiese/6’42”) e Andrea Parolo (C.O. Piateda/6’47”). Nelle cadette irresistibile Gaia Del Grosso (G.P. Valchiavenna/8’19”) che ha avuto la meglio su Elisa Martinalli (G.S. Valgerola/8’24”) ed Elisa Peretti (U.S. Bormiese/8’28”). 
Nei cadetti bravo Luca Molteni (G.P. Valchiavenna/13’10”) che è andato a vincere davanti a Federico Gusmeroli (G.P. Talamona/13’15”) e Davide Vaninetti (G.S. Valgerola/13’22”). Nelle allieve dominio di Eleonora Fascendini (G.P. Valchiavenna/15’53”) che ha preceduto Sofia Cristini (Pol. Albosaggi/16’28”) e Marta Biffi (Atletica Alta Valtellina/16’30”). Negli allievi vittoria per il beniamino di casa Davide Gusmeroli (G.P. Talamona/17’47”), medaglia d’argento per Luigi Cristani (Atletica Alta Valtellina/18’36”) e gradino più basso del podio per Christian Dell’Agosto (A.s. Lanzada/18’42”).
                                              CLASSIFICHE

domenica 12 ottobre 2014

AL GARGANO RAID, FILO CANETTA BATTE TUTTI. ANCHE IL CALDO ESTIVO.

L’ultrarunner milanese vince la prima edizione della corsa di 77 chilometri disegnata nel territorio intorno a Mattinata, sconfiggendo il ritmo degli avversari e soprattutto la temperatura estiva che ha superato i 25 gradi. Tra le donne vittoria di Simona Morbelli. Nella Mattinata Trail di 34 chilometri successo di Luigi De Franceschi e Marianna Sollazzo. 

Per vincere la prima edizione del Gargano Raid è servita la strategia dell’attesa. La si può sintetizzare così la competizione trail che si sta svolgendo nel territorio di Mattinata, in provincia di Foggia, e che ha visto questa mattina oltre 250 runner schierarsi al via di due competizioni: il già citato Gargano Raid di 77 chilometri, e il Mattinata Trail di “soli” 34 chilometri. 
 Nella gara più lunga Filippo Canetta ha scelto una strategia attendista, e ha lasciato sfogare alcuni avversari, accreditati come lui per il podio finale, e solo nel finale ha potuto assaporare la gioia della vittoria dopo 8 ore di competizione lungo i sentieri e i tratturi del Gargano. 
Infatti, già dalle prime battute di gara, il valtellinese Cristian Pizzati aveva preso il largo, e mettendo una seria ipoteca sul successo finale, staccando nettamente lo stesso Canetta e l’ottimo maratoneta, Tito Tiberti, alle prime esperienze su trail così impegnativi.
 Complice condizioni meteo di piena estate con cielo privo di nuvole e temperature superiori ai 25 gradi, il leader della corsa, dopo l’uscita della Foresta Umbra, accusava un calo fisico: . Il ritiro ha lasciato strada libera al duo Canetta - Tiberti che hanno corso lunghi tratti appaiati, ma poco prima della spiaggia di Mattinatella, anche Tito ha dovuto alzare bandiera bianca, e salutare i sogni di gloria.
 La corsa solitaria di Filippo Canetta, ma per tutti Filo, è stata un tripudio di sole e applausi: << Ho lasciato sfogare gli avversari per tenere il mio ritmo – ha commentato il vincitore della prima edizione del Gargano Raid che si misura anche nel triathlon – ma oggi il vero avversario è stato il caldo>>. Una giornata con temperature estive, ma che sono frequenti ad ottobre in questo angolo di paradiso pugliese che unisce la bellezza del mare con il territorio aspro e montuoso dell’entroterra: <> come commenta Davide Orlandi, organizzatore della Gargano Running Week. 
Con il ritiro di due concorrenti di vertice, si sono spalancate le porte verso il podio all’inglese Bellamy Stewart che ha chiuso la gara al secondo posto nel tempo di 8:25’07” mentre sul terzo gradino del podio sono saliti Manolo Federici e Leonardo Camilloni, entrambi del team Trail Adventure Marche. Tra le donne successo di Simona Morbelli che ha chiuso in 9:23’35” al quinto posto assoluto, mentre le altre concorrenti sono attese in serata. Nella prova di 34 chilometri, il successo è andato a Luigi De Franceschi che ha vinto la Mattinata Trail in 3:11’48” e ha staccato di 20 minuti il giornalista Riccardo De Gaetano, mentre al terzo posto ha chiuso Giuseppe Fatone, l’enfant du pais che corre per la ASD Gargano 2000. Nella prova femminile Marianna Sollazzo ha chiuso in 4:54’12” battendo “quasi allo sprint” Teresa Lelario: la differenza tra le due trailer è di soli due minuti e mezzo, dopo quasi 5 ore di gara. Al terzo posto l’olandese Lydie Thomassen in 5:07’52”.

giovedì 9 ottobre 2014

Tutto esaurito per il secondo SCOTT Valtellina Wine Trail



Calendario alla mano, manca un mese al 9 novembre, ma ormai da un paio di settimane il comitato organizzatore dello Scott Valtellina Wine Trail si è visto costretto a chiudere le iscrizioni. “Abbiamo raggiunto il limite massimo di mille pettorali e negli ultimi giorni abbiamo ricevuto numerosissime richieste di ulteriori iscrizioni - spiega Marco De Gasperi a nome del comitato organizzatore -, ma con grande dispiacere abbiamo dovuto rifiutare. Avremmo voluto accettare tutti, ma vorremmo offrire a tutti i partecipanti il massimo di efficienza possibile quanto ad attenzioni e servizi. Siamo solo alla seconda edizione ed il nostro intento è quello di crescere a piccoli passi”. Due gare, una partenza da Tirano, l’altra da Chiuro, e un’unica emozione racchiusa nell’arrivo in piazza Garibaldi a Sondrio. Una tre giorni di eventi con il vino e i prodotti della Valtellina al centro della narrazione. A dimostrarlo anche il pacco gara che attende tutti i partecipanti, con un largo “tagliere” di ricchezze valtellinesi ad aggiungersi al gadget tecnico offerto dai principali partner della manifestazione. 


Tra gli appuntamenti collaterali al Valtellina Wine Trail, ha preso intanto ufficialmente forma la gara giovanile Fidal che vivacizzerà il pomeriggio di sabato 8 novembre. Gestite dalla Polisportiva Albosaggia, le prove su strada dedicate ai più giovani si svolgeranno nel centro storico di Sondrio, valorizzando le varie cantine che rappresentano l’ultimo tratto di una filiera che parte dai vigneti attraverso i quali correranno invece gli adulti l’indomani. Dalla vigna al…bicchiere, anche questo è Valtellina Wine Trail. 

 Definiti nel frattempo gli ultimi dettagli del tracciato, la cui mappatura, curata da Sete Srl di Sondrio, è ormai da tempo disponibile sul sito ufficiale della manifestazione: www.valtellinawinetrail.com. Rispetto alla scorsa edizione, restano pressoché invariate le distanze, ma vengono completate le sottozone vitivinicole attraversate: dopo Valgella, Inferno e Grumello, ecco un passaggio tra i vigneti Sassella. Un’appendice che profuma di ulteriori fragranze e che poco prima del traguardo porterà i concorrenti fino alla Chiesa di San Lorenzo, da cui sarà possibile godere di incantevole vista dall’alto della città. 

 Dal 7 al 9 novembre: Scott Valtellina Wine Trail, sempre più bello, sempre più vicino!



lunedì 6 ottobre 2014

TROFEO DELLE PROVINCE: 6° posto per la rappresentativa di Sondrio.

Un bel colpo d’occhio sulla nuova pista color zaffiro di Chiuro e 400 giovani atleti tra i 12 e i 13 anni in rappresentanza di tutte le province lombarde, e non solo, sono stati gli ingredienti del “Trofeo delle province” andato in scena domenica 5 ottobre grazie all’abilità organizzativa della Pentacom e del G.S. Chiuro. La manifestazione è stata preceduta dal taglio del nastro per l’inaugurazione ufficiale del nuovo manto della pista che è stato steso durante l’estate e che ha riportato l’impianto di Chiuro allo splendore iniziale dopo aver ospitato in questi anni numerose manifestazioni anche di livello internazionale e tanti raduni regionali. Presenti i vertici della Fidal Lombardia, il sindaco di Chiuro Mafezzini e la presidente del BIM Cioccarelli. 
A livello agonistico ha trionfato la rappresentativa della provincia di Bergamo davanti a Milano e Como/Lecco. Per la rappresentativa di Sondrio un buon 6° posto finale e numerosi piazzamenti di rilievo, in particolare la vittoria di Matteo Tenci nel getto del peso, il 2° posto nella 3x800 con Nicola Fumagalli, Nicola Trecarichi e Andrea Parolo, il 4° posto di Anna Tosarini nei 1000 ragazze, il 5° di Michele Compagnoni nel salto in lungo e il 6° di Alessia Scieghi nel salto in alto. 

# Domenica 12 ottobre ad Olgiate Olona (VA) un’altra rappresentativa provinciale, sempre della categoria ragazzi e ragazze, sarà impegnata nel “Trofeo delle province prove multiple”. Ecco i piazzamenti di tutti gli atleti della rappresentativa di Sondrio: 60 metri: 12° Anna Mossinelli, 17° Linda Mauro, 15° Emanuele Della Fontana, 16° Gabriele Nana 60 ostacoli: 9° Alessandra Mauri, 16° Laura Pirovano, 11° Alessandro Rossi, 15° Pietro Galanga 1000 metri: 4° Anna Tosarini, 12° Silvia Berra, 8° Luca Pedranzini, 9° Gianluca Nesossi, Salto in lungo: 11° Camilla Ricetti, 14° Maria Pia Della Torre, 5° Michele Compagnoni, Salto in alto: 6° Alessia Scieghi, 15° Melissa Corlatti, 8° Adriano Marconi, 12° Davide Agostinali Peso: 9° Sara Evangelista, 11° Elisa Martinelli, 1° Matteo Tenci, 13° Andrea Lietti Vortex: 13° Elisa Negrini, 15° Tecla Cassina, 11° Federico Rossatti, 14° Patrick Olcelli 4x100: 8° Linda Mauro, Alessia Scieghi, Alessandra Mauri, Anna Mossinelli, 8° Gabriele Nana, Emanuele Della Fontana, Davide Agostinali, Michele Compagnoni 3x800: 6° Samantha Bertolina, Jacomelli Yemisirach, Vittoria Colombi, 2° Nicola Fumagalli, Nicola Trecarichi, Andrea Parolo.

          QUI ALBUM FOTOGRAFICO                     VIDEO 
                                                  CLASSIFICHE