martedì 30 novembre 2010

Mico Beta Tester Team/010/parte I

Sabato 27 novembre sono stati presentati i primi atleti del Mico Beta Tester team/010 a Lecco presso taurusSport. Ecco i primi atleti..nati per osare!

lunedì 29 novembre 2010

RITORNA A SONDRIO LO STREET CLIMBING

DOPO IL SUCCESSO 2009 A SONDRIO TORNA LO STREET CLIMBING
Il 18 dicembre, con inizio alle ore 15, si replica il "Sondrio Street Climbing", l'evento sportivo di arrampicata urbana che l'anno scorso aveva visto i suoi 75 partecipanti scalare in stile boulder i palazzi istituzionali (municipio, banche, questura, palazzo della Provincia) e le vetrine dei negozi del centro di Sondrio.

domenica 28 novembre 2010

IL CONVEGNO SUL DOPING MALE DA SCONFIGGERE

Insegniamo ai ragazzi lo “Sport Pulito”

Chiaro il messaggio uscito dal convegno “Doping nello Sport – Un male da sconfiggere” tenuto venerdì 26 novembre presso la sala dell’Amministrazione Provinciale di Sondrio: “Dobbiamo fare di tutto per insegnare/lanciare ai nostri ragazzi il concetto, la mentalità, il messaggio di praticare uno Sport Pulito, con impegno e sacrificio, disdegnando scorciatoie pericolose che possono solo portare a una triste accelerazione verso una fine prematura. Il Doping accorcia la vita”.

La serata, organizzata dall’unione delle forze di Scuola Regionale dello Sport Coni, Asl di Sondrio, Associazione Medico Sportiva di Sondrio, Provincia di Sondrio e Coni Cp di Sondrio, è stata presentata dalla dott.ssa Paola Selvetti (Presidente dell’Associazione Medico Sportiva di Sondrio) che ha introdotto gli ospiti per un breve saluto e i relatori per illustrare le (drammatiche) condizioni che ruotano attorno a questo mondo di “aberrazione” che è il doping, non solo nello sport.
Gli ospiti: il Presidente regionale del Coni Pierluigi Marzorati, l’assessore della Provincia Mario Bellero, il Dirigente Scolastico Nicola Montrone, il DG dell’Asl Luigi Gianola che ha dato il via alla cerimonia di premiazione di ragazzi, insegnanti, scuole che hanno dato vita al concorso “Campagna di sensibilizzazione per la lotta al doping e la tutela della salute nello sport” indetto lo scorso mese di marzo da Asl Sondrio, Provincia di Sondrio, Miur USP di Sondrio e Coni, indirizzato a tutte le scuole secondarie di 2° grado.
L’Istituto vincitore è risultato essere il Liceo Artistico G. Ferrari di Morbegno che visto anche le premiazioni delle insegnanti Raffaella Riva, Tiziana Bianchini, Laura Giudice e Michela Fomiatti per i preziosi suggerimenti forniti ai ragazzi; che al terzo posto ha piazzato Giulia (5^C) col suo “Il doping ti scoppia”, al secondo Giulia, Giulia, Paolo, Davide e Roberta produttori del video “Roby & Giulia campagna di sensibilizzazione al doping” e sul gradino più alto del podio (visto che siamo in ambito sportivo) Giuseppe (5^C) autore di uno scanzonato invito intitolato “Doping Non finirci dentro!”.
Sul sito del Coni sono pubblicati tutti i lavori che hanno preso parte al concorso.

Quindi il Prof. Ugo Monsellato (Docente Scuola Regionale dello Sport Coni Lombardia, medico fiduciario regionale della FCI e Direttore Centro Medicina dello Sport di Bareggio) ha dato il via al primo degli interventi previsti: La tutela della salute dell’atleta come strumento di prevenzione del doping, cui sono seguiti “Emodoping e metodi antidoping del Prof. Giuseppe Banfi (professore di Biochimica Clinica, Facoltà di Medicina Università degli Studi di Milano e Direttore Scientifico IRCCS Galeazzi di Milano), L’abuso di farmaci nella società attuale: gli effetti collaterali dei farmaci e le problematiche connesse” del Prof. Enrico Garattini (Direttore del Laboratorio di Biologia Molecolare, Dipartimento di Biochimica e Farmacologia Molecolare presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano); “Risvolti legali in materia di doping” – Avv. Michele Re (Avvocato del Foro di Como, Esperto di Diritto Sportivo) eLottare per vincere senza il doping, la testimonianza di un atleta internazionale” di Daniele Gilardoni (Atleta 10 volte campione del mondo di canottaggio e rappresentante degli atleti in Giunta Coni Lombardia). Appassionata poi l’esposizione di Pietro Illarietti che è stata la “voce” degli atleti che sono alle prese coi controlli antidoping (e quello che implica tutto il procedimento) e che ha illustrato alcuni retroscena vissuti da questi atleti e gli aspetti psicologici derivanti.
Il quadro è senz’altro preoccupante per “i comportamenti nel mondo dello sport che predispongono al doping, la diffusione dei farmaci senza una giustificazione terapeutica, per la pressione o disinteresse dei familiari (prof. Monsellato);   per le sempre nuove tecniche di emodoping e conseguenti rincorse nell’adottarne di nuove, il passaporto biologico ABP (Athlete Biological Passport) con le sue sei covariabili: genere, etnia, altitudine, età, tipo di sport, tipo di strumentazione, tutto un mondo di “scoperte” nel campo delle trasfusioni di sangue e autotrasfusioni (prof. Banfi): una fatica di Sisifo.
“Viviamo in una società nella quale si ritiene che la risposta a ciascun problema sia rappresentata da un farmaco specifico.  Il bambino va male a scuola, lo si può aiutare fornendogli un farmaco che migliori l’attenzione.  Sei un atleta mediocre, puoi migliorare le tue performance, aiutandoti con un farmaco.  In realtà, questo modo di pensare è sostanzialmente sbagliato perché i farmaci sono una cosa seria e vanno utilizzati con grande attenzione e solo  per curare o prevenire la malattia”; questo il pensiero del prof. Garattini che mette in guardia anche contro l’abuso di integratori. Il beneficio degli integratori nell’ambito della pratica sportiva non è provato da studi controllati. In definitiva, per lui, gli integratori sono sostanzialmente inutili, perchè gli stessi risultati si possono ottenere con una dieta adeguata e con il buon allenamento.
L’avv. Michele Re ha illustrato  quelli che sono gli sforzi attuati dalle strutture, Procura Antidoping per prima, per cercare di contrastare quello che ora la legge considera reato,  ma un dato ha lasciato molto da pensare: il doping è cinque anni avanti all’antidoping, per cui occorre uno sforzo notevole per cercare di contrastare tutte le nuove vie sperimentate illegalmente.
Per fortuna la testimonianza di un fuoriclasse quale è Daniele Gilardoni (10 volte campione del mondo di canottaggio) ha “rinfrescato” l’aria, portando la sua diretta esperienza di atleta in sala, ringraziando coloro che gli hanno trasmesso i giusti valori quando era un ragazzino e manifestando l’intenzione a che possa trasmettere a sua volta quei valori ai giovani atleti di oggi (e di domani).

venerdì 26 novembre 2010

INCREDIBILE ESPERIENZA ALLE HAWAII - di Elisa Terraneo

Sono ormai 15 anni che l’ultima domenica di ottobre, nell’isola di Maui (Hawaii), si svolgono i campionati mondiali di Xterra triathlon. Questa disciplina prevede una frazione di nuoto (1500m), una in MTB (30 km) e l’ultima di corsa (10km); in particolare queste ultime due frazioni, diversamente dal triathlon olimpico, vengono svolte su terreni sterrati.
Per poter partecipare a questi campionati, gli atleti devono riuscire a qualificarsi in una delle gare previste nel circuito europeo e mondiale.
Con grande gioia il mio fidanzato (Luca Molteni)  è riuscito a vincere, per il terzo anno di fila, il circuito europeo e, insieme ad altri italiani che son riusciti a qualificarsi, ho potuto  così seguirlo in questa magnifica esperienza!!
L’ISOLA DI MAUI
Il 17 ottobre, dopo 24 ore di viaggio, raggiungiamo la fantastica isola di Maui… ci vorrà qualche giorno per abituarci alle 12 ore di fuso!!
La settimana prima della gara abbiamo fatto qualche piccola escursione per scoprire gli incredibili paesaggi che la natura offre: cascate, foreste tropicali, spiagge dalla sabbia dorata, rossa o bianca, l’alba sul vulcano...Quando non c’erano onde troppo alte abbiamo inoltre fatto snorkeling tra pesci tropicali di svariati colori e, quando eravamo fortunati, siamo riusciti ad avvicinarci alle bellissime tartarughe giganti!
In quest’isola ci sembrava di vivere in un altro mondo... i paesaggi cambiavano da una parte all’altra dell’isola, da colline con immensi prati verdi a foreste tropicali e a rocce vulcaniche… ma anche nella stessa spiaggia potevi trovare rocce e palme a distanza di pochi metri… ovunque andavamo c’era tranquillità e serenità… fiori di ogni colore, il canto di uccellini tropicali (la nostra sveglia), musiche rilassanti al suono dell’ukulele… un vero Paradiso!

10 KM TRAIL RUN
 Il giorno prima dell’Xterra World Championship non ho saputo resistere a una 10 km di corsa (il percorso che il giorno dopo sarebbe stato fatto nella frazione di corsa)… era da circa due mesi che avevo ripreso ad allenarmi dopo un infortunio, ma avevo una voglia irrefrenabile di correre in posto così unico!!Il percorso partiva da un morbidissimo campo da golf e poi diventava via via sempre più duro…  una salita di quasi 5km a 30 gradi, senza un filo d’aria né di ombra… ma arrivata in cima a questa si vedeva in lontananza l’oceano e altre isole delle Hawaii: uno spettacolo!! Seguivano poi 2km circa di discesa tra le roccette laviche e un km circa in mezzo alla foresta tropicale, fra mangrovie talvolta da saltare!!Gli ultimi 2 km alternavamo la corsa in spiaggia in riva all’oceano e la scogliera di roccia lavica, fino all’arrivo nel campo da golf! È stato un percorso fantastico ma durissimo!! (Non riesco ad immaginare la fatica di farlo dopo 1500 m di nuoto e 30 km di Mtb!!).
Senza prendere questa corsa come gara mi son classificata con grande sorpresa al sesto posto assoluto e al primo posto della mia categoria!Ecco la classifica delle prime 10 donne:
1.       Christine Schleifer (Bogata, TX)
2.       Yvonne Van Vlerken (Schwarzach, Austria)
3.       Alba Xandri (Berga, BA)
4.       Sophie Bos-Stapley (Montreal, QC)
5.       Jodi Birdsong Ottman (Paia, HI)
6.       Elisa Terraneo (Cucciago, Italy)
7.       Alexandra Borelly (Estoublon, France)
8.       Lindsey Wilbur (Kihei, HI)
9.       Cristina Mata (Panama City, Panam)
10.      Laura Glover (Tampa, FL)

CAMPIONATI MONDIALI DI XTERRA TRIATHLON
Domenica 24 ottobre appuntamento a Makena Beach per la 15^ edizione dell’Xterra WC.
Gli atleti, dopo aver lasciato la MTB e le scarpe sia da bici che da corsa in zona cambio, vanno a farsi timbrare il proprio numero sulle braccia (e chi vuole si fa spalmare anche la crema solare protettiva per evitare scottature!!). Qualche minuto prima delle 9.00  arriva l’elicottero che filmerà e seguirà la gara dall’alto… intanto gli atleti ricevono “una sorta di  benedizione” da una “santona hawaiiana” ed assistono ad una bellissima danza maori… Dopo qualche minuto gli atleti si dispongono in linea in riva all’oceano e, dopo  un colpo di pistola, ecco che inizia la gara!!… Dopo circa venti minuti i primi escono dall’acqua e corrono verso la zona cambio… pochi secondi ed ecco che si allontano in bici… uno dopo l’altro… gli italiani sono messi bene… ma io sono un po’ tesa … è una gara bellissima ma davvero dura… nella frazione in bici può capitare di cadere tra le rocce scivolose o di bucare/tagliare copertoni a causa delle rocce laviche… Dopo poco più di 1h40’ ecco il primo atleta (il fortissimo Conrad Stoltz) che lascia la MTB in zona cambio e corre via per gli ultimi 11 km di corsa… Qualche decina di minuti dopo ecco che lasciano la bici anche tutti i nostri italiani… sono molto affaticati e doloranti….ma devono tenere duro fino alla fine!!! (Nella foto Luca Molteni sulla dx)
Dopo circa 45 minuti giunge al traguardo il primo atleta: è ancora lui, il fortissimo e simpaticissimo Conrad Stoltz, con il tempo finale di 2:31:07 !!...Dopo circa 27 minuti ecco al traguardo anche la prima donna: la fortissima Shonny Vanlandingham ( 2:58:20).


Ecco qui le classifiche sia assolute che dei nostri italiani:
CLASSIFICA
XTERRA World Championship
Makena Beach & Golf Resort - Maui, Hawaii (USA), 24/10/10
triathlon off-road (1.5-32-11K)
www.xterramaui.com

Uomini
1.
Conrad Stoltz 37 Stellenbosch South Africa 2:31:07 $20,000
2. Franky Batelier 32 Rouen France 2:36:14 $12,000
3. Michael Weiss 29 Vienna Austria 2:36:45 $7,000
4. Olivier Marceau 37 Cannes France 2:37:47 $4,000
5. Nicolas Lebrun 37 Digne-les-Bains France 2:38:50 $2,500
6. Eneko Llanos 33 Vitoria-Gasteiz Spain 2:40:44 $1,500
7. Richard Ussher 34 Nelson New Zealand 2:41:03 $1,000
8. Felix Schumann 27 Tuebingen Germany 2:41:31 $800
9. Mike Vine 37 Victoria B.C. Canada 2:41:53 $600
10. Jim Thijs 30 Huldenberg Belgium 2:43:26 $500
11. Alexandre Manzan 36 Brasilia Brazil 2:43:35 $400
12. Ronny Dietz 32 Chemnitz Germany 2:45:00 $300
13. Jan Kubicek 30 Chodov Czech Republic 2:45:16
14. Asa Shaw 26 Frejus France 2:46:06
15. Branden Rakita 29 Manitou Springs Colorado 2:46:29

Donne
1. Shonny Vanlandingham 41 Durango Colorado 2:58:20 $20,000
2. Julie Dibens 35 Bath United Kingdom 2:59:33 $12,000
3. Marion Lorblanchet 27 Clermont Ferrand France 3:06:11 $7,000
4. Christine Jeffrey 37 Guelph Ontario Canada 3:07:22 $4,000
5. Suzie Snyder 28 Stafford Virginia 3:08:04 $2,500
6. Carina Wasle 26 Kundl Austria 3:08:06 $1,500
7. Lesley Paterson 30 Sterling Scotland 3:11:37 $1,000
8. Sara Tarkington 29 Boulder Colorado 3:11:45 $800
9. Emma Ruth Smith 27 Glos Great Britain 3:11:53 $600
10. Emma Garrard 29 Park City Utah 3:13:38
11. Melanie McQuaid 37 Victoria B.C. Canada 3:15:29
12. Danelle Kabush 35 Canmore Alberta Canada 3:16:13
13. Mieko Carey 31 Saipan Northern Marianas 3:21:11
14. Marie Helene-Premont 33 Quebec City Canada 3:30:16
15.
Darelle Parker 42 London Great Britain 3:33:29

ITALIANI AL TRAGUARDO
27. Ballabio Davide 21:15-1:40:55-49:34 2:53:35 (1° 35-39)
32. Marco De Marco 21:57-1:42:22-52:30 2:56:49 (3° 35-39)
45. Simone Calamai 23:40-1:45:48-51:05 3:00:33 (3° M40-44)
48. Luca Molteni 23:59-1:44:58-52:53 3:01:50 (6° 30-34)
52. Baralla Fabrizio 20:06-1:52:27-47:53 3:02:35 (pro)
75. Giovannetti Denis 24:16-1:49:25-52:58 3:09:03 (6° 35-39)
99. Moroni Marco 23:51-1:45:26-1:03:21 3:15:07
124. Cassetti Alessandro 25:25-1:51:16-1:01:20 3:20:48
131. Piroddi Roberto 27:21-1:53:24-58:35 3:22:35 (10° 45-49)
190. Valerio Curridori 30:23-2:01:31-1:03:46 3:35:40 (1° 50-54)
226. Bonfiglioli Mirko 28:11-2:09:27-1:02:48 3:44:20
228. Creus Del Campo Ana 27:04-2:10:37-1:04:31 3:44:34 (4^ 30-34)
273. Stefani Angela 28:45-2:17:39-1:05:01 3:55:11 (5^ 35-39)
414. Tiezzi Silvia 35:37-2:45:26-1:19:12 4:43:00
L’ISOLA DI KAUAI
Dopo qualche giorno io, Luca e il nostro amico Davide voliamo sull’isola di Kauai: un’isola ancora più verde, con spiagge indimenticabili, splendidi arcobaleni sulla tipica Napali Coast, tramonti unici, cascate spettacolari… ma soprattutto l’incantevole canyon…
È stata davvero un’esperienza unica e indimenticabile… non passo un giorno senza pensare a quei giorni trascorsi  insieme ad amici speciali in un posto così unico….

giovedì 25 novembre 2010

A VARESE I CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI DI CORSA CAMPESTRE

Sarà l`Ippodromo delle Bettole di Varese ad ospitare, il 30 gennaio 2011, la prossima edizione dei Campionati Italiani Individuali di Corsa Campestre. L`ufficialità è stata presa nella riunione di mercoledì 24.11 dalla Giunta Nazionale Fidal che ha affidato al nostro Comitato Regionale, al Comitato Provinciale di Varese ed al Pool Società Varesine l’ organizzazione di questo importante appuntamento invernale

Nuova firma di PizzoScalino : benvenuta ELISA

Il blog da oggi si arricchisce di una nuova collaboratrice, una donna. Elisa è appena tornata da " un'incredibile eperienza alle HAWAII" che ci racconterà a breve su questo sito.Conosciamola attraverso il suo curriculum sportivo:

Nome e cognome: Elisa Terraneo
Società sportiva: Atletica Rovellasca

Risultati principali ottenuti:
o 1500 in 4’45”45, a Rovellasca, il 24/07/2008
o 3000 in 10’09”04, a Bovisio Masciago, il 25/04/2010
o 5000 in 17’55”04, a Torino, il 14/06/2008
o 10000 in 38’08”02, a Gavardo, il 18/04/2010


Campionessa regionale sulla distanza di:
o 3000m, con il tempo di 10’54”47, a Lecco, il 14/09/2003
o 10 km su strada, con il tempo di 38’14”, a Milano, il 28/10/2007
o 10000m, con il tempo di 38’47”62, a Brescia, il 13/04/2008
o 5000, con il tempo di 18’30”30, a Busto Arsizio, il 1/06/2008
o 10000m su strada, a Erba, il 28/09/2008


Risultati ai campionati italiani:
o Quarto posto ai campionati italiani di corsa campestre a Roncone, il 17/03/2002
o Sesto posto ai campionati italiani di corsa in montagna,Monno-Mortirolo,7/06/2007
o Ottavo posto ai campionati italiani di corsa campestre a Carpi, il 15/03/2008
o Ottavo posto ai campionati italiani su pista a Torino, il 14/06/2008


Ottenuti inoltre:
o Quinto posto nell’European Champion Clubs Cup, Barcellona,21/09/2003,nei 3000m
o Terzo posto ai campionati italiani di Società a Molfetta, il 15/10/2006, nei 3000m
o Primo posto nelle seguenti gare: “Il Campaccio” (San Giorgio su Legnano, 07/01/2001), “La Scarpa d’oro” (Vigevano, 14/04/2001), “La Cinque Mulini”(San Vittore Olona, 10/03/2002), “Cittiglio- Vararo (Cittiglio, 02/09/2007)”, “La Castagna d’oro” (Arosio, 13/10/2009), il “ Km d’oro” (Asnago di Cermenate, 02/05/2010), e la “10 Km Trail Run” (Makena, Hawaii, 23/10/2010)
o Sedici titoli provinciali
o Cinque convocazioni per rappresentare la Lombardia al criterium nazionale.

mercoledì 24 novembre 2010

Chiuro Corsa Campestre Scuole Medie e Superiori

Campestre per le scuole Medie a Chiuro

Soddisfatto per il suo battesimo del fuoco il coordinatore di educazione fisica dell’USP di Sondrio, Clemente Silvestri. “è la mia prima uscita sul campo nella mia nuova veste e devo dire che ne ho proprio riportata un’ottima impressione. Tutto è filato liscio, anche guardando al fatto che stamattina il tempo “pizzicava” abbastanza, più di ieri; in compenso il terreno era perfetto per ospitare le corse dei ragazzi. Se poi guardiamo al fatto che le gare sono state disputate col sole, gli alunni non debbono avere patito più di tanto. Hanno comunque la gioventù che tifa per loro!
Questa mattina erano impegnati sui prati adiacenti il campo sportivo di Chiuro ben 577 ragazze, ragazzi, cadette, cadetti suddivisi (sempre sotto l’attenta regia Pentacom) in alunni di 1^ media (ragazze/i), di 2^ media (cedette/i) e alunni della categoria Unica (fondamentalmente di 3^ media con qualche innesto degli anni precedenti).
Tutte le classifiche sono pubblicate sul sito www.conisondrio.it, ma diamo comunque un’occhiata ai podi di categoria.

Categoria Ragazze individuale (98 atlete classe 1999)
Prima della classe Giulia PELIZZATTI (Sassi Torelli Sondrio), 2a Elena GIANOLI (Istituto di Chiesa Valmalenco), 3a Francesca Majori (Valdidentro).
Categoria Ragazze squadre
Prima la scuola Anzi di Bormio (Sosio 4a, Antonioli 5a, Compagnoni 7a) 16 punti, davanti alla scuola di Valdidentro (Majori 3a, Peretti 16a, Bellotti 20a) 39 punti.
Categoria Ragazzi individuale (103 atleti classe 1999)
Prima piazza per Simone TARCHINI (Istituto di Traona), davanti a Christian LUCCHINI (Istituto Grosotto) e Yassine Dabza (Sassi Torelli Sondrio).
Categoria Ragazzi squadre
Prima piazza per l’Istituto Garibaldi di Chiavenna (Nava 9°, Cerfoglia 10°, Del Curto 20°) con 39 punti; a sole tre lunghezze, a quota 42 quindi, si piazza la Anzi di Bormio con Sosio 11°, Cristillo 15° e Zen 16°.
Categoria Cadette individuale (96 atlete classe 1998)
Doppietta su questo podio per l’Istituto di Chiesa Valmalenco che ha piazzato in prima posizione Gloria PAROLINI, 2a Manuele SEM e 3a Eleonora FALLINI dello S.S. Samolaco.
Categoria Cadette squadre
Prima della classe l’Istituto di Chiesa Valmalenco (Parolini 1a, Sem 2a, Bricalli 15a) 18 punti. A quota 33 troviamo l’Istituto di Livigno (Zini 7a, Cusini 10a, Cusini 16a).
Categoria Cadetti individuale (93 atleti classe 1998)
Sorriso della vittoria per il grosino Alessandro PINI (Istituto Venosta Grosio), con 2° Pietro MARTELLETTI (Istituto Bertacchi Chiavenna) e 3° Stefano Martinelli (Vanoni Morbegno).
Categoria Cadetti squadre
Prima della classe ancora l’Istituto di Chiesa Valmalenco (Bardea 5°), Schena 7°, Stefanini 8°) 20 punti. A quota 29 troviamo l’Istituto di Traona (Bianchi 6°, Della Zoppa 9°, Giannoni 14°).
Categoria Unica femminile individuale (94 atlete)
Ha vinto una ragazzina del ’97, Beatrice SEIDITA, del Vanoni Morbegno, davanti a un’accoppiata del ’97 della Anzi di Bormio: Valentina ANZI (2a) e Giulia COLA (3a).
Categoria Unica femminile squadre
La scuola meglio piazzata è risultata essere l’Anzi di Bormio con Anzi (2a), Cola (3a), Fachin 5a, 10 punti in totale; staccata la Vanoni di Morbegno (Seidita 1a, Bulanti 8a, Abate 13a) a quota 22.
Categoria Unica maschile individuale (93 atlete)
Podio conquistato da Luca CANTONI (Anzi Bormio, 1997), 2° Alan GIACOMELLI (Istituto Venosta Grosio, 1997), 3° Mohammed YAAKOUBI (Sassi Torelli Sondrio, 1998).
Categoria Unica maschile squadre
Da Grosio arriva la scuola leader, l’Istituto Venosta, grazie alle performances del suo trio Giacomelli 2°, Pruneri 7°, Pruneri 13°; seconda piazza per l’Anzi di Bormio grazie ai piazzamenti del vincitore Cantoni (1°), di Trabucchi (10°) e di Magatelli (12°).

Resta ora da definire il quadro delle partecipanti alla fase regionale che è prevista per il 5 febbraio 2011 a San Vittore Olona.
A questo proposito divulgheremo appena possibile il relativo comunicato dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

martedì 23 novembre 2010

CAMPESTRE PER LE SCUOLE SUPERIORI A CHIURO

Si è disputata la fase provinciale della corsa campestre per le scuole di 2° grado (allieve, allievi, juniores m/f) questa mattina nelle adiacenze del campo sportivo locale. Magistralmente assistiti dagli addetti del Gs Chiuro – Pentacom, 206 allieve e allievi e 132 juniores m/f si sono dati battaglia a “colpi di garretti” con l’aiuto della giornata, freddina ma bella e su un terreno “allentato” dalle piogge dei giorni precedenti, ma non impossibile da percorrere.
Vediamo brevemente i vincitori di ciascuna categoria, individuale e a squadre, rimandando al nostro sito www.conisondrio.it/Classifiche per una disamina completa delle graduatorie.

Categoria Allieve INDIVIDUALE
 La più veloce di tutte è stata la quattordicenne ALESSIA ZECCA, portacolori del L.A. Ferrari di Morbegno. Ha preceduto sul podio SILVIA RAVISCIONI del Leonardo da Vinci di Chiavenna e VALENTINA DUCA del L.S. Nervi di Morbegno.
Categoria Allieve SQUADRE
Purtroppo l’exploit di Alessia Zecca ha dovuto fare i conti col 44° posto della sua compagna di squadra Buzzella e il 60° di Copes, facendo così finire  la “Ferrari” nona con 105 punti. Più battagliero il “Leonardo da …Chiavenna” che ha piazzato quinta Gini e sesta Raviscioni, oltre al secondo di Raviscioni, aggiudicandosi così con 13 punti il primo posto della classifica a squadre.

Categoria Allievi INDIVIDUALE
 In campo maschile ha prevalso su tutti ANDREA MAJORI, portacolori dell’IPAS Zappa di Bormio. Alle sue spalle RICCARDO CANTONI (ITIS Mattei Sondrio) e ANDREA ZOANNI (Is Leonardo da Vinci Chiavenna).
Categoria Allievi SQUADRE
In questo caso il “Leonardo da Vinci” grazie al terzo posto di Zoanni, al quarto di Nicolò Silvani e all’ottavo di Raffaele Silvani si è aggiudicato il podio a squadre, totalizzando 15 punti; l’IPAS Zappa di Bormio è giunto secondo (Majori 1°, Romani 6°, Gurini 21°) con 28 e lo Ski College Leibniz di Bormio terzo (Da Prada 9°, Faifer 12°, Zini 15°) con 36.

Categoria Juniores F INDIVIDUALE
Salendo di età, classe 1992, le juniores sono state regolate da Giulia NEGRINI dell’ITCG De Simoni di Sondrio, seconda classificata Matilde VITALI (Piazzi Perpenti Sondrio) e terza la diciassettenne Vania ZINI dello Ski College Leibniz di Bormio.
Categoria Juniores F SQUADRE
Anche in questo caso il gioco di squadra ha premiato la scuola della seconda classificata: il “Piazzi Perpenti di Sondrio” è infatti risultato essere primo grazie al terzetto Vitali (2a) Buzzella (5a) Fiorese (8a) col totale di 14 punti.

Categoria Juniores M INDIVIDUALE
Moumen ABDELHAK dell’IPSIA Romegialli di Morbegno ha messo tutti in fila tra gli juniores; Manuel FRATE dell’ITIS Mattei di Sondrio è riuscito a piazzarsi sul secondo gradino del podio, strappandolo ad un altro portacolori del “Romegialli”, Tommaso Caneva.
Categoria Juniores M SQUADRE
Naturalmente indiscusso il predominio dell’IPSIA Romegialli Morbegno primo sul podio grazie al terzetto Moumen (1°), Caneva (3°), Benrhanem (12°) con 16 punti, davanti all’ITIS Mattei di Sondrio (Frate 2°, Castellani 6°, Menini 20°) che ha chiuso a quota 28.

lunedì 22 novembre 2010

Tutto pronto per il trentennale del Gruppo Podistico Santi Nuova Olonio

Il countdown per la festa del trentennale di fondazione è cominciato giovedì sera con la conferenza stampa di presentazione del volume “1528m all’ombra di un campanile”; 240 pagine in formato A4 che ripercorrono le storie e le esperienze degli atleti che hanno scritto la storia di uno dei club podistici più rappresentativi della provincia di Sondrio.

Il quartier generale della due giorni griffata Santi sarà la tensostruttura di Via Don Guanella. Qui, nella serata di sabato 27, verrà ufficialmente presentato il volume scritto da Ennio Peregalli in collaborazione con il professore Lorenzo Trussoni, mentre il giorno successivo si procederà con i festeggiamenti veri e propri.

Evidentemente emozionato, Adriano Santi, si è limitato a dire: «Dopo così tanto tempo sarebbe giusto un passaggio di testimone, ma se la due giorni della prossima settimana dovesse andare tutto come previsto, sono sicuro che la soddisfazione sarebbe tale da cancellare anni e anni di impegno in prima linea».

A fare i ringraziamenti di rito, ci ha quindi pensato il dirigente Gianluca Gianbelli: «Un grazie speciale va al Forestale Emanuele Manzi e alla vicecampionessa mondiale di corsa in montagna Valentina Belotti per essere intervenuti alla conferenza stampa e per l’amicizia che da sempre ci dimostrano. Non potrei poi dimenticare tutti i volontari che hanno contribuito alla realizzazione del libro e al gruppo alpini che per due anni ci ha permesso di usare la loro sede come punto di ritrovo e sede di lavoro. Grazie a tutti, anche a comune e regione per il patrocinio al volume e il sostegno che ci hanno dato».

Maurizio Torri



VOTATO IL NUOVO CONSIGLIO DEL G.P. TALAMONA: UN MIX TRA ESPERIENZA E FACCE NUOVE

Periodo di elezioni in casa GP Talamona, per decidere il nuovo consiglio societario che rimarrà in carico per il biennio 2011-2012. Venerdi 19 si è svolta, all’insegna di un clima natalizio, all’interno della sala della Banca Popolare di Sondrio sita a Talamona, la votazione con presenti circa 60 iscritti e massiccia forza dell’ordine ai cancelli per dissuadere uno sparuto gruppetto di no global che aveva approfittato dell’occasione per restare in allenamento.
Alcuni vecchi nomi e alcuni nuove leve  si sono candidate sperando di ricevere i consensi degli elettori giunti in loco, numerosi di loro anche con deleghe giunte persino dagli atleti talamonesi  all’estero.
Scrutinatori d’eccezione, i giovani Martina Duca e Francesco Bergamaschi, impareggiabili a dettare e riportare sapientemente i risultati sul tabellone elettronico.
Banditi i telefonini e le videocamere e privacy assoluta dietro un secolare ficus benjamina , con facce tese e mormorii nei corridoi sui canditati più meritevoli.
I senatori Enea, Silvia, Gene, Elio, Fabio, nuovamente in prima linea, gli onorevoli Dario Frac, Corry Barry alla rincorsa per un posto al sole e le matricole Robertillo, Natale, Alessio Bergamo con la quota rosa Monica Vauthier, timidi e speranzosi.
Voci di presunti  brogli, come nella miglior tradizione italiana, e slogan del tipo – “Meno tasse per tutti” - per richiamare l’attenzione e convincere gli indecisi e suspense finale, gli ingredienti principali dell’elezione 2010 del Gruppo Parlamentare Talamonese.
Veloce lo spoglio delle schede con risultato finale scontato e tutti gli 11 candidati eletti. Sorrisi lucenti, occhi lucidi bagnati con sforzato e inferno gran riserva, e ringraziamenti ai sostenitori con la promessa del meno tasse per tutti , già passata nel dimenticatoio , per far posto al più cupo motto -“Metteremo le luci nei campi  e vi frusteremo se non otterrete buoni risultati”.
Ora il testimone passa ai neo eletti, che si chiuderanno per 7 giorni, a digiuno, in camera di consiglio per eleggere il presidente , il vice e il segretario.
Vedremo se le vecchie e nuove alleanze, sortiranno i risultati sperati fino alla fatidica fumata bianca che annuncerà i vari incarichi.
Obbiettivo dei primi 100 giorni di mandato, come  da atti depositati presso il notaio svizzero, Pinocchio de barlafus , sarà la creazione di una pista in tartan scamosciato a 9 corsie in località alpe Pisello, con portatori scerpa per ogni atleta che intenderà salire per l’allenamento giornaliero; ben inteso che ci sarà anche l’illuminazione, gli spogliatoi con riscaldamento, grazie ad una mini centrale nucleare a forza motrice umana e spalatori professionisti per le nevicate improvvise di fine estate. Per chi non gradisse il trasporto umano, è al vaglio il progetto per una scala mobile a propulsione flatulente, sotterranea.
Contestualmente alla pista open, un neo eletto, ha promesso di creare un tunnel che da via Europa arriverà fin sotto le terme di Bormio, per il giusto  relax post allenamento, il trasporto sarà garantito da un vetusto ma attuale  transfer a lievitazione magnetica, il tutto lavorando nel fine settimana, perché per lui, che di buchi se ne intende assai, sarà un piacere.
Terzo progetto, di sicura realizzazione, visto gli ampi tempi previsti, sarà una palestra faraonica, per l’attività invernale, con anello di 200mt indoor in località Monte Marcio, raggiungibile solo con trenino a cremagliera con obbligo di lasciare le auto nel vasto parcheggio in località Ranciga; tutto questo per il rispetto dell’ambiente e per abbassare drasticamente l’inquinamento prodotto dai suv che verranno donati, come dotazione personale, ad ogni tesserato per la stagione 2011, assieme alla canotta sociale in seta e nome a caratteri cubitali dorati.
Ringraziando tutti coloro che hanno collaborato nel precedente consiglio,  per le attività svolte, compresi coloro che seguono il gruppo giovanile   e con un in bocca al lupo ai nuovi membri, auguriamo  ottimi risultati e soddisfazioni, non solo sportive, a tutti gli appassionati e volontari che gravitano attorno al nostro Gruppo Podistico. Ci rivediamo , mi raccomando numerosi, alla cena 2010 del 7 dicembre al Domingo di Delebio.
  
MELANO

I MAGNIFICI TRE

I Magnifici tre che sono un toccasana per questo periodo invernale alle porte e che io utilizzo.

Gli Omega-3 (o PUFA n-3) sono una categoria di acidi grassi  ,indispensabili per il corretto funzionamento dell'organismo. Sono noti soprattutto per la loro presenza ed il mantenimento dell'integrità delle membrane cellulari.
La glucosamina è un composto che il nostro organismo è in grado di sintetizzare. La glucosamina è coinvolta nella produzione dei glicosaminoglicani, fondamentali per la cartilagine. Come molte altre sostanze, con l'invecchiamento, la quantità di glucosamina prodotta dall'organismo diminuisce e ovviamente le cartilagini si degradano. La ricerca (recentissima quella apparsa su Lancet) ha dimostrato che l'integrazione con glucosamina è in grado di bloccare nell'85% dei casi l'artrosi.
Supradyn Vital Age 50+ Dai 50 anni, il bisogno di vitamine e micronutrienti specifici può aumentare Supradyn Vital Age 50+ è utile per colmare le carenze alimentarie gli aumentati fabbisogni organici che possono verificarsi in particolari condizioni fisiologiche.
Grazie all’apporto di vitamine del gruppo B e di micronutrienti ad azione antiossidante, Supradyn Vital Age 50+ aiuta a attivare i processi metabolici (trasformazione del cibo in energia) e a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.