venerdì 30 marzo 2012

ENZO VANOTTI (Sportiva Lanzada) a un soffio dal titolo Italiano " Le Dichiarazioni"

Domenica 25 marzo a Polpenazze del Garda ,Enzo ha sfiorato il titolo Italiano di Corsa Campestre nella categoria MM50, ecco le sue dichiarazioni.
La gara in pratica è stata la fotocopia di quella regionale,sempre quei 5 secondi.
Percorso piatto velocissimo (purtroppo per me).Per un'altro problemino al piede destro rimediato nella gara regionale sono stato costretto a correre senza scarpe chiodate.Pronti via ho impostato la
gara sul ritmo tanto da condurre in testa il primo giro.Affiancato dall'esperto Togni(persona squisita) abbiamo allungato alternativamente sino al 5°km per poi giocarci tutto nel tratto finale dove a conti fatti mi mancavano ancora quei fatidici 5 secondi.Onore comunque a Togni per il responso sul campo.

giovedì 29 marzo 2012

A Pisa le “palme” dei migliori crosser Csi

Un evento attesissimo, che porterà a Pisa circa duemila persone, tra atleti in gara e accompagnatori. La città toscana dal 30 marzo al 1° aprile ospita il finale di stagione del cross Csi, con il 15° Gran Premio Nazionale di corsa campestre. Il countdown è cominciato per i 1558 finalisti, che arriveranno in Toscana da 14 regioni di tutta Italia. Al via 922 uomini e 636 donne di ben 33 comitati provinciali del Csi. Lombardia, Veneto e Trentino avranno oltre un centinaio di atleti al via. Come tradizione sono due gli appuntamenti agonistici: i titoli individuali che si assegneranno sabato 31 marzo nel verde dell’ex tenuta presidenziale del Parco di San Rossore, gentilmente concesso dalla società Alfea, che gestisce l'ippodromo, su un percorso misto, mentre per il classico “Staffettone delle Regioni”, cui potranno partecipare le 145 società finaliste: 5 frazionisti corregionali per squadra, in programma la domenica delle Palme, ci si sposterà nel cuore della città della Torre pendente, per correre sui suggestivi Lungarni pisani.
A dare simbolicamente il benvenuto a tutti i finalisti ciessini, ci ha pensato la velocissima Manuela Levorato, atleta dell’Aeronautica Militare, primatista italiana nei 100 e 200 piani. Ricordando i suoi trascorsi di campestre, ha inviato ai crosser arancioblu questo incoraggiamento: “È con grande gioia ed entusiasmo che vi mando il mio personale saluto oltre che augurio di trascorrere insieme una giornata di grande sport all’insegna dell’amicizia e della festa più vere…
Mi sono divertita moltissimo a correre in gruppo con gli amici in mezzo al verde e spesso pure nel fango. Erano gare che emozionavano e l’amicizia, prima della competizione, era il vero motore di quelle manifestazioni…
Ho ritrovato nel gruppo dell’AM le passioni e i valori che mi hanno fatto muovere i primi passi proprio da dove partite voi ora per approdare ai miei traguardi più belli ed emozionanti. Vivete dunque questa avventura con il sorriso sulle labbra e vivete la vita di ogni giorno nello stesso modo perché il sorriso sulle labbra, la gioia nel cuore e l’amore per tutto ciò che vi è donato, vi porteranno lontano ben oltre questi metri di corsa, oltre qualsiasi competizione e contribuirete a formare un mondo migliore”.

L’ordine di partenza vedrà per ogni categoria scattare prima con le categorie femminili e poi con quelle maschili. In gara esordienti, ragazzi, cadetti, allievi, juniores, seniores, amatori A, amatori B e veterani. Diverse, a seconda dell’età, le distanze da percorrere; si va dal chilometro per i più piccini, ai 3.500 degli allievi, fino ai 5000 previsti dagli junior agli amatori.

Raduno nazionale corsa in montagna: convocate Sara Lhansour e Alice Gaggi

Sara Lhansour (G.S. Valgerola Ciapparelli).
La stagione della corsa in montagna è alle porte e dopo l'incontro dello scorso 17 marzo, in occasione della Cinque Mulini, tra i tecnici e i dirigenti della corsa in montagna con il c.t. Raimondo Balicco, è già tempo di raduni. Il primo dell'anno si svolgerà dall'1 al 7 aprile presso il centro federale di Riva degli Etruschi San Vincenzo, in concomitanza con il raduno giovanile di mezzofondo. Convocati soprattutto i giovani, ovvero il futuro della nostra corsa in montagna, tra cui le valtellinesi Alice Gaggi (ex stella del G.S. Valgerola Ciapparelli e ora tesserata per il Runner Team 99 SBV) e Sara Lhansour (G.S. Valgerola Ciapparelli).
Ecco l'elenco completo di tutti i convocati:

Maschile
Disciplina Nominativo Categoria Anno Società
Corsa in montagna Baldaccini Alex SM 1988 G.S. OROBIE
Corsa in montagna Chevrier Xavier PM 1990 ATL. VALLI BERGAMASCHE LEFFE
Corsa in montagna Crippa Nekagenet JM 1994 GS VALSUGANA TRENTINO
Corsa in montagna Dematteis Bernard SM 1986 C.S. ESERCITO
Corsa in montagna Dematteis Martin SM 1986 C.S. ESERCITO
Corsa in montagna Maestri Cesare JM 1993 S.A. VALCHIESE
Corsa in montagna Monella Michael JM 1994 ATL. VALLECAMONICA
Corsa in montagna Olocco Giovanni JM 1993 G.S.D. POD. BUSCHESE
Corsa in montagna Titon Dylan JM 1993 ASSINDUSTRIA SPORT PADOVA
Corsa in montagna Cagnati Luca PM 1990 POL. CAPRIOLI SAN VITO

Femminile
Disciplina Nominativo Categoria Anno Società
Corsa in montagna Dal Magro Ilaria JF 1993 A.ATL.DOLOMITI BELLUNO
Corsa in montagna Facchin Iris JF 1994 G.S.QUANTIN – TRATT. I NOVEMB
Corsa in montagna Forni Erika PF 1990 G.S.A. VALSESIA
Corsa in montagna Gaggi Alice SF 1987 RUNNER TEAM 99 SBV
Corsa in montagna Lhansour Sara JF 1993 G.S. VALGEROLA CIAPPARELLI

mercoledì 28 marzo 2012

41^ Stramilano agonistica internazionale half marathon

G.S. CSI MORBEGNO
Italiani alla riscossa alla 41ª Stramilano Agonistica Internazionale Half Marathon: domenica 25 marzo u.s. sulle strade meneghine gli atleti italiani hanno finalmente occupato le prime posizioni in classifica. Finalmente perché ormai da anni le gare su strada medio-lunghe sono sempre più e sempre solo appannaggio degli atleti africani. Il mezzofondo italiano manda un segnale importante (era dal 2006 che un azzurro non saliva sul podio della Stramilano, l’ultimo è stato Stefano Baldini): Andrea Lalli (G.S. Fiamme Gialle) è 2° con il tempo di 1h01’11” (migliorandosi di 1’21”) alle spalle di Jacob Yarso Kintra (Etiopia) vincitore in 1h01’07” e davanti a Kiprop Limo (Kenia) 3° in 1h02’30”; nei primi 10 troviamo anche Daniele Caimmi delle G.A. Fiamme Gialle (9° in 1h05’51”) e Paolo Finesso della Ginnastica Comense 1872 (10° in 1h06’20”) e appena fuori dalla top ten, ma con un ottimo tempo  troviamo il sondalino Massimiliano Zanaboni (Atletica Valli Bergamasche Leffe) 11° in 1h06’29”, seguito al 18° posto dal regoledese Fabrizio Sutti (Ginnastica Comense 1872) con il tempo di 1h08’28”. Nella gara in rosa grande vittoria per Valeria Straneo (Runner Team 99) che ha chiuso in 1h08’48” (a 21” dal record italiano) davanti al bronzo europeo di maratona Anna Incerti delle Fiamme Azzurre (1h10’36”), medaglia di bronzo per Marcella Mancini (Runner Team 99) in 1h15’31”.
Tra i 5425 partecipanti alla 41ª Stramilano Agonistica Internazionale Half Marathon anche numerosi atleti della provincia di Sondrio, in particolare il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino in gara con 30 atleti. “Esperienza positiva – ha dichiarato il consigliere dei diavoli rossi Giuseppe Lepera - anche se il caldo l’ha fatta da padrone e l’elevato numero di partecipanti non ha aiutato a fare tempi da record. Comunque, sempre nello spirito della condivisione, in una Milano quest'anno abbastanza surreale vista la chiusura totale del traffico cittadino. Alla prossima, magari con gruppi sempre più numerosi”.
Nutrito anche il gruppo del PT SKYRUNNING con 27 partecipanti.
Ecco tutti i piazzamenti degli atleti tesserati per società della provincia di Sondrio:
PT SKYRUNNING

martedì 27 marzo 2012

CAMPIONATI ITALIANI MASTER DI CORSA CAMPESTRE

ENZO VANOTTI E CINZIA ZUGNONI SFIORANO L’IMPRESA

Quando la passione non ha età, quando lo sport aiuta a mantenersi in forma, quando un sano agonismo ringiovanisce…quando i master si mettono in gioco non li ferma più nessuno!

A Polpenazze del Garda (BS) erano più di 1400 gli over 35 in gara per i Campionati italiani master di corsa campestre; nei prati che circondano il Polo Fieristico Enogastronomico del Garda hanno gareggiato su un percorso di 6 km gli uomini, 4 km le donne.

C’era anche un po’ di Valtellina e Valchiavenna, come sempre, perché i nostri atleti non mancano mai ai campionati istituzionali di ogni livello e riescono sempre a mettersi in luce, in questo caso a salire sul podio. Sono mancati solo 5 secondi a Enzo Vanotti (A.S. Lanzada) per vincere il titolo italiano nella categoria master 50, di tanto, che in realtà è pochissimo, si è dovuto arrendere al bergamasco Franco Togni (Atletica La Torre). Stessa sorte per Cinzia Zugnoni (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino): la morbegnese, reduce da due medaglie d’argento e una di bronzo ai campionati italiani master indoor, sul versante bresciano del lago di Garda ha colto un’altra medaglia di bronzo nelle master 40, preceduta di 9 secondi dalla forte Paola Testa (Camelot) e di 3 secondi da Paola Garinei (Atletica AVIS Perugia). Da citare anche il 9° posto di Aurelio Verona (ADM Melavì Ponte) nei master 55,  l’11° posto di Ivano Paragoni (G.P. Santi Nuova Olonio) nei master 40, il 26° posto di Michele Piombardi (G.S. Valgerola Ciapparelli) nei master 45, il 75° posto di Alberto De Campo (ADM Melavì Ponte) nei master 50, l’87° posto di Daniele Gastaldini (Marathon Alta Quota Livigno) nei master 55, il 106° posto di Manfred Di Blasi (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) nei master 40. Nutrita la pattuglia di atleti del G.P. Valchiavenna: 8ª Zita Rogantini nelle master 60, 31ª Patrizia Dell’Ava nelle master 35, 24° Fabrizio Triulzi, 39° Alessandro Paggi, 90° Marco Bianchi, tutti master 35, 107° Alessandro Barbaro nei master 40, 93° Raffaele Botti, 96° Giovanni Graci e 115° Roberto Cottarelli, tutti master 45, 19° Paolo Donà, 33° il presidente dei bianco-blu Eugenio Panatti e 47° Armando Geronimi, tutti master 50.
 

15° Meeting di corsa campestre per rappresentative provinciali, Cortenova (LC) 25 marzo 2012

Al 15° Meeting di corsa campestre per rappresentative provinciali organizzato a Cortenova (LC) domenica 25 marzo u.s. la rappresentativa provinciale di Sondrio ha conquistato il 5° posto con 841 punti alle spalle di Bergamo (1152 punti), Milano (1127 punti), Como-Lecco (1054 punti), Brescia (1043 punti) e davanti a Trento, Ticino, Varese, Valsassina, Cuneo e Genova.
Una gara diversa dal solito perchè i giovani atleti convocati delle categorie esordienti, ragazzi e cadetti hanno corso, per una domenica, per la "nazionale" della provincia di Sondrio e non per la loro società sportiva, fieri di indossare la divisa blu con il logo "Valtellina" ed essere, oltre che atleti, ambasciatori della provincia di Sondrio.
Guidati dal neofiduciatorio tecnico Luca Del Curto, dal vicepresidente del Comitato provinciale Fidal di Sondrio Sergio Rocca e dal segretario Corrado Barri, i 60 giovani convocati hanno affrontato la trasferta accompagnati anche dai tecnici Giulio Cola, Gianni Fransci, Roberto Tonucci e Saoudi Taoufi che hanno gestito le varie categorie nelle fasi di riscaldamento.
Delle 12 gare individuali in programma (ogni categoria era ulteriormente suddivisa per anno di nascita) i giovani fondisti lombardi se ne sono aggiudicate ben nove: tre vittorie per Bergamo (Sebastiano Parolini tra i Cadetti 1998, Cheima Othmani tra le Cadette 1998, Marta Zenoni tra le Ragazze 1999), due per Milano (l’imbattibile Nicole Reina tra le Cadette 1997 e Susanna Marsigliani tra le Esordienti 2002), due per Como-Lecco (Matteo Salvioni tra i Ragazzi 2000 e Abenezer Mandelli tra gli Esordienti 2002), una a testa per Sondrio (Matteo Masolini tra i Ragazzi 1999) e per Brescia (Stefano Lombardi tra i Cadetti 1997). Le altre tre gare sono finite tutte appannaggio della rappresentativa trentina.
Oltre alla vittoria del chiavennasco Matteo Masolini nei ragazzi 1999, da citare anche il 2° posto di Anna Tosarini nelle esordienti 2002, il 3° di Andrea Parolini nei ragazzi 2000, i quarti posti di Elena Ambrosini nelle cadette 1998 e di Federico Gusmeroli nei ragazzi 1999.
Ecco i piazzamenti di tutti gli atleti della provincia di Sondrio in gara:
ESORDIENTI F 2002: Anna Tosarini (2^), Vittoria Colombi (23^), Erica Bulanti (38^), Chiara Bardea (39^), Giulia Bardea (41^)
ESORDIENTI F 2001: Alessandra Mauri (29^), Melissa Corlatti (30^), Alessia Scieghi (37^), Tecla Cassina (38^), Alizè Puppo (41^)
ESORDIENTI M 2002: Andrea Parolo (13°), Nicola Fumagalli (14°), Alessandro Ambrosini (21°), Gabriele Andreola (23°), Giona Fransceschini (28°)
ESORDIENTI M 2001: Gianluca Nesossi (11°), Raffaele Massera (22°), Stefano Cordella (25°), Alessandro Rossi (26°), Gabriele Nana (27°), Alfredo Nana (28°)
RAGAZZE 2000: Silvia Spini (20^), Desiree Vitalini (21^), Elisa Martinalli (22^), Vanessa Masolini (29^), Alice Testini (41^)
RAGAZZE 1999: Alessia Fognini (17^), Chiara Cirelli (27^), Paola Sosio (28^), Elisabetta Zuccoli (30^), Martina Rossi (31^)
RAGAZZI 2000: Andrea Parolini (3°), Leonardo Ciapponi (13°), Matteo Berno (17°), Marco De Piaz (22°), Lorenzo Martinelli (30°)
RAGAZZI 1999: Matteo Masolini (1°), Federico Gusmeroli (4°), Belay Jacomelli (14°), Simone Tarchini (24°), Michele Barri (37°)
CADETTE 1998: Elena Ambrosini (4^), Beatrice Seidita (6^), Eleonora Fascendini (11^), Stefania Bulanti (17^), Francesca Duca (25^),
CADETTE 1997: Alessia Sonini (23^), Chiara Curtoni (24^), Silvia Macedonio (36^), Rosita Moretti (37^), Ilaria Abate (38^)
CADETTI 1998: Daniele Frate (8°), Mohammed Yaakoubi (10°), Pietro Martelletti (14°), Leonardo Barldazzi (16°), Davide Gusmeroli (23°)
CADETTI 1997: Luca Cantoni (8°), Christian Dell'Agosto (23°), Diego Rossi (25°), Matteo Spini (28°), Patrick Elli (41°)

lunedì 26 marzo 2012

Tutte le foto del 15° meeting di Corsa Campestre a Cortenova

     
                                                                    TUTTE LE FOTO QUI

Bergamo trionfa al meeting di Cortenova, Sondrio 5^

Ottimamente riuscito il meeting giovanile di corsa campestre con la partecipazione di 546 atleti e 11 comitati provinciali.
Individualmente i nostri atleti sono andati a segno nella categoria ragazzi 1999 con Matteo Masolini del GS Valchiavenna , ieri con i colori della rappresentativa provinciale di Sondrio.
Bene anche Tosarini Anna (GP Santi Nuova Olonio) 2^ negli esordienti 2002; bronzo per Andrea Parolini (ASD Lanzada) nella categoria ragazzi 2000.
Classifica Comitati:1° Bergamo; 2° Milano; 3° Como-Lecco; 4° Brscia; 5° Sondrio; 6° Trento; 7° Ticino; 8° Varese; 9° Valsassina; 10à Cuneo; 11° Genova.

CLASSIFICHE                           A breve online tutte le foto

ROUX E BON MARDION FIRMANO IL TROFEO MARMOTTA IN VAL MARTELLO SUCCESSO DELLA COPPA DEL MONDO

Sci alpinismo d’elite, ieri in Val Martello (BZ). I migliori interpreti dello ski alp mondiale hanno vivacizzato il 5° Trofeo Marmotta, con i francesi a farla da padroni in quella che era la penultima prova di Coppa del Mondo.
La Marsigliese è stata intonata per accompagnare sul podio un grande William Bon Mardion, capace di piegare il talento catalano Kilian Jornet Burgada. Vittoria francese anche al femminile, con una superlativa Laetitia Roux che si è confermata leader di Coppa battendo la spagnola Mireia Mirò Varela.
I francesi non si sono accontentati dei due successi più prestigiosi, ma hanno festeggiato anche un ”piccolo grande” Matheo Jaquemoud, terzo nella massima gara maschile e primo tra gli espoir.
Nella gara “FISI” si è imposto Alessandro Follador, bravo comunque a portarsi a ridosso dei primi dieci.
Una giornata da cartolina quella che si è aperta stamattina in Val Martello dopo la pioggia, sul fondovalle, e la neve, in quota, della nottata di sabato. Cielo completamente azzurro, temperature tiepide e il sole a salutare gli oltre 350 concorrenti, record per il Trofeo Marmotta. Primi a partire sono stati i cadetti, primi anche a concludere perché impegnati su un percorso ridotto, una gara che ha dato ragione allo svizzero  Thomas Corthay e ad Alba De Silvestro.
Venti minuti più tardi è toccato agli junior e alle donne, percorso simile a quello dei maschi senior, ma senza la salita e conseguente discesa di Cima Marmotta. La gara junior ha registrato l’indiscussa supremazia di Anton Palzer (GER) che si è preso il lusso di infliggere oltre 4’ a Nadir Maguet mentre al femminile ad “ammazzare” la gara ci ha pensato la svizzera Jennifer Fiechter che ha tagliato il traguardo per prima con un margine di oltre 10’.
Tra le donne è stato subito testa a testa tra la transalpina Laetitia Roux e la spagnola Mireia Mirò Varela. Se in salita quest’ultima ha cercato di mettere in difficoltà la Roux, in discesa, complice il dolore ad un ginocchio, ha dovuto allentare la presa, senza però mai arrendersi. Nell’ultima discesa la francese ha dato il colpo di grazia alla classifica, allungando sensibilmente e chiudendo con 1’52” sull’iberica.
Dietro, le azzurre Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini, visti vani i tentativi di agganciare le due fuggitive, hanno cercato più che altro di gareggiare in coppia, in vista del Tour du Rutor del prossimo week end. Sembrava una gara tranquilla tra le due, ma negli ultimi metri dopo l’ultimo cambio pelli Roberta ha messo il turbo ed ha “fregato” (sono parole sue) la compagna allo sprint. Le due bormine però non erano in gara per la Coppa del Mondo e così per la “Coppa” il terzo gradino è andato a Gloriana Pellissier, soddisfatta della propria prestazione.
Ovvio che la competizione maschile è stata quella più gettonata. Una start list stellare ed un avvio velocissimo. Fin dai primi metri la gara ha scatenato i due attesi Jornet Burgada e Bon Mardion. Spagna contro Francia, con dietro “Manni” Manfred Reichegger impossibilitato a reggere il ritmo della coppia di testa. A metà percorso all’altoatesino si è accodato il francesino Jaquemoud che si è subito dimostrato un osso duro. D’un botto il transalpino ha avuto ragione di Holzknecht e Lanfranchi, il che è tutto dire.
I due di testa hanno allungato gradatamente arrivando ad un distacco di oltre due minuti. Sulla penultima discesa c’è stato il colpo di mano di Bon Mardion, ha osato un pelo in più di Jornet Burgada, arrivando ai piedi dell’ultimo dei tre tratti alpinistici con una manciata di metri. Ma in salita, tolti gli sci, Jornet Burgada ha sorpassato il francese. Fatta? Nemmeno per sogno. Nell’ultimo pendio il francese ha sverniciato danzando in fuoripista il catalano, l’arrivo sul traguardo è stata una passerella e ha dovuto aspettare 22” per vedere Jornet Burgada sotto lo striscione “Vingschau”. Lotta col coltello tra i denti anche per il terzo posto tra Reichegger e Jaquemoud, col francese più lesto dell’altoatesino, terzo assoluto e primo espoir.
Alle loro spalle  sono finiti nell’ordine Holzknecht, Lanfranchi, Antonioli, Gachet, Anthamatten ed Ecoeur.
Nella gara nazionale si è distinto Alessandro Follador, primo  con un tempo niente male che lo pone al 12° posto.  Bene anche Zulian e Galizzi, giunti immediatamente alle sue spalle.
Apprezzato il percorso, molto impegnativo, e la scarsità di neve, in basso, non si è fatta sentire. Salite difficili, discese da brivido e tre tratti in assetto alpinistico hanno saziato la fame di fatica ed avventura degli scialpinisti. Organizzazione modello dell’ASV Martello in una gara che non era solo prova di Coppa del Mondo, ma anche di Coppa Austria, Coppa Alto Adige e Coppa Dolomiti.

ORDINE D’ARRIVO
Maschile
1 BON MARDION William FRA 1:52'40.1; 2 JORNET BURGADA Kilian SPA 1:53'02.9; 3 JACQUEMOUD Matheo FRA 1:54'42.2; 4 REICHEGGER Manfred ITA 1:55'17.6; 5 HOLZKNECHT Lorenzo ITA 1:57'29.9; 6 LANFRANCHI Pietro ITA 1:57'39.9; 7 ANTONIOLI Robert ITA 1:58'23.6; 8 GACHET Xavier FRA 1:58'28.9; 9 ANTHAMATTEN Martin SUI 1:59'17.2; 10 ECOEUR Yannick SUI 1:59'44.0
Femminile
1 ROUX Laetitia FRA 1:27'46.5; 2 MIRO' VARELA Mireia SPA 1:29'39.3; 3 PEDRANZINI Roberta ITA 1:31'52.1; 4 MARTINELLI Francesca ITA 1:31'57.9; 5 PELLISSIER Gloriana ITA 1:35'50.8; 6 TROILLET Marie SUI 1:37'53.4; 7 MATHYS Maude SUI 1:38'10.4; 8 GEX-FABRY Emilie SUI 1:40'45.6; 9 SWIDRAK Veronika AUT 1:42'51.8; 10 NICOLINI Elena ITA 1:44'38.7
 Gara FISI:
1 FOLLADOR Alessandro ITA 2:01'07.3; 2 ZULIAN Ivo ITA 2:02'05.4; 3 GALIZZI Davide ITA 2:03'25.5; 4 KUHAR Nejc SLO 2:03'51.1; 5 BECCARI Filippo ITA 2:06'08.5
Fonte Newspower

venerdì 23 marzo 2012

È RESSA IN VAL MARTELLO, 350 “MARMOTTE”! SFILATA DI CAMPIONI ALLA COPPA DEL MONDO DI SKIALP

Numeri record per il Trofeo Marmotta con i migliori atleti del mondo
Ci sono i leaders, ma anche tutti i protagonisti della Coppa del Mondo
Il percorso è pronto: duro, tecnico e spettacolare anche per il pubblico
Partenze scaglionate per giovani, donne e senior-master

Edizione da record, quella di domenica 25 marzo, per il Trofeo Marmotta che animerà la Val Martello (BZ).
Sono oltre 320 gli iscritti (ma si conta di arrivare ad oltre 350) a questa penultima prova di Coppa del Mondo, si attendono gli ultimi ritardatari, ma la start list è già ricca di tutti i protagonisti dello scialpinismo mondiale.
E quando si scrive tutti, si intendono davvero tutti quelli che non solo hanno possibilità di ambire al podio, ma anche a tutte le posizioni di rincalzo. I primi trenta senior domenica saranno in pole position sulla linea di partenza presso l’ex Hotel Paradiso. E dunque, solo per citare i primi, saranno scintille in un cielo sereno (così annunciano le previsioni meteo) tra Kilian Jornet Burgada, gli azzurri Manfred Reichegger e Lorenzo Holzknecht, William Bon Mardion, Martin Anthamatten, Pietro Lanfranchi, Matteo Eydallin, Valentin Favre e l’astro nascente Matheo Jaquemoud, che Jornet Burgada ha già scelto come compagno per gareggiare al prossimo Tour du Rutor, la massacrante gara valdostana del prossimo week end.
Tra le donne stesso copione, Laetitia Roux, Mireia Mirò Varela, Maude Mathys, Michaela Essl e Marie Troillet sono a caccia di punti in una classifica che al vertice è ancora compatta. Ma a scombinare i piani questa volta ci sono le italiane, o meglio le bormine. Inattese, forse per preparare anche loro il Tour du Rutor, saranno presenti sia Roberta Pedranzini che Francesca Martinelli, ma non dobbiamo dimenticare le altre azzurre Gloriana Pellissier, Corinne Clos, Elisa Compagnoni ed Elena Nicolini.
Se per il “parco atleti” è record in quanto a nomi e numeri, anche il tracciato si annuncia in condizioni ottimali, pur consapevolmente in una stagione avara di neve. Così i tracciatori coordinati da Egon Eberhofer hanno messo a punto un nuovo percorso, spettacolare ed impegnativo, assolutamente degno di una gara di Coppa del Mondo e pensato anche per il pubblico, che potrà seguire le fasi salienti nei pressi dei rifugi Nino Corsi e Martello.

LA RAPPRESENTATIVA PROVINCIALE DI SONDRIO DI CORSA CAMPESTRE A CORTENOVA

Il Comitato provinciale Fidal di Sondrio ha ufficializzato le convocazioni per la rappresentativa provinciale che domenica 25 marzo p.v. parteciperà al 15° Meeting di corsa campestre per rappresentative provinciali che si svolgerà a Cortenova in provincia di Lecco. Un tradizionale appuntamento al quale la provincia di Sondrio non manca mai di partecipare con una sua rappresentativa, a dir la verità piuttosto corposta, visto che da regolamento gareggeranno cinque atleti per ogni anno (dal 2002 al 1997) delle categorie esordienti, ragazzi e cadetti maschili e femminili. Le rappresentative allestite dalle Fidal Sondrio, da 4 anni a questa parte, sono diventate anche ambasciatrici della nostra valle grazie al sostegno dell’Assessorato allo sport della Provincia di Sondrio che ha fornito i giovani atleti con le divise ufficiali riportanti la “V” di Valtellina. E se anche c’è stata una staffetta in Provincia tra
Filippo Compagnoni Assessore allo Sport
Alberto Pasina e Filippo Compagnoni, quest’ultimo non ha mancato di rinnovare l’impegno e il sostegno dell’assessorato provinciale allo sport:”Anche in tempi difficili la Provincia di Sondrio mantiene vivo il proprio interesse a favore dello sport, in particolare per tutte le attività giovanili – ha dichiarato l’assessore Compagnoni -  Ritengo, infatti, che il sano agonismo contribuisca a un più completo sviluppo fisico ed emotivo dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze. Lo sport come sempre, in questo caso ancora di più trattandosi della corsa campestre - specialità dell’atletica, regina delle discipline - è un importante momento di confronto con se stessi e con i propri sogni, nonché misura del proprio spirito di sacrificio e di rispetto delle regole. Chissà che presto, anche grazie alle numerose associazioni sportive attive in provincia, possa aumentare il numero dei nostri campioni. In bocca al lupo, dunque, a tutti i partecipanti e un grande incoraggiamento a tutti gli infaticabili organizzatori e allenatori”. Forti di questo incitamento i giovani atleti della rappresentativa provinciale non mancheranno di onorare la maglia che indosseranno domenica sull’impegnativo tracciato di Cortenova, gareggiando insieme ai più forti coetanei di tutta la regione. E se l’anno scorso si chiuse al 4° posto con sei atleti sul podio, quest’anno l’obiettivo è sicuramente quello di riuscire a conquistare il 3° posto, un risultato che fin’ora la rappresentativa provinciale non mai riuscita ad acciuffare.


giovedì 22 marzo 2012

MONDIALE FREESTYLE SKI JUNIOR FIS DI VALMALENCO:NELLO SNOWPARK OGGI I TITOLI DI SLOPESTYLE,

Nuova pioggia di medaglie in Valmalenco, questa volta a premiare la prova più spettacolare e complessa: lo Slopestyle, che diverrà disciplina olimpica con le prossime Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Tra ampissimi salti compiuti staccando dai kick con “tricks” mozzafiato, montando su rails con le lamine a strisciare sul ferro, per poi riatterrare sulla neve, Devin Logan (USA) e Kai Mahler (SUI) hanno raccolto i migliori punteggi dai cinque giudici internazionali FIS chiamati a valutare le performance dei concorrenti.
L'italiana Giorgia Bertoncini strappa la miglior prestazione azzurra della giornata spingendosi a sorpresa ai piedi del podio, in quarta posizione; l'altoatesino Cristof Schenk non va oltre al 13° posto maschile.
La bergamasca Bertoncini esprime grande soddisfazione: “sono al mio secondo mondiale, primo di slopestyle. Non mi sono allenata molto per questa specialità perché in Valmalenco partecipo principalmente per le moguls, e trovarmi qui ai piedi del podio dello slopestyle mi rende davvero felice. Vedremo venerdì e sabato come andrà con le discese tra le gobbe!
Nota che farà piacere a tutti i riders della tavola ed ai freestyler dello sci, da domani il medesimo percorso che oggi ha ospitato la gara mondiale sarà aperto al pubblico, per emozioni davvero forti. Atleti, allenatori, giornalisti specializzati ed appassionati presenti hanno infatti evidenziato un interessante livello qualitativo del percorso così allestito: si preannuncia un finale di stagione in uno snowpark da divertimento mondiale.

Così le classifiche finali:
LADIES: 1. Devin Logan (USA); 2. Sjaastad Christiansen (NOR); 3. Sandra Dejin (SWE); 4. Giorgia Bertoncini (ITA); 5. Emilie Cruz (FRA); 6. Krystin Kapounova (CZE)

MEN: 1. Kai Mahler (SUI); 2. Oistein Braaten (NOR); 3. Jonas Hunziker (SUI); 4. Magnus Solheim (NOR); 5. Victor Berard (FRA); 6. Stridsberg Usterud (NOR)

 Alle premiazioni, i delegati FIS sono stati affiancati dal Presidente dell'Unione dei Comuni della Valmalenco Myriam Longhini, il Sindaco di Caspoggio Diego Negrini e il suo vice Ugo Agnelli, Diego Lenatti Direttore della Scuola Sci della Valmalenco: da loro i primi sei classificati hanno ricevuto il classico premio offerto nelle competizioni della Valmalenco, ovvero delle schegge di pietra ollare istoriata per l'occasione, a testimonianza della tradizione artistica, artigianale ed estrattiva del territorio.

NONDIALI JUNIORES oggi al Palù Finali SKI SLOPSTYLE


mercoledì 21 marzo 2012

AERIALS: EN PLEIN CINESE SUL MONDIALE JUNIOR FIS DI VALMALENCO

Sono Huilin Quan e Zhining Zhang i due nuovi campioni mondiali junior FIS per la specialità degli Aerials. I due ori in palio oggi in Valmalenco prendono la via dell'Oriente al collo dei due atleti cinesi, che hanno avuto la meglio sui concorrenti dopo una mattinata di spettacolari salti dai trampolini allestiti nel cuore della Ski-area del Palù, sino a sabato anfiteatro naturale dal quale godersi le discipline iconiche del freestyle ski: i salti Aerials, l'arrivo dello Slopestyle (22 marzo) e le gobbe delle discese Moguls e Dual Moguls (23 e 24 marzo).
La squadra cinese ha mostrato il proprio potenziale soprattutto nella classifica maschile, dove ha occupato ben due gradini del podio (primo e terzo) producendo anche un piazzamento al quarto posto.
Oggi nessun italiano si è cimentato nel programma di evoluzioni aeree svoltesi sotto lo sguardo attento di sette giudici, che hanno decretato queste graduatorie:
LADIES: 1. QUAN Huilin (CHN); 2. HUSKOVA Hanna (BLR); 3. MCKINNON Kiley (USA); 4. GRIDNEVA Alina (RUS);
5. KORSUNOVA Veronik (RUS); 6 RAMANOUSKAYA Alia (BLR)


MEN: 1. ZHANG Zhining (CHN); 2. LILLIS Jonathan (USA); 3. XINDI Wan (CHN); 4. WANG Shuang (CHN);
5. BOHONNON Mac (USA); 6. GLUSHAKOV Dmitry (BLR)

Presente in questi giorni in Valmalenco una delegazione del Comitato Organizzatore Olimpico di Sochi, impegnata in un tour europeo per perfezionare l'organizzazione delle olimpiadi invernali che tra due anni saranno ospitate nella località della Russia meridionale.
Visita pensata per un confronto organizzativo con una località altamente specializzata nelle discipline Freestyle Ski, in un momento cruciale quale l'effettuazione di un Campionato Mondiale come questo che, a dispetto della categoria Junior, presenta evidenti complessità.
"Sochi organizzerà l'evento su due comprensori distinti, divisi da circa 40km. In uno, cittadino, saranno ospitate le attività indoor e del ghiaccio, mentre nel secondo tutte le specialità 'alpine' e dello sci nordico. Per prepararci al meglio per queste ultime, qui in Valmalenco ci stiamo confrontando su molti aspetti operativi" dicono i delegati del C.O. russo a margine delle premiazioni alle quali ha partecipato anche uno dei suoi componenti, Alexander Savilov, con il Prefetto di Sondrio dott.ssa Erminia Rosa Cesari, l'Assessore al Turismo del Comune di Chiesa Valmalenco Gianfranco Comi e Floriano Lenatti responsabile del Soccorso Alpino.

FINALE AERIALS Maschile e Femminile


VANNO IN SVEZIA E GERMANIA I TITOLI FIS JUNIOR SKI-CROSS

Lo Ski Cross ha trovato in Valmalenco i suoi campioni mondiali junior: sono la tedesca Julia Eichinger e lo svedese John Eklund. Lungo la veloce pista dei Barchi, poca fortuna per i portacolori della Nazionale Italiana, che non è riuscita a piazzare i propri ragazzi entro la rosa dei migliori 8.
Così i classificati per categoria:

LADIES: 1. Julia Eichinger (GER); 2 Jurinde Mueller (SUI); 3.Emilie Benz (SUI); 4. Amelie Schneider (FRA);

5.Alizee Baron (FRA); 6. Priscilla Annen (SUI); 7 Bogner Verena (AUT); 8, India Sherret (CAN)

MEN: 1. John Eklund (SWE); 2. Terence Tchiknavorian (FRA); 3. Roman Ilin (RUS); 4. Kirill Merenkov (RUS);

5. Brant Crossan (USA); 6. Robert Dunn (CAN); 7. Sergey Ridzik (RUS); 8. Rodolphe Balocco (FRA)

Nel frattempo, anche i funamboli delle discipline acrobatiche hanno cominciato a prendere assaggi delle proprie piste, tra neve e cielo: chi sbarca nella ski-area dell'Alpe Palù dalla grande funivia Snow Eagle, oggi e domani viene accolto dai salti dei giovani freestyler dello sci. Questo 'riscaldamento' vedrà poi entrare nel vivo la contesa ai titoli mondiali Aerials (mercoledì 21 marzo) e Slopestyle (giovedì 22 marzo).
Discesi gli atleti dalle piste al centro di Chiesa in Valmalenco, la cittadina si è animata grazie al pubblico che è intervenuto con tutti loro alla cerimonia di apertura del Campionato Mondiale: la parata delle 31 nazionali lungo via Roma ha portato nella panoramica piazza SS. Giacomo e Filippo un migliaio di persone per un benvenuto caloroso offerto dalla località.
Dopo i saluti ufficiali della FIS portati dal Coordinatore Freestyle Ski Joseph Fitzgerald, che ha aperto ufficialmente i Campionati Junior Freestyle Ski a distanza di quattro anni dalla prima esperienza della specialità in Valmalenco, con le Grand Finals FIS 2008. “Dopo questo tempo ritrovo le stesse meravigliose montagne innevate sormontate da intensi cieli azzurri, nonché grande ospitalità e capacità organizzative, per un evento davvero intenso da gestire per numero di partecipanti e per tipologie di prove” ha detto il rappresentante FIS, constatando anche come “nelle competizioni in corso si stanno sicuramente sfidando i futuri olimpionici di Sochi 2014 e di Korea 2018” augurando infine loro ogni fortuna.
 Gli Amministratori locali e le autorità intervenute (i sindaci di Chiesa in Valmalenco Myriam Longhini, di Lanzada Marco Negrini e di Caspoggio Diego Negrini, con il vice-Presidente della Comunità Montana Dario Ruttico, il Presidente del Consorzio Turistico di Sondrio e Valmalenco Aldo Faggi e il rappresentante di Confocommercio Bruno Sem)  hanno poi ribadito lo spirito d'accoglienza che caratterizza la Valmalenco e la Valtellina, per voce del Sindaco di Chiesa in Valmalenco che ha sottolineato l'importante legame tra ospitalità, territorio ed eventi turistico-sportivi.
Sempre il Sindaco di Chiesa in Valmalenco Myriam Longhini ha accolto sul palco l'olimpionica dello Short Track Arianna Fontana, a cui Marco Negrini Sindaco di Lanzada, comune in cui è iniziata la folgorante carriera della pattinatrice su ghiaccio e di cui è originaria la madre, ha conferito una targa artistica in pietra ollare quale riconoscimento dei suoi meriti sportivi. Una presenza significativa, quella di Arianna Fontana, che a soli quindici anni si è aggiudicata la sua prima medaglia olimpica (bronzo sulla staffetta 3.000m Short Track), più giovane italiana della storia. “Partecipare ai giochi olimpici è una grande emozione che mi auguro possiate provare tutti voi” così la Fontana ha salutato il pubblico dei giovani sportivi, prima di formulare alcuni pensieri sui progetti futuri “ho già ricevuto un bronzo olimpico, sarebbe bello se a Sochi arrivasse qualcosa di maggior valore. Ma già parteciparvi sarà una nuova bella sfida”.
Infine, in segno di benvenuto, il Gruppo Bancario Credito Valtellinese, sponsor della manifestazione da sempre vicino alle iniziative della Valmalenco, ha omaggiato i Capitani delle Nazionali con vini DOCG di Valtellina e con pubblicazioni sul territorio Valtellinese editi dall'Istituto stesso.

lunedì 19 marzo 2012

La Ciaspoleda 2012 Tutte le foto


Ciaspoleda 2012 da record!

La Ciaspoleda di Livigno bissa il successo dello scorso anno e raddoppia facendo registrare iscrizioni record (quasi 800 al via) tra agonisti, amatori, gruppi e gli oramai immancabili amici a quattro zampe.
Si conferma così anche per il terzo anno consecutivo il successo per La Ciaspoleda di Livigno, partita in sordina nel 2010 ha di fatto dato prova di se nel giro di pochissimi anni richiamando oggi, sulle nevi di Livigno, quasi 800 ciaspolatori tra agonisti e amatori. Davanti a tutti loro, come lo scorso anno, degli ospiti d'eccezione: i cani da slitta del Centro Husky Village di Arnoga, che hanno fatto da apripista alla gara competitiva deliziando il vasto pubblico presente in zona partenza/arrivo.
 A vincere, nella prova competitiva de La Ciaspoleda, il bergamasco Davide Milesi che con questa vittoria si è aggiudicato anche il primo posto nel circuito Coppa Lombardia, di cui La Ciaspoleda fa parte assieme a La Ciaspolada di Vezza d'Oglio e la Ciaspalot di Val palot-Pisogne. Dietro di lui, con oltre 20 secondi di distacco, Alfredo Corsini e Ivan Bressanelli rispettivamente secondo e terzo nella classifica finale del Circuito Coppa Lombardia.
 Pronostici sovvertiti invece in campo femminile con una prova davvero a regola d'arte per la reggiana Isabella Morlini, podista dell'Atletica Scandiano, spodestando dal gradino più alto del podio la trentina Mirella Bergamo, la quale però si aggiudica il primo posto nella classifica del circuito Coppa Lombardia. Dietro di loro la beniamina di casa, Marianna Longa, che dopo aver rinunciato al duello con la Iozzia, ritiratasi a metà gara, ha deliziato pubblico e ciaspolatori presenti lungo tutto il percorso.
 Successivamente alla gara competitiva il via dei quasi ottocento appassionati che si sono divertiti dandosi battaglia lungo i due percorsi: uno breve di 3,5 km e uno per i più "esperti", della lunghezza di 7,5 km.
 
La giornata si è poi conclusa a Plaza Placheda con un ottimo pasta party e le premiazioni, non solo della gara agonistica ma anche di coloro che hanno partecipato alla camminata non competitiva, tra i quali il gruppo più numeroso, Associazione Noi Benefizi con ben 139 partecipanti; il più giovane e meno giovane, rispettivamente andato a Nicola Stucchi (2011) - Aurora Zini (2011) e a Anna Maria Bormolini (1934) - Ottavio Bormolini (1940) e molti altri premi a sorteggio.
Arrivederci al 17 marzo 2013!

domenica 18 marzo 2012

LA CIASPOLEDA 2012 A "ISABELLA MORLINI E DAVIDE MILESI

DAVIDE MILESI
ISABELLA MORLINI
Podio Maschile DAVIDE MILESI  32.04.93
               ALFREDO CORSINI       32.25.83
               IVAN BRESSANELLI     32.32.33
Podio Femminile ISABELLA MORLINI  36.49.60
MIRELLA BERGAMO 38.14.27
MARIANNA LONGA  39.09.89
I coniugi Martinelli-Confortola, dopo la regia della gara, hanno chiuso la loro fatica
sia Giovanna che Gigio al quarto posto in questa terza edizione. 
A BREVE ONLINE TUTTE LE FOTO DELLA GARA E DELLE PREMIAZIONI.

sabato 17 marzo 2012

L'AZZURRA STEPHANIE SANTER CONQUISTA LA FIS MARATHON CUP 2012

Grazie al secondo posto alla Birkebeinerrennet svoltasi oggi in Norvegia, la fondista di Dobbiaco conquista la Coppa del Mondo delle granfondo nordiche. Alla prima esperienza nel circuito delle Lunghe Distanze, Stephanie Santer ha mantenuto una regolarità di risultati nelle 8 gare a cui ha partecipato che le ha consentito di vincere la sfera di cristallo della FIS Marathon Cup 2012.
Tra gli uomini vittoria odierna di Anders Aukland con Florian Kostner migliore degli italiani, undicesimo, e primo degli azzurri nella classifica generale (sesto posto) della FIS Marathon Cup 2012 vinta dal ceco Stanislav Rezac.

Nonostante il ruolo di rookie nella FIS Marathon Cup, Stephanie Santer ha sbaragliato il campo delle avversarie scandinave e svizzere, e conquista la sfera di cristallo nell'ultima gara del circuito, la Birkebeinerrennet. Sulle nevi di Lillehammer la fondista altoatesina ottiene la seconda piazza inserendosi tra le dirette avversarie e pretendenti al titolo finale: la svizzera Seraina Boner (vincitrice anche lo scorso anno lungo i 54 chilometri da percorrere in tecnica classica) e la svedese Jenny Hansson, oggi terza classificata.
Al termine della gara i conti sono presto fatti: Stephanie Santer conquista la FIS Marathon Cup con 511 punti davanti a Seraina Boner (485 points) e a Jenny Hansson (442 points). Antonella Confortola chiude all'ottavo posto con 252 punti.
«Non nascondo che questa mattina sentivo un po' di pressione perché sapevo che dovevo fare una buona gara per poter conquistare la Coppa - commenta Stephanie Santer - Non conoscevo il tracciato, se non i primi 15 chilometri, e quando mi son trovata in mezzo alle salite mi sono chiesta spesso quando queste finissero». Forse, con il senno del poi, l'essere all'esordio alla Birkebeiner, è stata una fortuna: «Si esatto, perché non sapevo dove attaccare, e allora sono andata regolare» prosegue la Santer, ma c'è stato un momento chiave nella gara dell'azzurra: «Quando ho raggiunto Antonella (l'azzurra Confortola è giunta quarta all'arrivo, ndr) e ho intravisto la svedese Hansson ho capito che poteva essere la mia chance - ha concluso una radiosa Stephanie - e ho dato tutto quello che avevo: finire al secondo posto e vincere la classifica generale è meraviglioso».
Tra gli uomini ottima prova del gardenese Florian Kostner che chiude all'undicesimo posto assoluto la Birkebeiner e conclude in sesta posizione il ranking finale della FIS Marathon Cup. Anche per lui, come per la fidanzata Santer, la partecipazione alle gare della Worldloppet ha rappresentato una "prima volta", sfiorando il podio in due occasioni, alla Transjurassienne e alla Finlandia Hiihto. «Essere esordiente nel circuito Worldoppet mi ha consentito di scoprire molte cose di queste competizioni, e per il prossimo anno avremo molta più esperienza e potremo fare più concorrenza ai fondisti scandinavi» ha commentato Florian. Nella classifica generale gli altri azzurri della Nazionale di Lunghe Distanze: 8° Sergio Bonaldi (con due secondi posti), 11°Fabio Santus (con la vittoria alla Dolomiten Lauf), 18° Marco Cattaneo, 22° Simone Paredi, 28° Cristian Zorzi (terzo alla Engadin Skimarathon) e 33° Bruno Carrara.

Norvegia
Birkebeinerrennet 54Km CT
Classifica Maschile
1 Anders Aukland NOR 2:21:34
2 Roger Aa Djupvik NOR 2:21:58
3 Espen Harald Bjerke NOR 2:22:09
11 Kostner Florian ITA 2:26:31
25 Marco Cattaneo ITA 2:29:58
27 Simone Paredi ITA 2:29:59

Classifica Femminile
1 Seraina Boner SUI 2:47:03
2 Stephanie Santer ITA 2:50:08
3 Jenny Hansson SWE 2:50:37
4 Confortola Antonella ITA 2:51:37

DOMANI, EDIZIONE DA RECORD PER LA CIASPOLEDA DI LIVIGNO, SUPERATA QUOTA 700 ISCRITTI

Alla gara con le racchette da neve di domani 18 marzo assisteremo al duello “invernale” tra la regina di casa Marianna Longa, e la forte maratoneta Ivana Iozzia, le due atlete che si sono spartite le ultime 7 edizioni della Stralivigno (la maratonina che si svolge in estate). Tra i maschietti l’uomo da battere è il bergamasco Davide Milesi.Tra i maschietti l'uomo da battere è il bergamasco Davide Milesi.
C'è una sfida "estiva" che è destinata a ripetersi la prossima domenica sulle nevi di Livigno, ed è quella tra l'ex fondista azzurra Marianna Longa e la fortissima podista Ivana Iozzia. Infatti è dal 2005 che le due avversarie (ma amiche nella vita) si spartiscono il gradino più alto del podio con un bilancio di quattro vittorie per la fondista livignasca contro tre della maratoneta di Como (per Marianna le vittorie salgono a cinque se consideriamo anche quella del 2000, l'edizione di esordio della mezza maratona d'altura di Livigno che si tiene a cavallo tra luglio e agosto e che attira oltre mille posti.)

Numeri importanti anche in vista della Ciaspoleda di domani 18 marzo che oltre alle due stelle dell'endurance nazionale, vedrà "metà di mille" partecipanti sfidarsi nell'evento amatoriale con le racchette da neve.
E non solo appassionati, perché al via ci sarà anche Davide Milesi, il maratoneta bergamasco (con un lungo palmares nello scialpinismo) che ha trovato nelle ciaspole una seconda giovinezza. Milesi infatti sarà al via con il pettorale numero 1 in quanto vincitore della passata edizione e leader della classifica parziale del trittico "Coppa Lombardia" che unisce le principali gare della regione: dopo la Caspolada di Vezza d'Oglio dello scorso 4 febbraio e la Ciaspalot a Pisogne (BS) del 3 marzo, la Ciaspolèda di Livigno chiude il circuito. E se Milesi è il favorito tra gli uomini occhi puntati su Mirella Bergamo dell'Atletica Valsugana che, dopo il secondo posto dello scorso anno, potrebbe guastare i piani a Longa e Iozzia.
E in vista della Ciaspoleda confermati i due tracciati messi a punto dall'organizzazione: il percorso di 7,5 chilometri per la prova competitiva, mentre per la camminata sono previsti due itinerari di 7,5 e 3 chilometri.
Il via della gara è fissato per le 11 di domenica 18 marzo, con partenza e arrivo dal Centro Fondo di Livigno, e poi tutti a Plaza Placheda per il pasta party e le premiazioni
   DA LUNEDI ONLINE TUTTE LE FOTOGRAFIE DELLA GARA E DELLE PREMIAZIONI


venerdì 16 marzo 2012

FIS SNOWBOARD CROSS 2011-2012 IN VALMALENCO DOMINIQUE MALTAIS ALZA LA COPPA DI SPECIALITÀ

Concluso il doppio appuntamento con l'assegnazione del titolo di specialità maschile (Vaultier) e femminile (Maltais)  all'apertura delle gare, raccoglimento in memoria dei bimbi belgi morti nello straziante incidente stradale in Svizzera domani i verdetti in slalom parallelo – in corsa per il titolo maschile l'azzurro Roland Fischnaller Valmalenco (SO) – Lo sport, specie in giornate decisive di un'intera stagione come oggi, può essere agonismo e festa, ma non dimentica anche la partecipazione alla solidarietà sociale. Le piste di gara e l'intero comprensorio sciistico della Valmalenco, infatti, alle ore 11.00 oggi si sono fermate in raccoglimento, prima di iniziare il programma ufficiale delle
competizioni. Atleti, gli uomini dell'organizzazione, turisti e sciatori si sono trattenuti in silenzio per un minuto e con loro anche gli impianti hanno fermato i motori in segno di vicinanza alle famiglie dei bimbi belgi e dei loro accompagnatori deceduti nel tristemente noto incidente stradale consumatosi due giorni fa in Svizzera.
Lutto qui sentito molto da vicino, poiché la Valmalenco è da anni una delle mete favorite per le settimane bianche di questi piccoli ospiti.
Un applauso ha improvvisamente rotto il silenzio assoluto irrealmente calato sulle cime alpine della valle e con una comprensibile commozione il programma sportivo ha così preso il via.
Nella Big Final Femminile la Maltais ha controllato la sua inseguitirice e connazionale Maelle Ricker (CAN), accontentandosi di un piazzamento ai piedi del podio e concludendo rispettivamente quarta e quinta. Risultato che ha permesso a Dominique Maltais di alzare il Crystal Globe di specialità.
Coppa maschile assegnata invece a Pierre Vaultier (FRA) che oggi non ha potuto presentarsi né al via né ai festeggiamenti ufficiali della consegna della coppa di cristallo a seguito dell'infortunio riportato dopo la caduta della gara di mercoledì scorso, sul medesimo tracciato della Valmalenco. Il podio di categoria per Konstantin Schad (GER), Andrey Boldykov (RUS) e Luis MARIN TARROCH (AND) ha assestato l'ultimo colpo di coda di una stagione davvero combattuta: il russo Boldykov, con il secondo posto di oggi, si è assicurato anche il secondo posto di classifica, sopravanzando all'ultima prova lo statunitense Nate Holland, non qualificatosi per le Finals di giornata.
In entrambe le categorie, fuori sia dalla Big Final che dalla Small Final gli atleti Azzurri.
Lo sforzo organizzativo della Valmalenco continua: in un contesto climatico davvero ottimale per il pubblico, domani si attende l'ultima prova di Slalom Parallelo, che svelerà i nuovi campioni di specialità. In campo maschile, l'altoatesino Roland Fischnaller è impegnato in una rincorsa al titolo del tutto inedita e storica per la Nazionale Italiana, contro l'attuale leader di classifica Andreas Promegger (AUT). Tra i due, 600 punti di distacco, che mostrano un'impresa ardua ma non impossibile per l'italiano.
Così le classifiche di oggi:

LADIES:1. HERNANDEZ Jacqueline (USA); 2. MOENNE LOCCOZ Nelly (FRA); 3. GILLINGS Zoe (GBR); 4. MALTAIS Dominique (CAN); 5. RICKER Maelle (CAN); 6 TRESPEUCH Chloe (FRA)
 MEN: 1. SCHAD Konstantin (GER); 2. BOLDYKOV Andrey (RUS); 3. MARIN TARROCH Luis (AND); 4. RAMOIN Tony (FRA); 5. SIVERTZEN Stian (NOR); 6. SPEISER David (GER)
La coincidenza di un sabato dal clima mite e soleggiato, un buon mantenimento generale delle piste e la completa apertura degli impianti lascia prevedere per domani una grande festa di sport e di pubblico per tifosi ed appassionati in Valmalenco, che si conferma come uno dei comprensori turistici invernali nel cuore delle Alpi della Valtellina e della Lombardia.
Domani, sabato 17 marzo, appuntamento televisivo con la diretta dello Slalom Parallelo su RAISPORT 2 dalle ore 13.00 e differita EUROSPORT 2, alle ore 17.00.
La macchina organizzativa dopo questo appuntamento non si ferma: dalla prossima settimana la Valmalenco ospiterà i Campionati Mondiali Juniores FIS Freestyle Ski (20-24 marzo), seguiti dai Campionati Italiani FISDIR (29-31 marzo). Info: Ufficio Stampa Valmalenco Freestyle Sky & Snowboard 2011-2012 c/o Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco
Carlo Fognini

giovedì 15 marzo 2012

ULTIMA TAPPA, PRIMI VERDETTI:LA FIS SNOWBOARD WORLD CUP 2011-2012 FESTEGGERÀ DOMANI I TITOLI DI SNOWBOARD CROSS IN VALMALENCO

Giornata di qualifiche caratterizzata da numerose cadute, che hanno mietuto vittime eccellenti, tra
cui l'asso australiano Alex Pullin e l'italiano Emanuel Perathoner.
Nella categoria Ladies si riconfermano in corsa tutte e tre le capo-lista: le due Canadesi Dominique Maltais e la sua prima inseguitrice Maelle Ricker, con la bulgara Alexandra Jecova quale terza incomoda. Per l'assegnazione del titolo,si attende il responso dell'ultimo traguardo da tagliare per la stagione, quello della Valmalenco.
Raffaella Brutto, ricompresa nella quarta bracket dei quarti di finale di domani, sarà l'unica Azzurra in gara.
Sei, invece, gli italiani tra i 48 Men partenti, come accadde già la scorsa gara. Questa volta non raggruppati in scontri diretti, Visintin, Matteotti, Leoni, Godino, Cordi e Schiavon sono chiamati a ripetere la convincente prova già mostrata mercoledì, sempre sulla pista che parte dai 2.000 metri dell'Alpe Palù.
Doppia diretta TV di quest'ultima prova di Snowboard Cross venerdì 16 su RAISPORT 1 e su EUROSPORT 2, a partire dalle ore 11.00.
Sabato 17, invece, spazio allo slalom parallelo. Anche in questo caso classifiche tutte da decidere all'ultimo
piazzamento, con l'azzurro Roland Fischnaller in corsa per la coppa di cristallo maschile.
La gara sarà trasmessa in diretta su RAISPORT 2 a partire dalle ore 13:00 e in differita da EUROSPORT 2 alle 17:00.

mercoledì 14 marzo 2012

FIS SNOWBOARD WORLD CUP 2011-2012 PER I TITIOLI DI BOARDER CROSS (SBX) TUTTO RIMANDATO A VENERDÌ


MEN: le teste di serie Holland e Vaultier (infortunato) non vanno oltre la small final – Azzurri piazzati
LADIES: Ricker vince, Maltais quarta e classifica ancora aperta – fuori ai quarti Raffaella Brutto
La penultima gara di Snowboard Cross della Coppa del Mondo Snowboard FIS 2011/2012 ha confermato il clima combattuto della stagione: colpi di scena a ripetizione, ma nessuno che permettesse l'aggiudicazione matematica del titolo in anticipo rispetto all'appuntamento conclusivo di specialità, sempre in Valmalenco, venerdì 16
marzo prossimo.
Nella Big Final femminile, la leader di classifica Dominique Maltais (CAN) è stata superata dalla sua connazionale e diretta inseguitrice Maelle Ricker che ha tagliato per prima il traguardo di Valmalenco, mentre la Maltais si è fermata ai
peidi del podio, quarta. Classifica quindi davvero aperta ad ogni risultato che tra due giorni potrà decidere la stagione femminile.
Fuori ai quarti di finale di giornata l'unica azzurra in gara, la genovese Raffaella Brutto.
BIG FINAL: 1. Maelle RICKER (CAN); 2. Alexandra JEKOVA (BUL); 3. Nelly MOELLE LOCCOZ (FRA); 4. Dominique
MALTAIS (CAN), 5. Chloe TRESPEUCH (FRA); 6. Zoe GILLINGS (GBR)
SMALL FINAL: 7. Meille FRANCON (SUI); 8. Jacqueline HERNANDEZ (USA); 9. Belle BROCKHOFF (AUT); 10. Faye
GULINI (USA); 11. Emille AUBRY (SUI); 12. Maria RAMBERGER (AUT)

La lotta al titolo maschile ha visto i contendenti Holland e Vaultier fuori dai giochi per la vittoria (andata al Norvegese Sivertzen), entrambi relegati nella “small final” per il settimo posto, alla quale il capoclassifica Vaultier non ha preso
parte perché ancora dolorante dopo una pesante caduta rimediata all'ultimo salto della semifinale. Defaillance non colta dallo statunitense Holland, che ha mancato l'accesso alla big final piazzandosi nono della giornata.
Tra i sei azzurri schierati questa mattina, il migliore è stato Luca Matteotti da Aosta (quarto), seguito dall'altoatesino Emanuel Perathoner (sesto) e dal trentino Alberto Schiavon che ha chiuso settimo, aggiudicandosi la small final in volata, avendo la meglio sull'asso australiano Alex Pullin (ottavo).
BIG FINAL: 1. Stian SIVERTZEN (NOR); 2. Alex TUTTLE (USA); 3. Tony RAMOIN (FRA); 4. Luca MATTEOTTI (ITA);
5. Hagen KEARNEY 6. (USA); Emanuel PERATHONER (ITA)
SMALL FINAL: 7. Alberto SCHIAVON (ITA); 8. Alex PULLIN (AUS); 9. Patrick HOLLAND (USA); 10. Konstantin SCHAD
(GER); 11. David SPEISER (GER); 12. Pierre VAULTIER (FRA).
Dopo le flowers ceremonies svoltesi a termine delle discese nel parterre di arrivo, il centro di Chiesa Valmalenco è stato protagonista delle premiazioni ufficiali, a margine delle quali pubblico ed atleti sono stati accolti da un rinfresco offerto dall'Associazione Commercio e Turismo e dall'Associazione Albergatori della Valmalenco, con la collaborazione del

Gruppo di Protezione Civile ed il Gruppo “le Rododendre”, in segno di viva ed ospitale accoglienza.

Anche quest'anno non si è mancato di osservare l'usanza di premiare gli atleti saliti sul podio con schegge di pietra ollare decorata con i loghi ufficiali della manifestazione, particolarità nel cerimoniale delle gare ospitate in Valmalenco e testimonianza dell'artigianato artistico storicamente radicato sul territorio.

Domani si ricomincia daccapo sui 260 metri di dislivello della pista dei Barchi che portano dai 2.010 metri dell'Alpe Palù sino ai 1.750 metri della località Bragna, con le qualificazioni per l'ultima gara di Snowboard Cross di dopodomani.

Venerdì 16 la gara sarà trasmessa in diretta TV su RAISPORT 1 e su EUROSPORT 2 a partire dalle ore 11.00.

Sabato 17, invece, spazio allo slalom parallelo. Anche in questo caso classifiche tutte da decidere all'ultimo piazzamento, con l'azzurro Roland Fischnaller in corsa per la coppa di cristallo maschile.

La gara sarà trasmessa in diretta su RAISPORT 2 a partire dalle ore 13:00 e in differita da EUROSPORT 2 alle 17:00.