martedì 31 luglio 2012

OROBIE SKYRAID 2012:INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA!

Mancano cinque giorni alla competizione di skyrunning che vedrà i migliori interpreti sfidarsi ai piedi del massiccio della Presolana, in alta Valle Seriana. Più di 250 gli atleti al via e tra i favoriti spiccano oltre ai soliti noti anche una coppia basca.
Agosto si sa è tempo di ferie e se i più stanno iniziando a fare il conto alla rovescia per la tanto ambita vacanza, per gli skyrunner il countdown li porterà a domenica 5 agosto alla attesissima Orobie SkyRaid, sesta edizione della competizione disegnata ai piedi della regina delle Orobie: la Presolana. Un percorso suggestivo, rivisto dall’organizzazione Fly-Up Sport di Mario Poletti, che per tecnicità e spettacolarità saprà soddisfare gli skyrunner di tutti i livelli, dal professionista ai numerosi amatori che si avvicinano a questa disciplina. 22 i chilometri da percorrere per un dislivello totale di 1700 metri.

Oltre 250 gli atleti attesi al via, tra di loro i migliori interpreti della disciplina: il russo naturalizzato italiano Michael Mavleev, il fiuliano Tadei Pivk, e ancora Daniele Cappelletti del team Scott e Fabio Bonfanti. Tra le donne occhi puntati su Debora Cardone e Paola Romanin, ma tra le favorite anche Silvia Serafini e l’atleta di casa Carolina Tiraboschi. Ma non ci saranno solo gli italiani a gareggiare, direttamente dai Paesi Baschi una giovane coppia di sposi Jokin Lizeaga Mitxelena e Ainhoa Jauregi Zubeldia: uniti nella vita e nella passione per la corsa in montagna, daranno del filo da torcere agli atleti di casa. Poiché le iscrizioni sono ancora aperte, non è da escludere l’adesione di qualche altro nome determinante per la classifca, infatti fino alle 12.00 di venerdì 3 agosto 2012 tutto è ancora possibile.

A rendere ancora più avvincente la competizione il fatto che si tratti di una gara nella gara, poiché Orobie SkyRaid è la prova conclusiva della Garmin Orobie SkyComb, la combinata per somma di tempi con la competizione Orobie Vertical andata in scena lo scorso 2 giugno.

Ma non solo sport come competizione, è previsto anche un momento di svago per tutte le famiglie che accorrono numerose a tifare gli atleti. Alle 9.15 verrà dato lo start alla quarta edizione di "Family Run Corri coi Campioni": i tanti appassionati in attesa che gli atleti taglino il traguardo potranno divertirsi lungo un tracciato di 6 chilometri con dislivello di 400 metri accompagnati da grandi nomi dell’atletica, del ciclismo e dello sci , tra cui Fabio Maj, Beppe “Turbo” Guerini, Paolo Savoldelli e Migidio Bourifa, solo per citarne alcuni. E terminate le fatiche un gustoso pranzo all’aperto nel favoloso prato della Conca della Presolana li attenderà per ritemprarsi dalle fatiche.

Per quanto riguarda gli aspetti logistici i pettorali verranno distribuiti dalle ore 7,00 alle ore 8,30 presso il quartier generale in localita’ Donico a Castione della Presolana. La quota d’iscrizione darà diritto ad un pacco gara composto da una maglia tecnica Scott, una confezione di Lcarnitina di Fast&Up, pettorale e il buono per il pasta party. Partenza alle ore 9.00 e arrivo dei primi atleti previsto per le 11.15, a seguire nel pomeriggio le premiazioni dalle 14.30.

Per ulteriori informazioni: www.orobieskyraid.it

lunedì 30 luglio 2012

13^ Stralivigno Foto Gara e Premiazioni

                          

                                                          TUTTE LE FOTO QUI

28 Luglio STRALIVIGNO GIOVANILE

    
260 sono stati i giovani che hanno dato vita all'evento inaugurale della STRALIVIGNO 2012.
                                                           TUTTE LE FOTO QUI

domenica 29 luglio 2012

Buona la prima per Abrahm Eshak: è sua la Stralivigno 2012


Alla prima partecipazione l’eritreo naturalizzato svizzero Abrahm Eshak domina la mezza maratona di Livigno lasciando la piazza d’onore a Said Boudalia, terzo il romano Daniele Troia.
Tra le donne successo (è il quarto in carriera) di Ivana Iozzia sulla fondista Veronica Cavallar ed Eleonora Bazzoni.

È l’outsider che non ti aspetti, l’iscritto a poche ore dal via. Abrahm Eshak, nato in Eritrea 27 anni fa ma ticinese di adozione (e di passaporto), vince, ma sarebbe il caso di dire stravince, la Stralivigno edizione numero tredici, la mezza maratona in montagna che richiama ogni anno un migliaio di appassionati runner d’alta quota.

In realtà Abrahm Eshak, alla prima partecipazione alla gara valtellinese (con iscrizione last minute giunta ieri sera…), mantiene un atteggiamento prudente nella prima parte di gara, lasciando al più esperto Said Boudalia (marocchino di stanza a Cesiomaggiore, Belluno) l’onere di dettare il ritmo fino a metà tracciato. Alle spalle dei due fuggitivi un gruppo di italiani cerca di colmare il divario di oltre due minuti accusato a metà percorso: il laziale Daniele Troia del Running Club Futura di Rocca di Papa (RM), Devis Licciardi di Cairate (Varese) portacolori dell’Aeronautica Militare e il piemontese Luca Massimino del GS Roata Chiusani di Cuneo. Nel gruppo degli inseguitori anche Gianluigi Martinelli, il livignasco che sui sentieri di casa resta coperto per sferrare l’attacco al momento opportuno. A onore di cronaca, va riportato che tra gli inseguitori c’è anche il belga Krijn van Koolwijk, già a podio nel 2002 e 2006, ma iscritto nella categoria “non competiva” in quanto la Stralivigno è classificata come gara nazionale.

È nella seconda parte di gara che tutto si risolve, con l’attacco di Abrahm Eshak (che difende i colori del Comacina MyNews di Lugano) che lascia a Boudalia la piazza d’onore e si invola verso un successo meritato, fermando il cronometro sul tempo di 1:17’36” che rappresenta una delle migliori prestazioni delle ultime edizioni della Stralivigno. Al secondo posto, con un distacco dal vincitore di 1’50” giunge Said Boudalia (terza partecipazione alla Stralivigno), mentre alle sue spalle giunge il belga Van Koolwijk che lascerà il terzo gradino del podio a Daniele Troia. L’enfant du pais Martinelli resta ai piedi del podio, ma la sua gara è da incorniciare, mentre Devis Licciardi batte allo sprint Luca Massimino.

Tra le donne netta vittoria di Ivana Iozzia: la comasca del team Corradini Rubiera chiude con il tempo di 1:28’55” e porta così a quattro i suoi successi alla Stralivigno, e riduce il divario con Marianna Longa a uno scarto di una sola vittoria. Sotto lo striscione d’arrivo a Plaza Placheda, Iozzia (al quinto successo consecutivo nell’ultimo mese) rifila 5’29” alla trentina Veronica Cavallar, fondista prestata alla corsa per una domenica, che taglia il traguardo soddisfatta per una prestazione inattesa alla vigilia. Terzo posto per la sassarese Eleonora Bazzoni del Running Club Futura. Al quarto posto Marianna Longa, che ha voluto partecipare alla Stralivigno anche in vista della partecipazione alla Maratona di New York del prossimo novembre.

Come già anticipato, a vincere la classifica della prova “non competitiva” valevole per i runner non tesserati è stato il belga Krijn Koolwijk Krijn su Luca Nascimbeni del Triathlon Alto Adige Team e terzo Thomas Bormolini di Livigno. Tra le donne è la russa Natalia Zernova ad alzare le braccia al cielo, ai danni della rossocrociata Maya Chollet e terza classificata Lorena Bormolini di Livigno.

Spazio alla gara a staffetta con il successo di Mirko Pedroli e Massimiliano Taverna tra i maschi, mentre nella graduatoria femminile vince il duo Maria Rossini e Michela Acquistapace; tra le coppie miste è Matteo Bradanini e Giulia Compagnoni a dominare.

Conferme di numeri anche nella gara non competitiva di Nordic Walking, che ha visto schierati al via quasi duecento walkers, a riprova che dal laghetto Luigion al traguardo la Stralivigno “Nordic” è un evento alla portata di tutti!

CLASSIFICHE    A Breve online foto e video delle gare giovanili e STRALIVIGNO

FIRME SPAGNOLA E AMERICANA AL GIIR DI MONT CASTANYER E ENMAN NELLA GARA DI PREMANA (LC)

Tofol Castanyer Bernat è irresistibile e vince la 20.a edizione Primo successo americano al Giir di Mont con Kasie Enman Gara dei record con 830 iscritti e l’AS Premana si prende mille complimenti La Mini SkyRace vinta da Gyorgy Szabolcs Istvan e Debora Cardone

Tofol Castanyer Bernat e Kasie Enman, rispettivamente con i colori di Spagna e USA, hanno messo la propria prestigiosa firma sulla 20.a edizione del Giir di Mont di Premana (Lecco), unica prova italiana della Skyrunner® World Series.

In una splendida giornata di sole, col caldo a mettere in difficolta gli 830 skyrunners, non sono mancati i colpi di scena, con la vittoria maschile concretizzata nell’ultima discesa dei 32 km e 2400 metri di dislivello attraverso i 12 alpeggi premanesi.

Tofol Castanyer Bernat infatti ha controllato la gara alle spalle dei primi, poi nel finale ha allungato vistosamente relegando al secondo posto il britannico Tom Owens e al terzo Luis Hernando Alzaga. Significativo il quarto posto del lecchese Nicola Golinelli e migliore della pattuglia azzurra in questa gara di Coppa del Mondo.

La statunitense Kasie Enman ha messo tutte d’accordo fin dalle prime battute involandosi da sola al comando. Ha vinto con ben 18’ sulla trevisana Silvia Serafini, autentica sorpresa di giornata. Al femminile è stato sovvertito ogni pronostico, che dava per favorite le spagnole e la svedese Emelie Forsberg. Sul podio al terzo posto è salita poi la spagnola Oihana Kortazar Aranzeta.

La Mini SkyRace, gara “breve” di 20 km, ha pure registrato un successo straniero, quello del rumeno Gyorgy Szabolcs Istvan, e c’è mancato poco anche al femminile perché, alle spalle della vincitrice Debora Cardone, si è piazzata l’andorrana Stephanie Jimenez.

Per l’AS Premana l’edizione dei quattro lustri è decisamente da incorniciare, numeri da record, diretta RAI di oltre un’ora e mezzo, un sacco di gente ad applaudire i concorrenti ed un percorso sempre più oggetto di complimenti. L’organizzazione di Premana è stata come sempre ad altissimo livello, merito soprattutto dell’apporto di centinaia di volontari.


Giir di Mont – classifica maschile

1 Castanyer Bernat Tofol ESP Salomon Santiveri 3:19:19; 2 Owens Tom GBR Salomon 3:21:24; 3 Hernando Alzaga Luis Alberto ESP Selección Aragonesa Fam-Grifone 3:22:52; 4 Golinelli Nicola ITA Arc'teryx 3:24:19; 5 Zinca Ionut Alin ROU Valetudo Skyrunning Italia 3:27:00; 6 Cappelletti Daniele ITA A.T.L. Trento 3:27:59; 7 Caballero Ortega Miguel ESP Team La Sportiva 3:29:19; 8 Lizeaga Jokin ESP Euskal Mendizale Federazios- Euskal Sele 3:29:59; 9 Pinsach Rubirola Marc ESP Catalunya 3:30:12; 10 Brunod Dennis ITA Polisportiva Mont Avic 3:31:07

Giir di Mont – classifica femminile

1 Enman Kasie USA Salomon 3:45:50; 2 Serafini Silvia ITA Salomon Carnifast 4:04:26; 3 Kortazar Aranzeta Oihana ESP Salomon Santiveri 4:08:49; 4 Serrano Blanca Maria ESP Hockey Alcala 4:10:33; 5 Forsberg Emelie SWE Salomon 4:12:58; 6 Vokueva Zhanna RUS Russia 4:13:21; 7 Dominguez Azepleta Nuria ESP Team La Sportiva 4:18:18; 8 Maiora Maite ESP Euskal Mendizale Federazios- Euskal Sele 4:18:35; 9 Brizio Emanuela ITA Valetudo Skyrunning Italia 4:20:14; 10 Lafaye Celine FRA   4:21:38

Mini SkyRace – classifica maschile

1 Szabolcs Istvan Gyorgy ROU Valetudo Skyrunning Italia 1:45:17; 2 Gusmeroli Alessandro ITA Team Valtellina 1:49:54; 3 Nappo Davide ITA Team Valtellina 1:51:49; 4 Goretti Stefano ITA Libero 1:53:49; 5 Martocchi Dario ITA Merathletic 1:54:07

giovedì 26 luglio 2012

TREDICESIMA STRALIVIGNO:NON PUO' CHE ESSERE FORTUNATA!!

Ha richiamato un migliaio di podisti la Stralivigno che domenica 29 luglio vedrà l’ennesimo duello per il podio femminile tra Marianna Longa e Ivana Iozzia, ma attenzione a Veronica Cavallar. Sabato pomeriggio il convegno “Ultramaratona: aspetti nutrizionali, funzionali e tecnici" ricco di spunti per diffondere la cultura della corsa di resistenza.
Una classica di mezza estate. Si presenta così la Stralivigno, pronta ad accogliere domenica il “solito” migliaio di podisti che si sfideranno sui 21 chilometri disegnati nella corona di monti che circonda il piccolo paese dell’alta Valtellina.
Madrina d’obbli
go la regina di casa, Marianna Longa che, abbandonati i panni di fondista professionista non ha certo perso il piacere di correre sui sentieri di casa. Lei qui è la vera padrona di casa, ma non è detto che “mamma Mary” sia ancora una volta la favorita per il successo finale. Infatti a ripetere la quasi decennale sfida per il gradino più del podio femminile, è giunta l’iscrizione di Ivana Iozzia, la ragazza di Como che a Livigno ha già trionfato tre volte (l’ultima esattamente un anno fa) e che vorrebbe accorciare le distanze da Marianna, che invece vanta ben cinque vittorie. Ma attenzione al terzo incomodo: la trentina Veronica Cavallar, azzurra del fondo ha deciso di schierarsi nella Stralivigno, e potrebbe essere proprio lei a far saltare il banco. Sarà ancora una volta una sfida fino all’ultimo metro che poi si scioglierà nel consueto abbraccio tra le tre pretendenti.

L’attesa per gli Elite uomini
Tra gli uomini, in attesa di completare la starting list, ha già dato conferma il 38enne podista Carlo Ratti che lo scorso anno si piazzò al secondo posto, alle spalle del solo Khalid Ghallab, marocchino che difende i colori del Gruppo Città di Genova. Alla partenza, al fianco della moglie Cavallar solo per pochi metri dopo il via, anche Bruno Carrara, il fondista azzurro delle lunghe distanze che non disdegna la corsa a piedi. Per completare l’elenco degli atleti Elite si dovrà aspettare, come di consueto la giornata di sabato.

Ministralivigno
Intanto, sarà proprio la vigilia della 13esima Stralivigno che si anima del futuro della corsa a piedi. Infatti la giornata di sabato 28 luglio è dedicata ai giovani podisti: tutti, ma proprio tutti, da zero a 17 anni, posso misurarsi nella Ministralivigno, che propone diversi percorsi dai 100 metri per i più piccoli ai 2 chilometri per “i quasi maggiorenni”.
Naturalmente il pomeriggio sarà divertente grazie alla ricca animazione che l’APT Livigno ha previsto e che si concluderà con la tradizionale merenda (a cui posso partecipare anche i grandi) e con la premiazione per tutti i bambini e ragazzi.

Non una gara sola
E veniamo a domenica 29 luglio. L’appuntamento è alle 10 del mattino a Plaza Placheda, il cuore nevralgico di gran parte delle attività livignasche: a quell’ora scatterà la Stralivigno che quest’anno spegne 13 candeline. La gara è all’interno del calendario nazionale Fidal, ma si potrà gareggiare anche per la classifica “non competitiva”. Infine, se 21 chilometri son troppi, si può sempre optare per la versione a staffetta, l’importante è trovare un amico disposto a fare una decina di chilometri. Chiude il timing della mattinata la partenza della camminata Nordic Walwing alle ore 11.30 presso il laghetto Luigion sulla pista ciclabile.
Insomma ce n’è per tutti i gusti, e non si accettano scuse!

Convegno Ultramarathon
E c’è anche tempo e spazio per un po’ di formazione. Nel pomeriggio di sabato 28 luglio la sala Conferenze di Plaza Placheda ospiterà il convegno Nazionale di Ultramaratona dal titolo "Ultramaratona: aspetti nutrizionali, funzionali e tecnici". Il contributo tecnico è di alto livello, grazie anche alla presenza di relatori di indiscussa capacità. Inizierà Luca Speciani, apprezzato nutrizionista e tecnico FIDAL, che interverrà sul tema "La nutrizione dell'atleta di endurance sotto sforzo e in altura: le regole per non sbagliare". A seguire Lyda Bottino, dell'Area UltraTop della IUTA al fianco di Speciani, parlerà de "Il controllo delle intolleranze alimentari agli atleti".
Atteso l’intervento di Andrea Caspani, membro AIFI (associazione italiana fisioterapisti) che tratterà di "Prevenzione e cura delle lesioni muscolari nell'ultramaratoneta". Infine seguirà la relazione di Norberto Salmaso, docente di educazione fisica all'ITIS Marconi di Padova, sul tema "Tecnica di corsa nell'Ultramaratona". Nel ruolo di moderatore Sara Valdo, responsabile dell'Area Convegni e Seminari della IUTA, l’Associazione Italiana Ultramaratona & Trail.

XIII KILOMETRO VERTICALE I VIDEO


mercoledì 25 luglio 2012

NUOVE CONFERME AL GIIR DI MONT DI PREMANA (LC) DOMENICA LA COPPA DEL MONDO È SERVITA

La Skyrunner® World Series alla seconda tappa, il 20° Giir di Mont Domenica a Premana (Lecco) appuntamento clou dello skyrunning mondiale Tra le tante conferme quelle di Owens, Hernando, Jacquemoud e la leader di “Coppa” Emelie Forsberg Dalle 11.00 alle 12.30 c’è anche la diretta di Rai Sport.

È abituato a correre il Giir di Mont, anche nelle iscrizioni.

Sta prendendo corpo una lista di partenza davvero interessante per la 20.a edizione della gara di skyrunning in programma questa domenica a Premana (Lecco), e valida anche come 2.a tappa ed unica in Italia, tra le main races, della Skyrunner® World Series, la Coppa del Mondo di specialità.

E se il 20° Giir di Mont ha “perso” un asso come la runner e scialpinista Mireia Mirò, costretta al forfait dai problemi al ginocchio, ha guadagnato le illustri presenze dell’attuale leader della Skyrunner® World Series, la svedese Emelie Forsberg, alla guida della parziale di Coppa del Mondo con 246 punti, e della russa Zhanna Vokueva, 3.a lo scorso anno al Giir di Mont.

Allo start è confermata anche la spagnola vincitrice della Coppa del Mondo 2011 Oihana Kortazar Aranzeta, pure lei del Team Salomon, squadra che sarà presente in forze a Premana, con la citata Forsberg ed anche con lo scozzese Tom Owens, lo spagnolo Bernat Tofol Castanyer, il francese Michel Rabat, i vari Donges, Campbell, Reyes, Simpson e la statunitense Kasie Enman, attualmente 8.a nel ranking parziale della Skyrunner® World Series.

Ad animare la gara rosa ci penseranno poi le spagnole Nuria Picas Albets, Nuria Dominguez e Blanca Maria Serrano (2.a nella parziale di “Coppa” a 42 punti dalla Forsberg) mentre le speranze italiane fanno capo alla verbanese Emanuela Brizio, già campionessa della Skyrunner® World Series nel 2009 e quest’anno in forma smagliante, come dimostrato dalle due vittorie nel circuito La Sportiva-Gore-Tex Mountain Running Cup, del quale il Giir di Mont costituirà la quarta e penultima prova.

Si annuncia ben guarnita anche la gara maschile di domenica, senz’altro il vincitore della Coppa del Mondo 2011 (e ad oggi 2° nella classifica parziale) Luis Alberto Hernando Alzaga andrà a caccia del sigillo personale, ma saranno da tenere d’occhio anche la giovane promessa francese Matheo Jacquemoud e il rumeno Ionut Alin Zinca, cui si aggiungono gli iberici Jessed Hernandez, David Lopez Castan, Jokin Lizeaga e Miguel Caballero, il ceco Robert Krupicka, i due emergenti Dai Matsumoto (JPN) e Mik Donges (AUS) ed il russo naturalizzato italiano Mikhail Mamleev, portacolori della Valetudo Skyrunning Italia al pari di Ionut Zinca e Brizio.

Tanti anche gli italiani alla ricerca dell’acuto, tra questi i trentini Gil Pintarelli, Michele Tavernaro, Daniele Cappelletti e Paolo Larger, i friulani Tadei Pivk e Fulvio Dapit, i lecchesi Nicola Golinelli e Stefano Butti, quest’ultimo sul podio a Premana lo scorso luglio, e lo scialpinista e skyrunner valdostano Dennis Brunod, soltanto per citarne alcuni.

La sfida domenica sarà da seguire dal primo all’ultimo dei 32 km (quest’anno, per la verità, un po’ allungati grazie all’introduzione di una piccola variante di circa 300 m) del percorso di gara, con oltre 2.400 metri di dislivello ad impegnare gli atleti provenienti da 20 nazioni. Chi non potrà essere a Premana per godersi una giornata di sport tra il verde e i panorami spettacolari delle alture lecchesi, potrà approfittare dell’interessante piattaforma di Rai Sport, domenica 29 infatti il Giir di Mont sarà in onda dalle 11.00 alle 12.30.

La ricca start list di questo 20° compleanno del Giir di Mont si sta allargando, facendosi progressivamente sempre più sostanziosa, a metà luglio erano 449 i pettorali assegnati sui 500 disponibili e, da regolamento, domani (mercoledì 25 luglio) le iscrizioni chiuderanno definitivamente i battenti.

La quota di partecipazione ammonta a 40 Euro e comprende l’assicurazione, l’assistenza, i ristori, docce e massaggi all’arrivo, il buffet conclusivo ed il pacco gara particolarmente corposo, con i bastoncini telescopici Camp, coltello Sanelli, calze tecniche Oxyburn ed altri gadget a sorpresa.

Domenica si potrà correre anche la Mini SkyRace di 20 km (la cui quota d’iscrizione è di 25 Euro), la versione “light” in partenza alle 7.50 e cioè dieci minuti prima del Giir di Mont classico, con il quale condivide la medesima area di partenza e arrivo, nella piazza antistante la Chiesa di Premana.

Sulle alture del Giir di Mont il programma entra nel vivo già dopodomani, giovedì 26 è infatti in programma “Aspettando il Giir di Mont”, gara promozionale per bambini e famiglie (ore 20), mentre sabato 28 oltre alla distribuzione dei pettorali e al briefing tecnico è prevista anche la presentazione dei top runners (ore 21.15).

L’appuntamento con lo skyrunning di “Coppa”, come accennato, è per le 8.00 di domenica, quando lo spettacolo della Skyrunner® World Series e del 20° Giir di Mont prenderà possesso dei sentieri e degli alpeggi di Premana. Info: www.aspremana.it

martedì 24 luglio 2012

Stralivigno - Pronti VIA!

Sale a quota 750 il numero dei podisti che prenderanno il via domenica 29 luglio 2012 alla Stralivigno. Non mancheranno volti noti e ospiti d’eccezione tra cui Marianna Longa e Ivana Iozzia. Ma il weekend è pensato davvero per soddisfare le esigenze di tutti, dai più allenati a chi ha voglia di camminare semplicemente in compagnia.

Sabato 28 luglio

Giornata dedicata e caratterizzata dai giovani podisti. Da 0 a 17 anni c’è infatti la Ministralivigno, che su un percorso che va dai 100 metri ai 2 chilometri vedrà in pista piccoli atleti. Il pomeriggio non sarà solo sportivo, ma anche divertente grazie all’animazione e a tanti giochi. Per finire con la merenda e la premiazione per tutti i bambini e ragazzi.
 
Domenica 29 luglio

L’appuntamento è alle ore 10 a Plaza Placheda per la partenza della Stralivigno, nella triplice veste di gara nazionale Fidal, corsa “non competitiva” per chi non è tesserato e staffetta.

Ore 11.30 presso il laghetto Luigion sulla pista ciclabile lo start per chi la Stralivigno preferisce camminarla con i bastoncini.
PizzoScalino seguirà la due giorni di gare per proporvi foto, video e interviste.

SNOWDON RACE: MEDAGLIA DI BRONZO PER FABIO RUGA


Fabio Ruga

Buoni risultati per il “Team Trofeo Vanoni – Italy” che sabato 21 luglio u.s. ha partecipato alla Tyn Lon Volvo International Snowdon Race a Llanberis (Galles), la gara internazionale di corsa in montagna gemellata con il Trofeo Vanoni. Più di 500 atleti al via e occhi puntati su Andi Jones, già vincitore di 5 edizioni, alla ricerca di uno storico sesto successo. Per Jones però si è trattato di una giornata decisamente no e a metà della salita ha dovuto alzare bandiera bianca lasciando solo in fuga l’irlandese Brian MacMahon, il quale ha scollinato per primo in cima al Monte Snowdon dopo 41’46”. Alle sue spalle lo scozzese Murray Strain ha messo il turbo coprendo gli otto chilometri di discesa in 22’58” e presentandosi al traguardo 1h05’10”. Un tempo di tutto rispetto se si considera che è il migliore dal 1997 ad oggi, seppur lontano dal sempre più irraggiungibile record di Kenny Stuart (1h02’29” nel 1985). Per Strain una bella soddisfazione dopo che alla Snowdon Race aveva già conquistato, negli ultimi due anni, un secondo e un terzo posto. Alle sue spalle il connazionale Robbie Simpson, il più giovane vincitore della Snowdon Race a soli 18 anni nel 2010, conquista la medaglia d’argento in 1h06’43”. Ottimo terzo posto per il lariano Fabio Ruga (atleta del G.S. La Recastello Radici Group) che migliora il 7° posto conquistato nel 2010 e conquista il bronzo con il tempo di 1h07’25” dopo aver scollinato in quarta posizione. Bravi anche Francesco Della Torre (atleta di Ardenno tesserato per il G.S. Orobie) che chiude al 7° posto in 1h09’39” ed Enzo Vanotti (A.S. Lanzada), alla sua prima esperienza, giunto in cima in 16ª posizione, ma che paga molto la discesa e finisce 31° in 1h18’36”. In gara anche due atleti del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino: Gianpietro Bottà (333° in 1h56’04”) ed Ivano Testa (359° in 2h00’51”). La gara femminile è stata vinta dalla canadese Tessa Hill, alla sua prima Snowdon Race, con il tempo di 1h21’24” precedendo le inglesi Helen Fines (1h23’09”) e Katie Walshall (1h24’22”). Gli organizzatori della Snowdon Race hanno già comunicato che la rappresentativa britannica che gareggerà al Trofeo Vanoni sarà composta dagli scozzesi Murray Strain e Robbie Simpson e dall’irlandese Brian MacMahon.

Cristina Speziale
Addetto stampa G.S. CSI Morbegno

domenica 22 luglio 2012

Ciclismo, XXV Trofeo Polisportiva Valfurva: Acquistapace conquista il Gavia 2012

Era iniziato con lo Stelvio all'indomani della tappa del Giro d'Italia ed aveva compreso anche il Mortirolo; poi il brevetto Valtellina Extreme, il Trofeo Ediltrasporti e la Re Stelvio Mapei Day. Oggi un'altra classica delle montagne ciclistiche dell'Alta Valtellina, il Trofeo Polisportiva Valfurva giunto alla 25^ edizione e dedicato da 15 anni alla memoria di Emilio Salvadori. Alla media di 23 km/ora, in vetta, primo per distacco Andrea Acquistapace.
Il portacolori del Velo Club Sondriese ha chiarito sin dalle prime battute che oggi voleva vincere sul Gavia. Andrea Acquistapace subito dopo il via si è messo alla testa del gruppo ed ha iniziato a fare la selezione. Alle porte di Santa Caterina aveva mezzo minuto di vantaggio sui più immediati inseguitori, vantaggio che è andato via via aumentando sui tornanti e le rampe che da Santa Caterina Valfurva portano al Passo del Gavia, sopra il quale si erge la statua della Madonna della neve protettrice dei ciclisti.
Una bella giornata di sport, che ha unito corridori e cicloamatori all'insegna di un invito solidale a donare. L'evento 2012 era infatti "gemellato" alla manifestazione proposta dal collegio infermieri della provincia di Sondrio con l'Aido provinciale, manifestazione caratterizzata dallo slogan "La donazione è vita...". Complessivamente sono stati 150 a scalare, questa mattina, il Passo Gavia con la strada chiusa a traffico e riservata a competizione ciclistica ed a cicloraduno. Ma molto di più coloro che, in sella a bici e mtb, hanno percorso la strada provinciale del Gavia anche senza un dorsale numerato.
Nella prova ciclistica è stata subito selezione ed a dettare il ritmo, come abbiamo detto, è stato il portacolori del Velo Sondriese Andrea Acquistapace che ha impresso alla gara un ritmo a cui nessuno è riuscito a resistere. Ha completato i 22 km del percorso con 1.283 metri di dislivello in 56'57''1 che rappresenta la seconda miglior prestazione dopo il 55'41'' di Mattia Longa nel 2010.
Alle spalle dello scalatore sondriese, già sul primo gradino del podio della Re Stelvio ed in evidenza in diverse prove ciclistiche organizzate dall'US Bormiese, a oltre 4' 40'' si è classificato il portacolori del Team Viesse Pro Simone Zampatti - inseguitore da subito con il compagno di team Federico Brevi - che ha battuto sul traguardo del Gavia Paolo Generali (Bike Evolution Rodman Team) e Gabriele Motta (US Bormiese). Brevi ha chiuso in quinta posizione davanti a Luca Stangoni (Memo Bici) ed all'azzurro di short track con la passione per il ciclismo Yuri Confortola (US Bormiese). Completano la top 10 Lino Mosconi (Viesse Pro), Michele Antonioli (US Bormiese) e Alessandro Togni (Memo Bici). Sopra i 20 km di media anche Claudio Pedranzini (US Bormiese) e Fabrizio Puricelli (Memo Bici).
Nella generale femminile primo posto per Elisa Fleishmann (US Bormiese) davanti ad Annarita Piccari (Royal Cicling Team) ed Elisabeth Schurad (Morethanbike - Purkersoor).
Al primo posto del cicloraduno si è classificato Matteo Antognoli dopo poco meno di un ora e 10'; alle sue spalle Marco Peloni ed Emanuel Salvadori; Marisa Rezzoli, Lorenza Piasini e Monica Scala sono salite sul podio della cicloturistica femminile.
Per quanto riguarda le categorie (come indicate dalla FCI), Stefano Da Prada (US Bormiese) si è imposto nella junior sport maschile; Andrea Acquistapace nella élite sport maschile; Simone Zampatti nella master 1; Michele Antonioli nella master 2; Paolo Generali nella master 3; Valentino Sosio (US Bormiese) nella master 4; Remo Sosio (US Bormiese) nella master 5; Marco Demaldè (Mandello) nella master 6; Guido Armando (Bici Ciucchetti) nella master 7. Nella categoria élite women sport primo posto per Elisa Fleishmann; nella master women 1 primo posto per Elisabeth Schurad; nella master women 2 prima Annarita Piccari.
La prova del Gavia ha assegnato anche i titoli di campione provinciale della montagna per le società che aderiscono alla FCI: le maglie sono andate a Stefano Da Prada, Federico Brevi, Elisa Fleishmann, Danielle Garden, Simone Zampatti, Michele Antonioli, Gabriele Motta, Valentino Sosio, Cristina Foppoli, Remo Sosio, Angelo Seletti
Nella graduatoria per società l'Unione Sportiva Bormiese ha preceduto il Team Viesse Pro e l'Alta Valtellina Bike.
Il report completo con ordine di partenza e classifiche generali e per categoria.
www.usbormiese.com   Armando Trabucchi

GIIR DI MONT DI “COPPA” A PREMANA OP RUNNERS A CACCIA DI VITTORIA DOMENICA 29

Il 29 luglio a Premana (LC) il Giir di Mont festeggia le 20 edizioni Quest’anno la gara è 2.a tappa, tra le main races, della World Series Attesi al via Mirò, Brizio, Kortazar, Hernando, Krupicka, Zinca e Mamleev Ultimi giorni per potersi iscrivere, la chiusura è fissata il 25 luglio

Manca poco alla 20.a edizione del Giir di Mont, pilastro dello skyrunning che quest’anno è tappa della Skyrunner® World Series, in pratica la Coppa del Mondo di specialità.

Domenica 29 luglio sulle alture di Premana (LC) si daranno appuntamento i massimi esperti di corsa in quota, anche quest’anno i top runners sono tanti e tutti alla ricerca del sigillo personale tra gli alpeggi lecchesi.

In questi giorni è arrivata la conferma del ceco Robert Krupicka, atleta che potrà dire la propria al 20° Giir di Mont soprattutto per quel che riguarda il circuito La Sportiva-Gore-Tex Mountain Running Cup (circuito del quale il Giir di Mont sarà quarta prova), dato che ha già vinto la prima tappa dello scorso 10 giugno, la Valmalenco Valposchiavo Skyrace.

A Premana si prevede una domenica “calda” anche grazie all’annunciata presenza di una delle più forti atlete al mondo, la spagnola Mireia Miró Varela, vincitrice tra l’altro del Giir di Mont dello scorso anno.

La gara “rosa” sarà certamente vivace, a fronteggiare Mireia Mirò quest’anno ci saranno la campionessa in carica di Coppa del Mondo Oihana Kortazar Aranzeta, spagnola del Team Salomon e vincitrice della Maratona Zegama – Aizkorri di quest’anno, e l’attuale leader della Skyrunner® World Series Nuria Picas Albets. A giocare “in casa” sarà invece la piemontese Emanuela Brizio, dominatrice delle prime due tappe de La Sportiva-Gore-Tex Mountain Running Cup, ovvero la citata Valmalenco – Valposchiavo Skyrace e la Stava Skyrace.

Concorrenza d’alto livello anche al maschile, oltre al citato Krupicka saranno della partita anche il vincitore della Coppa del Mondo di skyrunning 2011 Luis Alberto Hernando Alzaga, leader pure degli Skygames 2012 al pari della citata Nuria Picas. Confermati anche il rumeno Ionut Zinca (1° alla Stava Skyrace), gli iberici Jessed Hernandez, Miguel Caballero e Tofol Castanier, il giapponese Dai Matsumoto, il russo-italiano Mikail Mamleev e il francese Michel Rabat.

A difendere i colori nazionali ci penseranno Paolo Larger, Fulvio Dapit, Stefano Butti, terzo lo scorso anno, e lo scialpinista e skyrunner Dennis Brunod, a questi si aggiungono molti altri nomi aurei del panorama della corsa “in cielo”, per una 20.a start list del Giir di Mont che si annuncia tra le più ricche di sempre.

Per i big ma anche per i tanti appassionati in gara ci saranno da affrontare i classici 32 km e 2400 metri di dislivello del percorso, quest’anno però leggermente allungato con una piccola deviazione di 300 metri inserita attorno al 20° km.

La partenza della gara è fissata alle ore 8.00 del mattino nella piazza antistante la Chiesa di Premana, da dove prenderà il via, alle 7.50, anche la Mini SkyRace su un tracciato più contenuto di 20 km.

A coronare i quattro lustri del Giir di Mont c’è anche una ciliegina sulla torta, la diretta di Rai Sport, una ricca messa in onda di un’ora e mezza annunciata domenica 29 dalle 11.00 alle 12.30.

Le iscrizioni proseguono fino a mercoledì 25 luglio, anche se gli organizzatori dell’AS Premana, vista la grande affluenza, hanno fissato un tetto massimo di 500 partecipanti.

Info: www.aspremana.it     Ufficio stampa NewsPower

giovedì 19 luglio 2012

Bormio/US Bormiese - Un altro straordinario week end di sport

Dopo la spettacolare festa sportiva della Re Stelvio Mapei Day (record di partecipazione e grandi nomi, polemiche mediatiche a parte) ed a chiusura della prima parte del ritiro del Genoa CFC, l'Alta Valtellina si prepara a vivere un altro straordinariamente intenso fine settimana sportivo proposto in particolare dall'Unione Sportiva Bormiese e dalla Polisportiva Valfurva.
Venerdì 20 luglio 2012, con inizio alle ore 19.00, l'area sportiva di Genolecia in Valfurva sarà il palcoscenico della terza prova del circuito podistico delle Valle, la "Genolecieda", appunto...
Sabato 21 luglio 2012, con inizio alle ore 17.30, sul campo del centro sportivo di Bormio il Genoa CFC si presenta al suo pubblico affrontando nella prima amichevole stagionale la formazione di casa, la Bormiese Calcio, organizzatrice del ritiro estivo dei grifoni. I biglietti per l'accesso alla tributa sono in vendita al centro sportivo. I giornalisti devono richiedere l'accreditamento.
Domenica 22 luglio 2012 si conclude per ciclisti e cicloamatori il ciclo delle grandi montagne da scalare. Dopo Giro d'Italia, Gran Fondo Stelvio Santini, Valtellina Extreme Brevet, Re Stelvio Mapei Day sarà il Gavia il protagonista della giornata. Accanto alla classicissima cronoscalata proposta da USB e Polisportiva Valfurva, la manifestazione propone anche una serie di momenti solidali. La strada del Gavia è CHIUSA AL TRAFFICO PER TUTTA LA MATTINATA DI DOMENICA dettagli sulle varie manifestazioni segnalate si possono trovare su www.usbormiese.com

Ufficio Stampa US Bormiese

mercoledì 18 luglio 2012

La Rampegada è alla 38° edizione !!

Domenica 5 Agosto 2012 si svolgerà la 38° edizione della manifestazione podistica non-competitiva, "LA RAMPEGADA", a cui sarà associata, come consuetudine la classica cronoscala in Mountain Bike.
Il persorso, prevalentemente sterrato, partirà dagli 825 mt. dell'abitato di Pagnona, per raggiungere l'Alpe di Campo. Il panorama che si apre da questo antico alpeggio situato a 1675 mt e dopo 10,8 km, è davvero mozzafiato, con il Monte Legnone a fare da cornice ad una veduta che spazia sui Laghi di Como e di Lugano, su Monte Rosa e tutta la catena alpina occidentale e quindi, lungo tutta la pianura, fino alle pendici dell'Appennino.
Il ritrovo è nella piazza municipale di Pagnona dalle 7,30 e la partenza è fissata per le 8,40 per le Mountain Bike e alle 8,45 per la podistica.
Le pre-iscrizioni sono già possibili online nella sezione "iscrizioni" e ci si potrà comunque iscrivere fino alle 8,30 che è l'orario ultimo per consegnare lo zaino che verrà trasportato in zona arrivo a cura dell'organizzazione.
Sarà assicurato un servizio di emergenza
Dopo la gara, verrà celebrata la S.Messa e sarà possibile pranzare grazie alla cucina e all'organizzazione del Gruppo Alpini di Pagnona.

Per informazioni e Iscrizioni :

       info@polisportivapagnona.it

0341-890650 ; 0341-890094 ; 380-5232093

International Snowdon Race, Llanberis (Galles) 21 luglio 2012

GLI ATLETI DEL CSI MORBEGNO IN PARTENZA PER IL GALLES

Tradizionale trasferta in terra gallese per il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino che sabato 21 luglio p.v. parteciperà alla Ty'n Lôn Volvo International Snowdon Race, la gara di corsa in montagna gemellata con il Trofeo Vanoni.
Capitanati da Gianpietro Bottà gli atleti del "Trofeo Vanoni Team - Italy" quest'anno saranno Fabio Ruga, Francesco Della Torre ed Enzo Vanotti, ai quali si aggiunge per il G.S. CSI Morbegno Ivano Testa.
"Ruga e Della Torre hanno già corso la Snowdon Race e partecipano quest'anno con l'obiettivo di migliorarsi - ha dichiarato Gianpietro Bottà - Della Torre nel 2010 chiuse al 4° posto, Ruga è reduce da un ottimo chilometro verticale, mentre Vanotti è alla sua prima esperienza, ma sono certo che saprà ben figurare visto che sta attraversando un periodo di ottima forma ed è reduce dai mondiali e dagli europei master con due medaglie di bronzo".
La concorrenza anche quest'anno non mancherà con un parterre veramente internazionale: oltre ad Andy Jones, già vincitore di 5 edizioni della gara ed intenzionato ovviamente a portarsi a casa il sesto successo in 7 anni, ci saranno i keniani Wilson Chemweno, Geoffrey Tum, Michael Mitei e Shadrack Moimet, l'inglese Murray Strain, lo scozzese Robbie Simpson ed il campione nazionale Joe Symonds. Al via anche le rappresentative di Galles, Irlanda, Francia, Australia, Russia, Svezia e Canada. La gara prenderà il via sabato alle ore 14.00 dal Padarn Lake di Llanberis e porterà gli atleti in cima al Monte Snowdon lungo il tracciato di 8 km e 1000 metri di dislivello. Una volta toccato il cippo in cima alla vetta gli atleti torneranno al punto di partenza. Una gara prestigiosa che vanta nel proprio albo d'oro nomi importanti come Privato Pezzoli, Fausto Bonzi, Kenny Stuart, Marco De Gasperi, Carol Haigh, Ian Holmes, Tim Davies, Colin Jones. La gara sarà valevole anche come prova di selezione per la formazione delle rappresentative britannica e gallese che parteciperanno il prossimo 21 ottobre al 55° Trofeo Vanoni a Morbegno. La gara verrà trasmessa domenica 22 luglio alle ore 21.00 dalla TV gallese S4C Tutte le informazioni
su: www.snowdonrace.co.uk.

lunedì 16 luglio 2012

VERTICALE CHIAVENNA LAGÜNC 2012 – CHIAVENNA (SO) Bernard Dematteis conquista tricolore e nuovo primato mondiale su tracciato omologato Fidal‏


La “gara dei record” piazza l’ennesima perla con un Bernard Dematteis capace di vincere il primo titolo tricolore Fidal di specialità e siglare nel contempo il nuovo record del mondo sul km verticale. Per lui finish time di 30’55” (6” in meno rispetto al precedente primato siglato dal fratello Martin nel 2010) e un finale di gara a tutta che gli ha permesso di “sverniciare” anche il sei volte campione di corsa in montagna Ahmet Arslan, giunto alla fine 5° assoluto.

Sui 3298m dello storico sentiero, che da Chiavenna (352mslm) porta sino al traguardo di Lagünc (1352mslm), prestazione eccelsa anche per il talento colombiano Antonio Padua – 2° in 31’41”- e bronzo di giornata sulle spalle dell’azzurro di skyrunning Nicola Golinelli 33’04”.

Ad aggiudicarsi la gara in rosa la forestale Renate Rungger che in 40’31” è risultata essere la migliore delle donne davanti alla rumena Denisa Dragomira 40’36” e alla svizzera Bernadette Meier 40’53”.

NUMERI & LIVELLO:

A Chiavenna si era cominciato subito bene con il nuovo primato presenze con gli oltre 200 iscritti per un'edizione 2012 di livello eccelso..

Un vero e proprio “parterre de roi” per la kermesse proposta da Nicola Del Curto, nonostante l'assenza per influenza di Valentina Belotti e il forfait di Marco De Gasperi per un fastidio al piede.   Lista partenti alla mano,  spiccavano nomi altisonanti del calibro di Bernard Dematteis,  Gabriele Abate,  Alex Baldaccini, Xavier Chevrier, Alice Gaggi, Renate Rungger, Valentina Belotti, Nicole Peretti, Enrica Perico e Mariagrazia Roberti.

Non solo, vista l’internazionalità dell’evento al via vi erano pure il tedesco Marco Sturm, la svizzera Bernadette Meier, il colombiano Antonio Padua, suo padre Saul, la rumena Denisa Dragomira, il ceco Robert Krupicka e tanti altri campioni per una domenica di metà luglio davvero stellare.

CAMPIONATO ITALIANO DAL SAPORE INTERNAZIONALE:

La federazione italiana non poteva trovare migliore location per fare esordire questo nuovo tricolore. Grazie all’impegno di Nicola Del Curto ai nastri di partenza di questa classica sondriese si sono presentati tutti i migliori atleti italiani e stranieri che hanno saputo regalare al numeroso pubblico presente uno spettacolo unico. Classifiche alla mano i campioni italiani sono: Bernard Dematteis (senior), Xavier Chevrier (promessa), Nicola Golinelli (master A), Giuseppe Castelnovo (master B), Renate Rungger (senior), Sara Bottarelli (promessa), Marina Testini (Master B), Ivonne Martinucci (Master B).

 DICHIARAZIONI POST RACE:

Bernard Dematteis: Sono felicissimo. Correvo con una motivazione in più dopo che la scorsa settimana un’intossicazione alimentare mi aveva impedito di esprimermi al meglio in occasione dei campionati continentali. Mi sono subito accorto di salire forte, quando però ho visto e passato Arslan è stato il massimo. Lui, che era il super favorito dei pronostici, mi ha dato una pacca sulle spalle e mi ha poi fatto i complimenti all’arrivo dimostrando grandissima sportività… Che dire sono felicissimo per la vittoria, per il titolo tricolore e per questo record vertical che ormai è un affare di famiglia.

Renate Rungger: Gran bella gara questo kilometro verticale. Non lo conoscevo e ho forse pagato a livello cronometrico lo scotto dell’esordio. Ora che lo conosco, tornerò per provare a migliorarmi, anche se il record della Belotti è difficile da battere.

Nicola Del Curto (Responsabile Comitato Organizzatore): Meglio di così non poteva andare. Sono contento per il nuovo primato presenze, per il successo da record di Dematteis e per la gara che ne è uscita. Non posso che ringraziare tutti i miei collaboratori e gli atleti che poi sono i veri protagonisti di questa grande giornata.
FOTO PREMIAZIONI         FOTO GARA   MASCHILE       FOTO ARRIVI  MASCHILE
                                                                           FEMMINILE                                  FEMMINILE          PARTENZE  MASCHILE
                                                          FEMMINILE                                   FOTO IN HD
                   
CLASSIFICHE INDIVIDUALI               CLASSIFICHE A SQUADRE

domenica 15 luglio 2012

DEMATTEIS BERNARD RECORD AL XIII KILOMETRO VERTICALE CHIAVENNA-LAGUNC

DEMATTEIS BERNARD MIGLIOR PRESTAZIONE MONDIALE SUL KILOMETRO VERICALE




CLASSIFICHA INDIVIDUALE            CLASSIFICA A SQUADRE
       A BREVE ONLINE FOTO PARTENZA - PERCORSO-ARRIVO-PREMIAZIONI

venerdì 13 luglio 2012

giovedì 12 luglio 2012

Bormio: saranno in 3mila per Re Stelvio e Mapei Day 2012

Una straordinaria folla di sportivi ed appassionati si sta avvicinando a Bormio ed allo Stelvio per l'ormai tradizionale week end Mapei. Dal 13 luglio 2012 (quando Giorgio Squinzi sarà a Sondrio per l'assemblea degli industriali valtellinesi) a domenica 15 luglio l'Alta Valtellina sarà invasa letteralmente dagli sportivi e dai tifosi. Sono tre gli eventi che fanno da richiamo: il Raduno estivo del Genoa Calcio, il campionato italiano juniores di basket e, in particolare per concentramento di persone, il Mapei Day.
Domenica 15 luglio parte l’ottava edizione del Mapei Day con la classica “Re Stelvio”, la salita da Bormio al Passo dello Stelvio giunta alla ventottesima edizione. Per tutti gli amanti del ciclismo, pedalare fino al Passo dello Stelvio è sempre motivo di grande soddisfazione così come risulta appagante per tutti coloro che vi arrivano correndo o anche semplicemente camminando.
La manifestazione, organizzata da Mapei insieme all’Unione Sportiva Bormiese, si svolge con il patrocinio del Comune di Bormio, della Provincia di Sondrio, della Regione Lombardia e con la collaborazione del Centro Mapei Sport. Beneficia inoltre degli sponsor tecnici della Banca Popolare di Sondrio e del Pirovano. A questi si affiancano i tradizionali sponsor dell’evento: Mic Shimano, Colnago, Santini oltre a Bormio Terme, Enervit e Giussani.
La salita allo Stelvio sarà preceduta da altre manifestazioni collaterali (ad invito, per ovvie ragioni logistiche) dedicate allo sci e al golf, animando e coinvolgendo l’intero territorio bormiese e la sua popolazione in un evento che ben sintetizza la sinergia tra sport e valorizzazione del territorio.
Si stimano quasi 5.000 persone presenti a Bormio e nell’Alta Valtellina, di cui 3.000 prenderanno parte alle varie gare: migliaia di sportivi saranno impegnati nella prova ciclistica, in quella podistica ed in quella di skiroll sulla distanza della mezza maratona da Bormio al Passo dello Stelvio. Tutte adesioni che riconfermano il crescente successo del Mapei Day ed il forte connubio tra Mapei e lo sport, dato dalla condivisione degli stessi valori: la fatica, il lavoro costante d’equipe, l’attenzione alle risorse umane.
Quest’anno ogni partecipante avrà la possibilità di unire al piacere della sfida sportiva la possibilità di fare del bene: è stato attivato infatti un nuovo sistema di raccolta fondi grazie al sodalizio con Rete del dono, il portale italiano del personal Fundraising. L’obiettivo è quello di sostenere, come ogni anno, le consuete quattro associazioni - Archè, Exodus, Piccola Opera di Traona, Una - attraverso una pagina dedicata al progetto Mapei 2012: É grande aiutare i più piccoli che consenta a tutti di contribuire in modo semplice e veloce, o attraverso una donazione diretta o tramite una propria pagina di raccolta fondi personale.
                                              >>>CONTINUA A LEGGERE<<<

mercoledì 11 luglio 2012

KM VERTICALE CHIAVENNA LAGÜNC 2012 – CHIAVENNA (SO)


IX^ Edizione Kilometro Verticale - Chiavenna-Lagùnc
Il turco Ahmet Arslan sfida gli azzurri nel primo campionato italiano vertical Fidal
 
La “gara dei record” piazza l’ennesima perla. Domenica, in quello che di fatto sarà il primo campionato tricolore vertical nella storia della Fidal, il sei volte campione europeo Ahmet Arslan tornerà a sfidare gli azzurri della corsa in montagna a soli sette giorni dalle gare continentali di Pamukkale. 
Un vero e proprio “parterre de roi” per il Km verticale Chiavenna – Lagünc che, a due giorni dalla chiusura iscrizioni, annovera tra i sicuri partenti  gli azzurri Bernard Dematteis, Marco De Gasperi, Gabriele Abate, Alex Baldaccini, Xavier Chevrier, Alice Gaggi, Renate Rungger, Valentina Belotti, Maura Trotti e Mariagrazia Roberti. Non solo, vista l’internazionalità dell’evento saranno al via pure la svizzera Bernadette Meier, il colombiano Antonio Padua, suo padre Saul, la rumena Denisa Dragomira, il ceco Robert Krupicka e tanti altri campioni per una domenica di metà luglio davvero stellare.
Marco De Gasperi Vincitore IX^ Edizione
 «Mai come quest’anno il solo scorrere la lista partenti mi ha emozionato – ha dichiarato il responsabile del comitato organizzatore Nicola Del Curto -. Avremo un cast di primissimo piano, schiarato fianco a fianco ai numerosi amatori che ogni anno ci onorano della loro presenza. Spero davvero che gli appassionati di atletica e di sport accorrano numerosi per vivere in prima persona quella che si preannuncia essere una bellissima gara e un possibile nuovo attacco dei record…. Sia nella prova maschile, sia in quella femminile».
Entrando nei dettagli il patron della kermesse chiavennasca ha continuato: «Solo qualche anno fa non avrei mai pensato che sui 3298m di questo storico sentiero, che da Chiavenna (352mslm) porta sino al traguardo di Lagünc (1352mslm), saremmo riusciti a portare il gotha della corsa in montagna italiana e mondiale. Nel giro di qualche edizione, invece, siamo passati dall’essere una comune “gara di paese”, ad avere le migliori prestazioni cronometriche mondiali su 1000m di dislivello positivo con tracciato omologato e ad ospitare il primo campionato italiano di specialità Fidal. Gran parte del merito va ad un Campione con la “C” maiuscola come Marco De Gasperi: con le sue performance prima, e le sue conoscenze poi, ci ha sempre dato una grossa mano portando qui atleti di grandissimo spessore come i fratelli Dematteis, il giovane Antonio Padua e ora il turco Ahmet Arslan».
Da ricordare che per i non agonisti e i più piccoli alle ore 8.15 in località Pianazzola partirà la 3ª edizione della camminata non competitiva “Una corsa con i campioni. Insieme per la vita” a sostegno dell’associazione Gianluigi Nonini per la ricerca contro il cancro.
RECORD DA BATTERE & MIGLIORI PERFORMANCE MONDIALI DI SPECIALITA’:
31’01” Martin Dematteis
38’50”Valentina Belotti
PER INFO & ISCRIZIONI: www.kilometroverticalelagunc.it
PROGRAMMA EDIZIONE 2012:
 Sabato 14 Luglio 2012:   
ore 14.00 Apertura manifestazione Piazza Bertacchi - Chiavenna
ore 15.00 Riunione Tecnica e sorteggio ordine di partenza
ore 17.00 Intrattenimento con Coro "Cuore Alpino Chiavenna" 
ore 17.30 Presentazione & consegna pettorali ai Top Runner  
 Domenica 15 Luglio 2012: 
ore 8.00 Ritrovo Chiavenna Piazzale Chiesa Loreto
ore 9.00 Partenza Kilometro Verticale         
ore 11.00 S. Messa 
ore 12.30 Polenta, Salsicce, specialità alla piota
ore 14,30 Premiazione

martedì 10 luglio 2012

ADRIANO CELENTANO E VERONAMARATHON DUE STAR DENTRO L‘ARENA AD OTTOBRE

Domenica 7 ottobre va in scena Veronamarathon con gli eventi collegati L’8 e il 9 ottobre Celentano, dopo 18 anni, in concerto all’Arena Domani aprono le prevendite, sarà una corsa al biglietto Al concerto anche Morandi che domenica 7 “potrebbe” mettersi le scarpette

la conferenza stampa a Palazzo Barbieri di Verona
Adriano Celentano, il popolare “Molleggiato”, dopo 18 anni si esibirà nuovamente in un concerto live, lunedì 8 e martedì 9 ottobre. Veronamarathon festeggia i suoi primi 11 anni domenica 7 ottobre. Non c’è un nesso particolare tra i due grandi eventi, se non il fatto che entrambi faranno vivere a tanta gente una giornata speciale, dentro l’Arena di Verona. I runners per la prima volta potranno tagliare il traguardo nel cuore di uno dei monumenti storici più apprezzati al mondo, l’Arena, i fans di Celentano finalmente potranno godersi uno spettacolo storico, dopo tanti anni di attesa, dentro l’Arena ovviamente. Stesso palco di successo per tutti.

Ma c’è di più. Con Celentano si esibirà anche Gianni Morandi, amato per le sue canzoni e runner convinto, e chissà che il giorno prima della sua esibizione non si faccia trovare al via di uno dei quattro eventi inseriti nel ricco programma di Veronamarathon.

Ce ne sarà per tutti i gusti, ad iniziare dai 42,195 km da Sant’Ambrogio Valpolicella, nuova sede di partenza, al centro della città di Giulietta e Romeo (a proposito, il 17 febbraio 2013 si svolgerà l’omonima e classica “mezza”, da non dimenticare), poi per i runners poco avvezzi alle lunghe distanze ci sarà la possibilità di gustare comunque l’arrivo dentro l’Arena, dove appunto il giorno dopo e quello successivo Adriano Celentano sarà in concerto, con la  “Duo Veronamarathon”, una gara nella gara, una staffetta a due di 26 + 16.195 km  per gli atleti allenati per la “mezza”. Ma non è finita, l’atmosfera della Veronamarathon si potrà vivere anche con la “VeronaRace 10 km” una competitiva che parte da Piazza Bra ed arriva in Arena percorrendo gli ultimi dieci chilometri della maratona, infine, per chi è sensibile alla solidarietà, come gli organizzatori dell’evento …di corsa,  ecco la “Last 10km Marathon” non competitiva aperta a tutti e con un significativo scopo benefico, in partnership con la piattaforma “Retedeldono”.

Per tutti i partecipanti, sia alla Veronamarathon, alla Duo Veronamarathon, alla VeronaRace 10 km o alla Last 10km Marathon, ci sarà lo stesso splendido e suggestivo arrivo dentro l’Arena.

Lunedì invece il grande e atteso concerto. In questo progetto c’è tutta l’esperienza di Gianmarco Mazzi, veronese doc, per quattro anni direttore artistico del Festival di Sanremo  e amico di Celentano e di Morandi. L’evento musicale andrà anche in diretta su Canale 5.

Adriano Celentano era apparso in concerto per l’ultima volta nel 1994 con la tournee italiana ed europea, con tappe tutte sold out e con chiusura a Milano. Poi nel 1997 si era esibito davanti a Papa Giovanni Paolo II al Meeting Eucaristico di Bologna, insieme ad altre rockstar come Bob Dylan, cantando ‘Pregherò, ‘Disse’ e ‘Ciao ragazzi’.

Se per la Veronamarathon e gli altri eventi c’è tempo per iscriversi fino al 6 ottobre, per il concerto di Celentano domani, mercoledì 11, alle ore 11.00 (un numero ricorrente, come l’11.a edizione di Veronamarathon…) aprono le prevendite (www.ticketone.it). E sarà una gara sicuramente per accaparrarsi i biglietti migliori.

I biglietti costeranno 165 euro per i posti di prima platea, 120 euro per la seconda platea, 90 euro per il primo anello, solo 1 euro per il secondo anello (6.000 posti a sera). La vendita diretta dei biglietti sarà anche attiva nei punti TicketOne (ad esclusione dei biglietti da 1 euro).

Per i runners ed i propri accompagnatori c’è l’occasione per un lungo week end nella città di Giulietta e Romeo per visitare il centro, per …consumare le scarpette in gara o per solidarietà, e per gustarsi Adriano Celentano in concerto!