venerdì 30 settembre 2011

MERIHUN CRESPI FANTASTICO VOLA I 1500 METRI IN 3.37.67

La prima edizione del meeting “Walk and Middle Distance Night”, organizzata dalla Fidal Milano e dal Top Training Club, per celebrare la rinnovata pista del campo XXV aprile di Milano regala il grande brivido agli spettatori proprio con l’ultima gara del programma i 1500 metri maschili.
Una sfida bellissima ed intensa fra quattro compagni che si allenano proprio sulla pista del campo XXV Aprile vinta dal campione italiano in carica Merihun Crespi (Esercito) che con una retta d’arrivo superba ha tagliato il traguardo siglando con 3.37.67 un nuovo importante primato personale, ottenendo anche il minimo olimpico B per i Giochi  di Londra 2012.
Alle sue spalle con un buon 3.40.07 si è piazzato il rientrante italo serbo Goran Nava (Cus Pro Patria Milano) davanti al senegalese Mor Seck 3.41.16 (Cus Pro Patria Milano), al marocchino Lhoussaine Oukhrid 3.42.11 (Atletica Gavirate) ed al piemontese Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino) che con 3.44.39 ha demolito il proprio primato personale.
Per il vincitore Merihun Crespi il 2011 è stato davvero un anno da incorniciare in cui, oltre a vincere il titolo italiano sui 1500 a Torino battendo in volata Lukas Rifesser, ha migliorato tutti i suoi primati personali dagli 800 ai 3000 soprattutto mettendosi al vertice della graduatoria nazionale dei 1500 metri.
Se i 1500 maschili hanno davvero entusiasmato avvincenti sono stati anche i 3000 femminili dominati dalla piemontese Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) con 9.42.09 mentre per le piazze d’onore Elisa Cova 9.57.37 (Cus Pro Patria Milano) l’ha spuntata allo sprint sulla svizzera Karin Colombini (Gab Bellinzona) 9.57.82 e sulla compagna di club Alice Betto 9.59.96 che è soprattutto la miglior triathleta italiana in predicato di vestire la maglia azzurra a Londra 2012.
Nei 3 km di marcia passerella per Matteo Giupponi (Carabinieri Bologna) che si è imposto in scioltezza con 11.50.14, arrivo invece allo sprint nella gara femminile con successo di Rossella Giordano (Fiamme Azzurre) in 13.40.18 sulla giovane compagna di club Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre) 13.40.67, terza la rientrante Valentina Trapletti (Esercito) con 13.57.63 davanti all’intramontabile Elisabetta Perrone (Forestale) 13.59.69.
Tantissimi gli ex azzurri presenti alla prima edizione della “Walk and Middle Distance Night”, fra gli altri i maratoneti Marco Marchei, Lucilla Andreucci e Sonia Maccioni, i mezzofondisti Magda Maiocchi, Gaetano Erba, Franco Musiari e Roberto Toschi, i marciatori Gianni Perricelli, Erika Alfridi e Michele Didoni oggi anche nelle vesti di coach di Alex Schwazer. Fra i coach di lunga carriera presenti anche Franco Sar, Pietro Pastorini e Aldo Maggi, oltre al membro del CIO Ottavio Cinquanta.         
                                                                                    CLASSIFICHE

giovedì 29 settembre 2011

BORMIADI, MA NON SOLO...

ARRIVA IL MESE PIU' RICCO DI EVENTI PER L'US BORMIESE
Sono le Bormiadi, da 26 anni, a scandire l'autunno sportivo (e non solo) dell'Alta Valtellina. Centinaia di concorrenti, decine di squadre, lunghe serate di sport e di incontri, sei settimane di feste e di competizioni; il tutto amalgamato, dosato, preparato dalla regia del settore manifestazioni dell'Unione Sportiva Bormiese.
Due le competizioni che sono state completate in questo primo scorcio di oktoberfest sportiva dell'Alta Valtellina: la staffetta podistica nel centro storico e il salto in alto. Quattro i tornei iniziati con la prima serie (per il calcio due) di qualificazioni: nell'ordine tiro alla fune, calcio per l'appunto, pallavolo e bocce (le partite dei sedicesimi si svolgono questa sera su sei campi in quattro centri sportivi).
La serata di venerdì 30 settembre chiude la prima settimana di gare con la salita con bastoni (o nordic walking che dir si voglia) da Bormio al Ciuk seguendo il tratto finale della pista Stelvio. Prima partiranno le squadre (vere e proprie pattuglie) che che proveranno a centrare il tempo segreto; poi toccherà ai big ed ai velocisti andare a caccia di punti preziosi per la classifica finale.
Ma il popolo delle Bormiadi è già in fibrillazione per la prima delle novità di questa edizione: sabato pomeriggio, infatti, tocca alla gara di golf che si disputa sui green del Golf Club di Bormio. Molti i concorrenti che già stanno provando; nel primo pomeriggio di sabato 1° ottobre le prove ufficiali e quindi la scelta della buca sulla quale due concorrenti per ogni squadra saranno impegnati a fare del loro meglio: il primo dovrà arrivare in green ed il secondo dovrà chiudere il colpo in buca...
Sabato sera relax con il secondo turno del torneo di bocce, domenica mattina la grande salita ciclistica da Bormio a Bormio 2000 e domenica pomeriggio la megafesta in piazza di Combo organizzata dall'Atletico Pizocher.
Le Bormiadi sono l'evento clou di questo periodo, ma settembre è anche il momento di avvio di tutta l'attività della Bormiese Calcio che si è presentata e si presenta al via dei campionati (due di questi regionali con Allievi e Calcio a 5) con sette squadre. E mentre il settore ciclismo si prepara alla chiusura ufficiale della stagione e la Bormio Ghiaccio a cominicare la sua con la prima prova della Star Class (il circuito europeo giovanile) che verrà organizzata proprio a Bormio nel secondo fine settimana di ottobre, il settore manifestazioni dell'US Bormiese sta definendo gli ultimi dettagli della 1000 x 1000, la grande corsa di Bormio. La terza edizione triplica: saranno 3.000 infatti i concorrenti che parteciperanno all'evento 2011 di cui parleremo più in dettaglio la prossima settimana.


Informazioni dettagliate, classifiche, immagini, commenti su tutta l'attività e gli eventi US Bormiese sono proposti sul sito ufficiale www.usbormiese.com


Armando Trabucchi
direttore Bormio Sport - Ufficio Stampa US Bormiese

WALK AND MIDDLE DISTANCE NIGHT

Per inaugurare il nuovo manto del C.S. XXV Aprile nasce un nuovo meeting di marcia e mezzofondo organizzato da Toptraining.it e Fidal Milano e coordinato da Giorgio Rondelli e Gianni Perricelli.
Mercoledì 28 settembre per inaugurare il nuovo manto sintetico del campo xxv aprile si disputerà la prima edizione del meeting Walk and Middle Distance Night organizzato dalla Fidal Milano insieme alla società Top Training Club.
L’edizione 2011 del meeting sarà riservato agli atleti delle categorie allievi, junior promesse, senior Amastori e Master e prevedere le seguenti gare:.

110 hs maschili ( junior, promesse, senior)
100 hs femminili ( junior, promesse, senior)
200m femminili (allievi, junior, promesse,serior, amatori e master)
200 metri maschili ( allievi, junior, promesse, senior, amatori e master)
3000 metri femminili ( allievi, junior, promesse, senior, amatori e master)
3 km d marcia ( alleivi, juinior, promesse, senior, amatori e master)
1500 metri maschili ( allievi, junior, promesse, senior, amatori e master)

L’impianto di via Cimabue è il campo sportivo che ha regalato più medaglie all’atletica italiana nelle specialità della marcia e del mezzofondo veloce, prolungato e nella maratona. Questo è uno dei motivi che hanno spinto Giorgio Rondelli e Gianni Perricelli, con l’appoggio di Fidal Milano, ad organizzare un evento particolare che unisce gare di mezzofondo veloce e di marcia di medio-alto livello. L’evento vuole diventare un appuntamento stagionale per gli appassionati di queste due discipline.
Per la serata inaugurale saranno presenti numerosi campioni del passato che hanno costruito i loro successi alleandosi nell’impianto milanese.
Numerose sono le adesioni degli atleti nelle tre gare clou del programma.
Nei 3000m di marcia saranno in pista Matteo Giupponi, Mirko Dolci, Elisabetta Perrone, Rossella Giordano, Eleonora Anna Giorgi e la 24 enne Valentina Trapletti. Ospiti d’onore della serata Pietro Pastorini, Erica Alfridi e Michele Didoni, oltre ovviamente al co-organizzatore Gianni Perricelli.
Nei 3000 donne hanno confermato già a loro presenza Elisa Cova, Valeria Roffino e Alice Betto, triathleta candidata alle Olimpiadi di londra e compagna di squadra di Elisa.
Alla gara dei 1500m non potevano certo mancare i protagonisti della stagione, uno su tutti Meriun Crespi campione italiano in carica che detiene la miglior prestazione stagionale italiana e il marocchino compagno d‘allenamento Lhoussaine Oukhrid. In gara con loro ci saranno Mor Seck, il senegalese del Cus Pro Patria Milano e il compagno di club l’italo-serbo Goran Nava, in cerca di un risultato cronometrico importante dopo l’infortunio ad un tendine d’achille.
Numerosi mezzofondisti e fondisti medagliati hanno già confermato la loro presenza da Danilo Goffi, Alberto Cova, Lucilla Andreucci, Sonia Maccio, Marco Marchei, Magda Maiocchi, Gaetano Erba.


PROGRAMMA ORARIO GARE
Iscrizioni sul campo dalle ore 18.00 alle 19.00
inizio gare: 19.30
- h. 19.30 110 hs uomini
- h. 19. 45 100 hs donne
- h. 20.00 200 metri donne
- h 20.20 200 metri uomini
- h. 20.50 3000 metri donne
- h. 21.10 3.000m marcia (maschile e femminile)
- h. 21.30 1500m metri uomini

martedì 27 settembre 2011

Campionati regionali individuali su pista cat. cadetti/e

Brillano i giovani talenti valtellinesi ai campionati regionali individuali di atletica leggera su pista svoltisi domenica 25 settembre u.s. a Busto Arsizio.
In gara, entrambi sulla distanza dei 2000 metri, Andrea Della Rodolfa (A.S. Lanzada) e Alessia Zecca (G.S. Valgerola Ciapparelli), alla caccia di riscontri cronometrici importanti, soprattutto la seconda che dal 7 al 9 ottobre a Jesolo sarà impegnata nei campionati italiani di categoria con la maglia della rappresentativa lombarda.
Della Rodolfa ha abbassato di due secondi il suo personale sui 2000 metri, portandolo a 6'07"05 e concludendo al terzo posto nella gara vinta da Danilo Gritti dell'Atletica Valle Brembana (5'48"64). Medaglia d'argento invece per l'astro nascente del G.S. Valgerola Ciapparelli Alessia Zecca che nulla ha potuto contro la stratosferica prestazione di Nicole Svetlana Reina (Polisportiva Novate) che ha vinto con 6'12"91, mentre Alessia ha chiuso in 6'59"27, lontana dal suo personale.

                                                                        CLASSIFICHE

lunedì 26 settembre 2011

In 1000 alla partenza della 13^ Maratona della Città di Bergamo

Il Marocchino Tyar Abdelhadi batte Italiano Zenucchi che taglia il traguardo al terzo posto dietro a Pietro Colnaghi
Partenza spettacolare per la 13^ Maratona Internazionale della Città di Bergamo, che con 1000 atleti fa il pieno di partecipanti!
Molte novità hanno caratterizzato questa edizione, a partire dalla scelta della Fidal nazionale di abbinare la maratona di Bergamo ai CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI DI MARATONA MASTER e i CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI DI MARATONA MASTER, ASSOLUTI E PROMESSE. A testimonianza di una manifestazione in continua crescita che ogni anno vede aumentare i propri iscritti e che è diventata un momento di aggregazione non solo per gli atleti e gli appassionati dello sport, ma anche per tutti gli abitanti della città che ad ogni edizione riempiono le strade che costeggiano il percorso.
La Maratona Femminile viene vinta da Catrine Jones con il tempo di 02:48:20 seguita da Marina Zanardi 02:50:14 e Maria Lo Grasso 02:55:47.
Anche nella Mezza Maratona al primo posto il marocchino Peter Bii, atleta di fama internazionale che chiude la sua gara con uno splendido 01:06:36, seguito dai due italiani Migidio Bourifa, che con il tempo di 01:07:14 conquista il secondo gradino del podio seguito da Giovanni Gualdi con il tempo di 01:07:54.
Nelle donne grande gara di Silvia Moreni, che con il tempo di 01:21:16 conquista il gradino più alto del podio. Al secondo posto Cristina Sonzogni, che taglia il traguardo in 01:30:39 seguita da Gaia Senigalesi 01:32:53.
Ad accogliere gli atleti al traguardo una folla di gente che si è riversata sul Sentierone di Bergamo per applaudire i partecipanti. Hanno presenziato per le premiazioni ufficiali: l’Assessore allo sport del Comune di Bergamo Danilo Minuti, l’Assessore allo sport della Provincia di Bergamo Alessandro Cottini e per la CONFIAB il Presidente Cav. Angelo Ondei, il Dr. Calegari ed il Cav. Torri.

Ufficio Stampa
Teamitalia press

TROFEO SENTIERO VALTELLINA Le Premiazioni.

      

TROFEO SENTIERO VALTELLINA Le foto delle gare

      

9° Trofeo Sentiero Valtellina, campionato provinciale di mezza maratona, Piateda 25 settembre 2011‏

Il Trofeo Sentiero Valtellina, organizzato dal 2002 Marathon Club domenica 25 settembre u.s. a Piateda, ha assegnato i titoli di campione provinciale di mezzamaratona 2011. 161 gli atleti al via  della gara Fidal. I più veloci sono stati Gianluigi Martinelli (1h13'43") e Giovanna Confortola (1h24'57"), compagni di squadra del Marathon Club Livigno e compagni nella vita visto che sono marito e moglie.
Ecco i CAMPIONI PROVINCIALI MEZZA MARATONA 2011:
senior Luca Gosatti (ADM Melavì Ponte) e Cinzia Besseghini (G.P. Rupe Magna)
master 35 Christian Pizzati (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) e Giovanna Confortola (ASD Marathon Club Livigno)
master 40 Gianluigi Martinelli (ASD Marathon Club Livigno) e Bruna Pozzi (G.P. Rupe Magna)
master 45 Luciano Compagnoni (Atletica Alta Valtellina Fila) e Emanuela Zini (ASD Marathon Club Livigno)
master 50 Emilio Cappelletti (Atletica Alta Valtellina Fila) e Ornella Bresesti (2002 Marathon Club)
master 55 Roberto Franchetti (Polisportiva Albosaggia) e Flavia Bosisio (G.S. Valgerola Ciapparelli)
master 60 Gianluigi Passerini (Podisti Valtellinesi)
master 65 Duilio Volpini (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino)
Cristina Speziale                                         CLASSIFICHE
Addetto stampa C.P. Fidal Sondrio

A TALAMONA ASSEGNATI I TITOLI PROVINCIALI GIOVANILI DI CORSA IN MONTAGNA

Giornata ideale, domenica 25 settembre u.s., per correre nei boschi che sovrastano l’abitato di Talamona, in occasione del 2° Trofeo Macelleria Strigiotti, gara regionale di corsa in montagna valevole, per il settore giovanile, come campionato individuale di specialità. In 350 al via per questa classica che propone un bellissimo percorso ad anello con salita corribile e discesa tecnica. Magistrale l’organizzazione del G.P. Talamona Comosystemi Malugani capeggiata dal presidente Enea Riva. Le gare sono iniziate con le categorie assolute e master femminili e gli allievi che hanno percorso un giro da 4 chilometri. Subito in testa la stella del G.S. Valgerola Ciapparelli Alice Gaggi che, mai impensierita dalle avversarie, ha tagliato per prima il traguardo con il tempo di 20’10”. Alle sue spalle un’ottima Maura Trotti (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) che, nonostante avesse nelle gambe la 10 chilometri di Cesano Maderno corsa la sabato sera, ha conquistato il 2° posto in 20’40”. Terzo gradino del podio per la sorella Michela, prima delle master, in 21’17”. Prima junior la giallo-blu Sara Lhansour in 21’51”. Un centinio gli uomini al via (settore assoluto e master) impegnati su due giri del tracciato per un totale di 8 km. Bel duello tra Francesco Della Torre (G.S. Orobie) e Giovanni Tacchini (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) che a lungo ha tallonato l’ardennese. Alla fine vittoria per un manciata di secondi per Della Torre con il tempo di 34’04”, argento per Tacchini in 35’09” e gradino più basso del podio per il compagno di squadra Marco Leoni, primo delle promesse in 35’37”. Grande volata di Stefano Sansi (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) che soffia il 4° posto a Gianluca Volpi (G.S. Valgerola Ciapparelli). Primo junior il bravo Mirko Bertolini (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) e primo master l’inossidabile Venanzio Compagnoni (Atletica Alta Valtellina Fila). Nelle categorie allievi doppio titolo di campione provinciale per i diavoli rossi: Alessia Ruffoni nel femminilie, anche se la vittoria è andata a Simona Pelamatti (Atletica Vallecamonica), e Fabio Bulanti nel maschile. Nelle cadette il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino ha occupato il gradino più alto e quello più basso del podio con Valentina Duca e Ilaria Abate, argento per Alessia Gini (G.P. Valchiavenna). Nei cadetti si laurea campione provinciale Gabriele Msolni (G.P. Valchiavenna) che precede il compagno di squadra Alessandro Sposetti e Davide Zugnoni (G.S. Valgerola Ciapparelli). Nelle ragazze titolo e vittoria per Eleonora Fascedini (G.P. Valchiavenna) davanti a Sara Crapella (Polisportiva Albosaggia) e Anna Abate (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino). Nei pari età maschili, il più veloce è Andrea Prandi (U.S. Bormiese Atletica) che ha messo dietro Daniele Frate (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) e Pietro Martelletti (G.P. Valchiavenna). Negli esordienti doppietta di titoli dell’U.S. Bormiese Atletica che vince con Samantha Bertolina e Luca Compagnoni.
                                                                           CLASSIFICHE



MAURA TROTTI VINCE LA CORRICESANO BY NIGHT

L’emozione di correre in notturna, la suggestione dei passaggi illuminati dalle torce nel cortile del Palazzo Arese Borromeo e nel bellissimo parco adiacente, la logistica perfettamente allestita in piazza Esedra, un percorso nel centro storico di Cesano Maderno di poco meno di 5 km da ripetersi due volte e la festosa partecipazione di più di 500 concorrenti. Ecco gli ingredienti che hanno decretato il successo della 5ª edizione della Corricesano by night, la riuscita gara di corsa su strada, valevole come ultima prova del Campionato regionale di società di corsa su strada per le categorie assolute e master, che ha preso il via sabato 24 settembre u.s. alle 20.30. Presente un agguerrito gruppo di atleti del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino, alla ricerca di un difficile terzo posto nella classifica regionale di società. I diavoli rossi hanno dato il meglio di sé, soprattutto una grandissima Maura Trotti che ha dominato la gara femminile andando a vincere con il tempo di 35’10” davanti a due avversarie di livello come Joanna Drelicharz e Cristina Clerici, entrambe della Ginnastica Comense 1872. Brava anche la compagna di squadra Cinzia Zugnoni terza delle master 40, in 37’58”, seguita al 6° posto dall’altra morbegnese Alessandra Schiantarelli (42’08”) e al 7° da Francesca Duca (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) in 42’13”. Nelle master 50, 2° posto per Marina Peyronel (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) in 45’04”, stesso piazzamento per la compagna di squadra Elide Gusmeroli Campini nelle master 55 in 46’20” e 9° posto nelle master 35 per la morbegnese Cristina Speziale in 47’57”. A seguire le altre bianco-rosse: Daniela Ricciardini (15ª nelle master 35 in 52’51”), Serena Ciullo (3ª nelle senior in 54’46”) e Claudia Ricciardini (18ª nelle master 40 in 56’11”). Nella gara maschile bella vittoria per Paolo Finesso (Ginnastica Comense 1872) in 29’51” e grande conferma per il capitano dell’ADM Melavì Ponte Graziano Zugnoni che ha conquistato la medaglia d’argento in 31’15”, precedendo il giovane Michele Belluschi (Daini Carate Brianza) con 31’47”.  Grande gara per Matteo Fiorelli (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino), 5° assoluto e 2° nei master 35 con il tempo di 31’58”, seguito al 12° posto di categoria dal compagno di squadra Amos Ruffoni (35’32”). Ecco i piazzamenti degli altri diavoli rossi in gara: 13° nei master 50 Antonio Carganico (38’05”), 34° nei master 40 Pierluigi Tondini (39’02”), 39° nei master 40 Giuseppe Lepera 40’16”,  44° nei master 40 Giovanni Ruffoni (41’16”), 50° nei master 50 Arturo Tedoldi (42’08”), 22° nei master 55 Franco Pellegatta (43’22”), 29° nei master 55 Luigi Campini (46’23”).
Da citare anche il 52° posto nei mater 40 di Fabio Perlni (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) in 42’14”.
                                                                       CLASSIFICHE
Cristina Speziale
Addetto stampa C.P. Fidal Sondrio

SOCIETARI ASSOLUTI: GRANDE SESTO POSTO DELLA SQUADRA MASCHILE "Atletica Bergamo59"NELLA FINALE A GRUPPO ORO E SALVEZZA CENTRATA

Un'impresa. Serviva un'impresa all'Atletica Bergamo '59-Creberg per centrare l'obiettivo salvezza con la squadra maschile nella finale A Gruppo Oro dei Societari assoluti su pista. E l'impresa è puntualmente arrivata, grazie a una generosa prestazione corale, che a Sulmona ha permesso ai ragazzi giallorossi di concludere le due giornate al sesto posto, una sola posizione peggio del miglior risultato di sempre, ottenuto nella finale 2009. Un calcio quindi ai quattro ultimi posti che avrebbero significato retrocessione nel Gruppo Argento e vanificato l'impresa contemporanea della squadra femminile, risalita prontamente nella massima serie grazie al trionfo di Macerata. E' stata una lotta serratissima, che si è risolta a favore dei nostri portacolori soprattutto grazie ai risultati della seconda giornata. E visto come sono
andate le cose, resta un pizzico di rammarico per non aver potuto schierare causa infortuni - quattro dei militari di punta usciti dal vivaio giallorosso: il campione italiano dei 400 Marco Vistalli, che avrebbe garantito probabilmente una doppietta 200-400, il saltatore in alto Andrea Bettinelli, che pure avrebbe regalato un sostanzioso contributo di punti, così come i marciatori i marciatori Matteo Giupponi e Daniele Paris. E se non proprio il podio, avrebbe potuto scapparci un quarto posto di grandissimo spessore. Il principale protagonista delle due giornate è stato soprattutto Mamadou Gueye, che ha trionfato sui 400 con un ottimo 46"97 e poi ha fatto il bis sulla distanza doppia battendo al fotofinish (1'50"73) il quotato Abdikader e l'altro giallorosso Michele Oberti (nella foto di GIANCARLO COLOMBO/FIDAL), che ha mancato l'en plein per 2 centesimi. Il terzo successo è arrivato per mano del primatista e campione italiano juniores dei 110 ostacoli Hassane Fofana, che sulle barriere da 1.06 ha stampato un probante 14"24, a 2 soli centesimi dal personale, confermando la sua caratura al cospetto di alcuni dei migliori specialisti italiani della categoria seniores. Lo stesso Fofana ha poi centrato un significativo quinto posto sui 200, con un tempo di 21"76 che rappresenta la quinta prestazione provinciale under 20 di tutti i tempi, facendo anche meglio del più quotato Isalbet Juarez, settimo in 21"81. Un eccellente quinto posto è arrivato poi da Nicola Trimboli, che con 10"72 in una qualificatissima gara di 100 metri ha mancato di pochissimo il personale, per poi andare a portare un decisivo contributo al quarto posto nella 4x100 (41"35) assieme a Mattia Ferrari, allo junior Alessandro Lanfranchi e allo stesso Juarez. Quest'ultimo è stato ovviamente schierato anche nella 4x400, che con Jacopo Acerbis, Mamadou Gueye e il più giovane Matteo Crotti si è inchinata solo alla Cento Torri Pavia facendo segnare comunque un eccellente 3'12"29. Notevoli anche i salti di Davide Sirtoli, che ha superato per la prima volta in carriera i 15 metri nel triplo (15.08) finendo sesto e poi si è esibito da par suo nel lungo atterrando a 7.18, misura che gli è valsa la quinta posizione. Per il resto c'è stata la strenua e non facile difesa in gare che ci vedevano chiusi in partenza ma proprio per questo vanno elogiati: dai mezzofondisti Luigi Ferraris, Alberto Mazzucchelli, Mohamed Tahary ai saltatori Michele Maraviglia, Alessandro Villa, Andrea Rossi, dagli ostacolisti Giacomo Zenoni e Daniele Ceroni ai lanciatori Giovanni Besana, Andrea Pasetti, Ivano Pasetti, Giuseppe Messina e Stefano Coria sino ai marciatori Daniele Cornaggia. Peccato invece per le battute a vuoto dell'astista Giorgio Vecchierelli e del marciatore Luca Ferrari.

Classifica finale: 1. Riccardi Milano 519; 2. Bruni Vomano 498,5; 3. Sportclub
Catania 485,5; 4. Cento Torri Pavia 445,5; 5. Firenzemarathon 434,5; 6.
Atletica Bergamo '59-Creberg 425,5; 7. Cariri Rieti 415,5; 8. Pro Sesto 408,5;
9. Virtus Lucca 392; 10. Biotekna 376; 11. Assindustria Padova 362; 12. La
Fratellanza 361.

domenica 25 settembre 2011

SOCIETARI ASSOLUTI: STREPITOSA VITTORIA DELLE RAGAZZE "Atletica Bergamo59"CHE TORNANO NELLA SERIE A DI GRUPPO ORO

Con una strepitosa seconda giornata le ragazze dell'Atletica Bergamo '59-Creberg hanno vinto al fotofinish a Macerata la finale Gruppo Argento davanti al Cus Pisa e hanno così riconquistato il diritto di partecipare nel 2012 al Gruppo Oro, cioè il massimo campionato di serie A. Trascinate da una superlativa e mai doma Marta Milani, capace di vincere sabato i suoi 400 (53”28), poi di concedere il bis sui 200 (23”86) e di finalizzare il magnifico lavoro delle compagne nella 4x400 decisiva, ma anche grazie a un’altrettanto super Isabella Cornelli, a sua volta a segno in due gare individuali e nella staffetta, le giallorosse non hanno lasciato scampo a nessuna delle pur agguerrite avversarie. E hanno centrato la promozione nell’elite italiana nonostante l’assenza di un’altra pedina importante come Raffaella Lamera, che avrebbe garantito il massimo del punteggio nel salto in alto e reso quindi più agevole il compito. La prima giornata aveva avuto una partenza non proprio felicissima, ma poi si è tornati prontamente in carreggiata, piazzando punti pesanti nelle gare che contano. Oltre allo show della Milani, c’è stato il brillante successo della Cornelli nei 1500 a lei meno congeniali rispetto al doppio giro di pista (4’33”34). E poi piazzamenti determinanti, come il secondo posto della marciatrice junior Federica Curiazzi (24’08”19 sui 5 km, non lontana dai suoi migliori livelli), il quarto posto della rediviva Serena Brena nel peso (12.14), il quinto di un’altra indomita guerriera come Federica Castelli nel martello (49.49), il sesto di Paola Bernardi Locatelli nei 3000 siepi (11’35”99) seguita a pochi secondi da Martina Bombardieri (ottava in 11’49”88), il settimo dell’allieva Sabrina Maggioni nei 400 (57”97) e il decimo di Marta Lambrughi nell’alto (1.60) e di Marta Ferrari nei 1500 (4’46”03).
Lo show della seconda giornata è stato una cavalcata travolgente. Marta Milani ha dominato i 200 volando in 23”86, quasi mezzo secondo meglio dell’altra azzurra Bazzoni che le è arrivata alle spalle. Poi Isabella Cornelli l’ha imitata dominando gli 800 in 2’13”52, con la seconda a un secondo e mezzo, distacco che la dice tutta sulla prestazione della nostra mezzofondista. Il terzo successo è arrivato appunto dalla 4x400, con Maria Chiara Pozzoni in prima frazione, Cornelli in seconda, Sabrina Maggioni in terza e Milani in quarta, per un crono finale fantastico, 3’50”59, miglior tempo mai fatto registrare nella storia da un quartetto bergamasco. Ma che dire della seconda piazza centrata da Paola Gardi sui 400 hs (1’03”63), nella gara vinta come da pronostico dalla numero uno azzurra Gentili. Oppure il secondo della junior Chiara Rota nell’asta (3.70). E poi il quinto di Giulia Lolli nel disco (37.35), il settimo di Marta Ferrari nei 5000 (18’13”34) e di Nicoletta Sgherzi nel giavellotto (39.79). Questi sono i piazzamenti e i risultati tecnici migliori, ma quando c’è di mezzo un campionato di società è giusto riconoscere il merito a tutte le protagoniste. E in questa sede la loro parte l’hanno fatta anche le giovanissime, allieve e juniores, schierate per l’occasione. Applausi quini anche a Chiara Bellini, Silvia Sgherzi, Charlene Sery Secre, Arianna Nava, Francesca Pedone, Gladys Moretti, Anastasia Viganò, Silvia Cancelli e Roberta Algeri. Dopo un solo anno di purgatorio, quindi, l'Atletica Bergamo '59-Creberg risale nella massima serie anche al femminile e nel 2012 tornerà ad avere come l'anno scorso due squadre nel Gruppo Oro.

Classifica finale: 1. Atletica Bergamo ’59 punti 437,5; 2. Cus Pisa 436; 3. Gioadventures Catania 431; 4. Brugnera Friulintagli 407; 5. Tecno Adriatletica Marche 400; 6. Cus Palermo 393; 7. Cus Trieste 387; 8. Atl. Lecco Colombo Costruzioni 383; 9. Toscana Atl. Empoli Nissan 379,5; 10. Atl. Sestese Femminile 321; 11. Cus Genova 273.

Vertical Sprint: 39 piani scalati a tempo di record

3 minuti e 46 secondi di corsa per la vetta di Palazzo Lombardia.

Ha avuto luogo oggi la quinta edizione di 'Vertical Sprint'originale corsa in salita valida come sesta prova del 'Vertical World Circuit 2011', il Campionato del Mondo che coinvolge 12 città internazionali con i loro edifici più belli e prestigiosi.
A Milano la gara si è svolta a cronometro in modo avvincente: 154 atleti skyrunners - 'i corridori del cielo' - da 12 nazioni, si sono sfidati nell'impegnativa salita al nuovo grattacielo Palazzo Lombardia su un percorso di 39 piani e 866 gradini.
Anche ques'anno il vincitore è stato il formidabile atleta tedesco Thomas Dold,  già primo nel 2008 e nel 2010; tra le donne trionfo italiano con  la bravissima atleta della Valcamonica Valentina Belotti
Dold ha vinto con il tempo di 3 minuti, 46 secondi e 57, nuovo primato della gara. Un tempo eccezionale se si tiene conto che l'atleta 'scala' ogni piano, di 22 gradini, in meno di 6 secondi! (5 secondi e 79' per la precisione .).
Ottimo 2 ° classificato il polacco Piotr Lobodzinsky (3'57'12): al 3 ° posto il comasco Fabio Ruga (4'04'57) che ha preceduto Alberto Gramegna (4'10'14).
Valentina Belotti ha vinto con il tempo totale di 5 minuti, 3 secondi 27 precedendo la Campionesssa del Mondo in carica Melissa Moon (5'22'80),  Ivonne Martinucci (5'25'54) e  Alessandra Valgoi (5'26'70);   6 ° Cristina Bonacina (5'40'89). L'atleta bergamasca, che predilige percorsi e palazzi più alti, mantiene il comando della classifica generale del Campionato 2011.
'Una prova molto dura e molto bella' - ha detto il campione tedesco - 'Sono felice per il record di oggi in un palazzo bellissimo e con un'ottima organizzazione' 'Ho vinto 6 volte all'Empire State Building di New York, ma mai ho trovato uno spettacolo bello come alla gara di Milano'.
'Sono felice' - ha aggiunto la Belotti - 'da poco mi sono appassionata a questa specialità ma le vittorie di oggi e di Taipei mi hanno convinta che posso essere tra le migliori  in questo combattuto campionato che coinvolge importanti città nel mondo'.
'L'avvenimento è già una tradizione di prestigio' - ha commentato il Presidente Roberto Formigoni. - 'Questa corsa è un'occasione unica e spettacolare per celebrare la nuova sede Regione Lombardia. E' importante che  Milano sia inserita nel Campionato 2011 che nel corso dell'anno tocca  New York, Londra, Basilea, Berlino, Taipei,   Singapore e San Paolo del Brasile.   Il nostro grattacielo lombardo non è tra i più alti ma certamente è tra i più belli del mondo'. 'Gioisco e mi congratulo con Belotti e Ruga che sono eccezionali atleti lombardi'. - 'Desidero che questo palazzo, questa piazza e la torre siano sempre più visitati e accessibili ai cittadini lombardi'.
Nel Vertical World Circuit 2011 rimane al comando Thomas Dold (400 punti, 4 vittorie in 4 gare); seguono Fabio Ruga (328 punti) e Omar Bekkali (306). Nel ranking femminile al comando Cristina Bonacina (328) seguita da Valentina Belotti (200 punti, 2 vittorie in 2 gare); 3 ° posto Cindy Harris (178) e 4 ° per Melissa Moon (160) che dopo il risultato di oggi risale importanti posizioni.
Il più anziano in gara a Milano l'83enne Pino Lavelli di Bergamo - che ha terminato in 9 minuti e 8 secondi - si è preso il lusso di lasciare indietro 3 atleti molto più giovani di lui, giungendo 127 ° sui 130 atleti uomini classificati.
Il particolare  Trofeo Trenord,  assegnato dallo sponsor principale dell'evento, è stato consegnato agli atleti Andrea Temporelli e Anna Maria Fiori.
Alcune migliaia di persone hanno assistito dal vivo alle emozionanti fasi finali della gara nella spettacolare piazza coperta. Nell'occasione Vertical Day molti cittadini hanno visitato il 39 ° piano in ascensore, con l'emozione di essere nel punto di alto e spettacolare della città .
Ordine di arrivo Gara Maschile1 DOLD Thomas GER 3:46.57 
2 LOBODZINSKI Piotr POL 3:57.12
3 RUGA Fabio ITA 4:04.57  
4 GRAMEGNA Alberto ITA 4:10.14 
5 BEKKALI Omar BEL 4:10.48 
6 JAHN Matthias GER 4:10.98 
7 CARDONA Ignacio ESP 4:12.93 
8 RANCON Julien FRA 4:13.85 
9 TEIXIDà’ Xavier AND 4:21.14 
10 ROBLES TAPIA David ESP 4:22.41

Ordine di arrivo gara femminile

1 BELOTTI Valentina ITA 5:03.27 
2 MOON Melissa NZL 5:22.80 
3 MARTINUCCI Ivonne ITA 5:25.54
4 VALGOI Alessandra ITA 5:26.70 
5 DRELICHARZ Joanna ITA 5:35.64 
6 BONACINA Cristina ITA 5:40.89 
7 GALBANI Annamaria ITA 6:25.89 
8 ACQUISTAPACE Michela ITA 6:26.86 
9 DE MARIA Sara ITA 6:38.96 
10 BOLIS Nadia ITA 6:59.88 

Fonte: www.verticalsprint.it / www.verticalrunning.org

Trofeo Sentiero Valtellina nelle mani dei coniugi Martinelli-Confortola.

Oggi lungo il sentiero valtellina più di 300 atleti si sono disputati il TROFEO SENTIERO VALTELLINA gara di mezza maratona valevole anche come campionato provinciale Fidal.
Sia nella prova maschile che in quella femminile l'ASD Marathon Club Livigno ha piazzato i coniugi volanti,Martinelli Gianluigi e Confortola Giovanna al primo posto, hanno chiuso la loro prova di Km21,097 rispettivamente con il tempo di 1h 13' 43" per GIGIO e 1h 24' 57" per GIO.
La gara era anche valevole come ultima prova del Trittico Valtellina e vincitori assoluti sono  sempre stati loro...i coniugi volanti GIGIO e GIO'. Grandi!!!!!!

Classifiche   A breve online tutte le foto delle gare

lunedì 19 settembre 2011

Vertical Sprint 2011 I migliori atleti in gara domenica a Milano

Il favorito tedesco Thomas Dold (Campione del Mondo 2009 e 2010, 6 volte vincitore all'Empire State Building e 1 ° a Milano nel 2008 e nel 2010) si confronterà con il comasco  Fabio Ruga  (il migliore atleta italiano, 2 ° assoluto nel Circuito Mondiale 2010, 2 ° a Milano lo scorso anno e vincitore a Londra 2011), il belga Omar Bekkali (2 ° quest'anno a New York e Londra), lo spagnolo Ignacio Cardona (3 ° assoluto del Campionato Mondiale 2010), il tedesco Mattias Jahn (vincitore a Chicago, Londra e Dubai nel 2009 e 2 ° a New York 2010, battuto solo da Dold ).
A Milano saranno presenti 7 dei primi 10 atleti nella classifica generale del Campionato 2011 tra cui, regolarissimi, l'azzurro Dario Fracassi,  lo svizzero Daniel Ackermann e l'andorrano Xavier Teixido, piazzati tra i primi quest'anno in 4 prove Mondiali.
La sfida femminile dovrebbe essere una partita a 6 con in prima fila  le atlete lombarde  Cristina Bonacina,  (leader del Mondiale in corso con il 1 ° posto a Londra e il 2 ° a New York),  Valentina Belotti,  (campionessa di corsa in montagna, che al suo esordio quest'anno nelle prove Vertical Running ha sorprendentemente vinto la difficilissima prova di Taipei) e  Alessandra Valgoi (1 ° a Vienna 2010); tra le straniere la quotatissima neozelandese Melissa Moon, (vincitrice del titolo Mondiale VWC 2010 con le vittorie di New York, Taipei e Singapore) e le outsider Julia Evangelist (austriaca che vanta il 2 ° posto a Berlino 2011) e la spagnola Virgina Pasamar.
Tra gli iscritti anche l'atleta bergamasco  Rino Lavelli, classe 1928. A 83 anni affronta questa prova con entusiasmo e determinazione: 'Sono stato campione di mezzofondo partecipando ai Giochi Olimpici di Merlbourne 1956' 'Dopo maratone, corse campestri e titoli vari desidero affrontare anche questa particolare prova verticale; i gradini sono un fantastico allenamento per il proprio benessere '
A conferma dell'importanza dell'evento quest'anno a Milano saranno presenti atleti di 10 nazioni con molti rappresentanti delle squadre ufficiali vertical running. Sono iscritti alla prova oltre 150 atleti; record per l'evento milanese.
Ogni informazione può essere richiesta allo 02.72093731 oppure consultando il sito www.verticalsprint.it

NEANCHE IL MALTEMPO BLOCCA “LA FESTA DELL’ALPEGGIO”A Chiareggio

Nonostante il tempo inclemente che ha accompagnato la Valle per tutto il week end, l’undicesima “Festa dell’Alpeggio”, ha segnato un altro successo. Dimostrazione del sentito interesse che questo importante appuntamento segna non solo per la Valmalenco ma anche per i turisti e i territori circostanti accorsi per l’occasione. La giornata di sabato 17 settembre dedicata alla scoperta degli alpeggi, (l'alpe Fora nello specifico) che ha visto un incremento di partecipanti rispetto agli anni precedenti, non è stata che l’apertura di una manifestazione voluta non solo dalla comunità locale ma anche da tutti gli Enti che ormai da anni credono in questo appuntamento settembrino.
Sul palco, domenica 18, l’assessore della Provincia di Sondrio Costantino Tornadù, il Vice Presidente della Comunità Montana Dario Ruttico e l’assessore all’agricoltura Giancarlo Bongiolatti, il Presidente dell’Unione dei Comuni Lombardi della Valmalenco Miriam Longhini con gli assessori di Caspoggio e Lanzada  ed il presidente del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco Aldo Faggi sotto la regia del Bruno Sem (Unione Commercio) e Flavio Bottoni (Coldiretti) hanno saputo portare parole d’elogio per gli operatori di questo antico e importante mestiere, e per i giovani alpeggiatori, protagonisti del futuro di questa tradizione. Accanto all'elezione della vacca meglio decorata, a seguito della sfilata tradizionale, la premiazione del concorso fotografico "Storia degli Alpeggi: tra presente e passato", che ha contribuito a dare testimonianza della lunga tradizione viva come ieri, tutt'oggi.  
Nate al fine di valorizzare gli aspetti storico-culturali del rientro dagli alpeggi, queste due giornate hanno offerto, come ogni anno, una evidente ricaduta positiva in termini turistici e promozionali nonostante il tempo non abbia aiutato. Il riconoscimento collettivo per il lavoro svolto sull’alpe si è concretamente evidenziato nell’interesse dei presenti per i prodotti in vendita nei mercatini tipici; prodotti caseari, dolci, miele e marmellate hanno come sempre goduto dell'apprezzamento dei visitatori. Il patrimonio culturale che questa manifestazione offre viene tutelato, promosso e sopratutto conosciuto da chi vi partecipa, di modo che la tradizione perduri nel tempo  e non vada persa.
Alpeggi presenti:
Alpe Oro – Alpe Gembrè – Alpe Palù – Alpe Sentieri – Alpe Mastabbia – Alpe Zocche – Alpe Campagneda

La vacca meglio decorata – Alpe Campagneda – Sig.ra Piccini Giovannina
Miglior Scimut 2011 – Alpe Oro – Lenatti Alberto e Claudio
La più giovane alpeggiatrice – Alpe Mastabbia – Giulia Faldrini

5^ Edizione Trofeo del Magnan Le foto

       
                                                                    TUTTE LE FOTO QUI

domenica 18 settembre 2011

11° SENTIERO DELLE GRIGNE TROFEO SCACCABAROZZI

“Il diluvio rovina la festa alla finale di Coppa del Mondo ISF 2011”
Un vero e proprio diluvio ha causato non pochi grattacapi alla finale di coppa del mondo ISF 2011. Nella giornata che festeggiava il nuovo primato iscrizioni (461 adesioni con 235 sulla lunga e 226 sulla corta) con 51 stranieri provenienti da ben 13 nazioni, una pioggia battente con tanto di grandine in quota a gara in corso ha costretto gli organizzatori ad un’ulteriore modifica del percorso alternativo.
I disguidi che ne sono seguiti hanno mandato fuori tracciato alcuni dei protagonisti, rimescolando le carte in tavola nelle posizioni a ridosso del podio. Al termine di una prova resa a dir poco ostica dal nubifragio, a vincere è stato il britannico Tom Owens 2h23’54” sul campioncino di casa Stefano Butti 2h24’13” e sullo spagnolo Luis Alberto Hernando. Nella gara in rosa una Emanuela Brizio fresca di titolo italiano ha superato  la leader di coppa Oihana Cortazar giungendo in solitaria al traguardo di Pasturo con il tempo di 2h57’52”. Seconda piazza per la Cortazar – 2h59’13” e medaglia di bronzo per la sua connazionale Nuria Dominguez Azpeceta – 3h05’23”-.
A fini della classifica di Coppa Luis Alberto Hernando ha vinto il titolo 2011 davanti all’azzurro Mikhail Mamleev e all’altro iberico Jabi Olabarria. Nella graduatoria in rosa l’unica novità è stata determinata dall’assenza della transalpina Stephanie Jimenez che, non presenziando alla finale, ha di fatto anche perso il podio finale. Come da pronostico, si è quindi imposta Oihana Cortazar su Emanuela Brizio e Corinne Favre.    
Per quanto riguarda la cronaca di gara, nella prima frazione sino al rifugio Porta transitavano appaiati il lecchese Nicola Golinelli, il britannico Tom Owens e lo spagnolo Luis Hernando. Dopo l’inatteso giro di boa, determinato dal precipitare delle condizioni meteo e praticamente imposto dagli uomini del soccorso alpino, l’altro lecchese Stefano Butti  ha approfittato di alcune indecisioni dei fuggitivi per cucire il gap e provare a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro di questa prestigiosa gara. E mentre la competizioni perdeva alcuni protagonisti del calibro di Golinelli, Gotti, Piller Hofer e Oscar Mil Casar, tutti gli altri continuavano a sfidare le intemperie su un percorso che era passato dagli originali 35km (4200m di dislivello totale) a 31km (2600m dislivello totale).
A risultare decisiva in entrambi i casi è stata la discesa finale con Owens e la Brizio che osando maggiormente sono riusciti a staccare un prestigioso sigillo in una stagione per loro già ricca di soddisfazioni.
MEZZA MARATONA
Valtellinesi alla ribalta nella mezza Città di Pasturo grazie ai successi di Raffaella Rossi (Team Valtellina) e Daniele Zerboni (Sportiva Lanzada).  Loro i più veloci tra i 226 iscritti a questa mezza maratona sempre più dal sapore internazionale. Se al maschile Zerboni ha approfittato di un dritto al giro di boa del tedesco Helmut Schiessl per salutare il camoscio messicano Ricardo Mejia e centrare l’ennesimo oro stagionale, nella gara in rosa l’azzurra di specialità ha gestito le energie tenendo sempre a debita distanza le rispettive avversarie.
Classifica alla mano Zerboni si è imposto con il tempo di 2h06’58”, mettendo in fila Ricardo Mejia -2h08’29”- e il premanese Gianola Erik -2h10’01”-. Al femminile, invece, la Rossi ha trionfato in 2h40’19” con un discreto margine sulle locali Daniela Gilardi -2h49’53”- e Manuela Buzzoni  - 3h03’25”-.
DICHIARAZIONI POST RACE:
Tom Owens: “Non pensavo di vincere, ma stavo bene e il tracciato così pesante e muscolare si addiceva alle mie caratteristiche. Butti è stato un avversario tosto. Sulla discesa finale l’ho attaccato rischiando il tutto per tutto e mi è andata bene”.
Emanuela Brizio: “Anche io non partivo certo favorita. Quando ho visto ce Oihana era poco più avanti sono stata brava a crederci. Ci saremo superate moltissime volte, poi sulla discesa finale ho preso l’iniziativa trovando lo spunto vincente”.
 Luis Alberto Hernando: “E’ stata davvero dura. In alcuni momenti pioveva talmente forte che non si riusciva a vedere che a pochi metri di distanza. Ho corso per fare bene, ma in testa avevo la classifica di coppa. Il mio obiettivo era chiudere davanti e ce l’ho fatta”.
 Oihana Cortazar: “Un problema al ginocchio mi condizionava  soprattutto in discesa, tanto che potrei dire che oggi ero l’unica ad essere felice del taglio di gara. Anche io come Luis puntavo al successo di Coppa e sono felicissima di averlo centrato”.
Luigi Brambilla (Direttore Gara): “Per la quarta volta in undici edizioni abbiamo dovuti fare i conti con condizioni meteo avverse, ma oggi la sorte non era certo dalla nostra. Prova ne è che a gara in corso, in quota, si è addirittura messo a grandinare. Di fronte all’ipotesi di annullamento paventata dagli uomini de soccorso alpino, abbiamo optato per un volante giro di boa che non ha alterato le posizioni di vertice e ha permesso il regolare svolgimento della gara. Ci duole per quel gruppo di atleti che ha sbagliato strada, ma in simili circostanze non potevamo agire diversamente”.  
    
Maurizio Torri
(Ufficio Stampa)

11° “CAMPIONATO DEL MONDO MASTER CORSA IN MONTAGNA”

                          Spettacolo mondiale tra i boschi di Paluzza (UD)
Alle 9.45, puntualissimo, è cominciato ieri  a Paluzza (UD), il Campionato Mondiale master di Corsa in montagna“. Al via, la categoria MM35 – gli atleti più giovani, in tutto 99 – che hanno affrontato il doppio anello del percorso di gara, uno lungo 5,5 km e con un dislivello di 310 metri, l’altro di 3,2 km, per un dislivello totale di 183 metri: un tracciato  per i boschi del paese, tra saliscendi, sterrato, asfalto e terriccio di sottobosco.
Le partenze sono continuate, a scaglioni, fino a questa sera, intorno alle 17.30. Poi, alle 19,  la cerimonia di chiusura.
Tra le curiosità di questa undicesima edizione dei mondiali master, il record di partecipanti: 1015 (792 maschi e 223 femmine), da ben 26 nazioni (19 stati europei e 7 extraeuropei).
La categoria più “affollata” è quella degli uomini tra i 45 e i 50 anni, con 150 iscritti.
Tra i concorrenti più conosciuti, ci sono Marco Moretton, specialista del fuoripista; Corrado Bado di Imperia (marito di Ornella Ferrara, bronzo ai mondiali di Goteborg del 1995) e Lucio Fragona, trevigiano, più volte campione italiano di questa disciplina.

Degli extraeuropei, il gruppo più lontano proviene dall’Australia (4 atleti); ci sono anche due rappresentanti dal Venezuela, uno dalla Colombia e uno dal Brasile. Massiccia la partecipazione dall’Est Europa, con in testa Slovacchia e Repubblica Ceca. Gli italiani che vengono da “più lontano” sono quelli di Santa Maria di Leuca (Lecce). I “decani” della gara sono Vlada Stevanovic (Serbia -Montenegro) e Pasqualino Benvenuto (Italia), classe 1934. Ultima a partire sarà una donna, categoria MF75, Maria Marcibalova, anche lei classe 1934.
Nella categoria MM 35, la terna è stata tutta azzurra: Massimo Galliano ha chiuso in 47 minuti e 52 secondi. A seguire, Diego Filippi (49'11”) e Emanuele Marchi (49'51”).
Negli MF35, primo posto per Ivana Sekyrova (
Repubblica Ceca) 57'38”; Maria Laura Fornelli (Italia) 59'39”; Jutta Brod (Germania) 59.45.
Per la categoria MM40, l'Italia conquista tutto il podio. Con Antonio Molinari (49'12”); Lorenzo Della Pietra (49'49”) e Corrado Bado (49'57”).

MF40, Oro per Maria Pia Chemello (59'59”), argento per Cristina Bonassi (60' 20”), bronzo per l'ucraina Oksana Petrova (61'10”).
MM45, primo posto Craig Roberts (Uk) 49'23”; secondo posto per l'italiano Lucio Fregona (49'54”); Rostislav Petras (50'07”).
MF45; vince il Regno Unito con Tracey Jayne Greenway in 1 ora, 1 minuto e 30 secondi. A seguire la tedesca Barbara Stich, che taglia il traguardo 47 secondi dopo. Terzo posto per Helen
White, che arriva 4 minuti e 13 secondi dopo.

MM50; vince l'italiano Claudio Amati (51'08"); secondo posto per Ales Stransky (Repubblica Ceca) 52'27"; terzo posto per Matt Ebiner (52'59").
MF50; primo posto della tedesca Mari Heilig-Duventaster 61'44". Segue la Repubblica Ceca, con Marie Hynstova (69'28") e l'italiana Iris Bonanni (71'09").

MM55. Vittoria russa, firmata da Leonid Tikhonov (41'01”); secondo posto per l'atleta dell'Aldo Moro di Paluzza, Gianpaolo Englaro (41'11”); terzo per un altro italiano Alfonso Vallicella.

MF55. Oro per Blaka Paulu della repubblica Ceca (49'30”). Secondo posto per la norvegese Anne Magrethe Trave (50'13”). Bronzo per l'italiana Danila Moras (51'08”).

MM60. Vince l'italiano Aurelio Moscato (43'55”). Argento per Reinhart Vogler; Germania (45'27”). Bronzo per Ivo Andrich, Italia.

MF60. Marianne Spronk (Germania) chiude a 56'35”. Argento per Anna Staronova (Slovakia), 56'39; Bronzo per Luise Winkler (Germania), 58'20”.

                                                                             CLASSIFICHE

A LANZADA PIU’FORTI DELLA GRANDINE PER IL 5° TROFEO DEL MAGNAN

Un cielo appena velato ha accolto a Lanzada, sabato 17 settembre u.s., più di 300 atleti per il 5° Trofeo del Magnan (alla memoria di Pasquale Nana), campionato provinciale di corsa su strada a staffetta ottimamente organizzato dalla locale Sportiva Lanzada.
Man mano che le varie categorie hanno iniziato a sfidarsi, il cielo si è coperto fino al vero e proprio diluvio, con alcuni minuti di grandine, che si è scatenato proprio quando hanno corso le ultime categorie. Ma i podisti della provincia di Sondrio non si sono certo lasciati impressionare, abituati a correre con qualsiasi condizione climatica. Le gare, come sempre, sono state combattute grazie soprattutto alla particolare e avvincente formula della staffetta. A livello di titoli provinciali poker di vittorie per il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino, due titoli per l’A.S. Lanzada e un titolo a testa per C.O. Piateda, G.P. Valchiavenna, G.S. Valgerola Ciapparelli, U.S. Bormiese, G.P. Talamona Comosystemi Malugani, ADM Melavì Ponte. Nella classifica di società, vittoria nel settore giovanile per i padroni di casa dell’A.S. Lanzada che con 342 punti hanno nettamente preceduto G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino (276 punti) e G.P. Valchiavenna (213 punti). Nella settore assoluto diavoli rossi sul gradino più alto podio con 284 punti davanti a G.S. Valgerola Ciapparelli (149 punti) e Polisportiva Albosaggi (103 punti).
“Un ringraziamento a tutte le società e agli atleti che hanno partecipato – ha dichiarato al termine delle gare il presidente dell’A.S. Lanzada Maurizio Masa – agli enti, agli sponsor e a tutti i volontari che ci hanno aiutato ad organizzare la gara. Ormai è diventata una classica e la partecipazione è sempre numerosa e di alto livello. Prossimamente saremo impegnati con la prova del campionato provinciale di corsa campestre in programma il 6 novembre sempre qui a Lanzada”.
Dopo le prove promozionali degli esordienti B/C, al via le esordienti A dove Alice Testini e Alessia Scieghi del C.O. Piateda Valtellina Gas hanno preceduto le coppie, laureandosi campionesse provinciali, Federica Rossi-Giulia Paganoni (Polisportiva Albosaggia) e Sara Zugnoni-Silvia Spini (G.S. Valgerola Ciapparelli. Nei pari età maschili titolo e vittoria per i padroni di casa Alfredo Nana e Marco Della Rodolfa, seguiti da U.S. Bormiese (Lorenzo Martinelli-Luca Compagnoni) e G.P. Valchiavenna (Michele Lucchinetti-Gianluca Nesossi). Nelle ragazze doppietta per il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autototorino grazie a Stefania Bulanti-Beatrice Seidita e Anna Abate-Francesca Duca, gradino più basso del podio per Eleonora Fascendini e Sara Tartarini (G.P. Valchiavenna). Arrivo al fotofinish nella categoria ragazzi dove il la coppia chiavennasca Pietro Martelletti e Matteo Masolini ha preceduto di un soffio i diavoli rossi Leonardo Baldazzi e Daniele Frate, gradino più basso del podio ancora bianco-rosso con Simone Tarchini e Stefano Martinelli. Nelle cadette vittoria per il G.S. Valgerola Ciapparelli (Chiara Curtoni e Alessia Zecca) davanti a G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino (Ilaria Abate e Valentina Duca) e G.P. Valchiavenna (Alessia Gini e Alessia Sonini). Nei cadetti dominio degli idoli di casa Nicolas Corlatti e Andrea Della Rodolfa che hanno preceduto il G.P. Valchiavenna (Giacomo Geronimi-Gabriele Masolini) e gli altri malenchi Christian Dell’Agosto e Gabriele Schena. Negli allievi bravi i bormini Matteo Bradanini e Riccardo Martinelli che hanno recuperato sul duo morbegnesi Stefano Abate-Fabio Bulanti, sul gradino più basso del podio Davide Bardea e Raffaele Nana (Sportiva Lanzada). Infine, le categorie assolute e master femminili su un tracciato di 1,2 km, vittoria scontata per le azzurre del G.S. Valgerola Ciapparelli Sara Lhansour e Alice Gaggi, quest’ultima reduce dall’ottima prestazione ai mondiali di corsa in montagna dove ha vinto la medaglia d’oro a squadre, titolo di campionesse provinciali nella categoria senior per Maura Trotti e Sara Asparini (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) che hanno preceduto le compagne di squadra e prima coppia master Michela Trotti-Cinzia Zugnoni. Nella gara assoluta e master maschile vittoria e titolo di campioni provinciali per i senior dell’ADM Melavì Ponte Luca Sanna e Graziano Zugnoni e Luca Sanna, davanti al duo dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni Mattia Sottocornola e Andrea Denti, gradino più basso del podio e titolo di campioni provinciali nella categoria promesse per i diavoli rossi Matteo Franzi e Marco Leoni. Nei master vittoria e titolo per il G.P. Talamona Comosystemi Malugani con il presidente Enea Riva e Dario Fracassi. Miglior tempo a livello maschile per Francesco Peyronel (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) con 5’45”. A chiudere la bella manifestazione le ricche premiazioni presso la palestra della scuola primaria alla presenza del Sindaco e Vicesindaco, del presidente e del vicepresidente del Comitato provinciale Fidal e del presidente e vicepresidente della Sportiva Lanzada.                                             CLASSIFICHE

Cristina Speziale
Addetto stampa C.P. Fidal Sondrio

sabato 17 settembre 2011

5^ Edizione Trofeo del Magnan

La coppia del'ADM Ponte in Valtellina, GRAZIANO ZUGNONI e LUCA SANNA, vincono sotto il diluvio la 5^ Edizione del Trofeo del Magnan.
 
A breve online tutte le foto.

venerdì 16 settembre 2011

RIUNIONI INFRASETTIMANALI DI ATLETICA

 PAVIA CANCELLI VINCE IL DISCO (31,87); BELLINZONA FOFANA RECORD SOCIALE SUI 110HS (14”22); BRESCIA PARZANI VINCE NEL LUNGO (5,55)

PAVIA martedì 13 sett. - 16° TROFEO CITTA' DI PAVIA
 Nel meeting di Pavia vittoria nel lancio del disco dell’allieva SILVIA CANCELLI che ha ottenuto come miglior misura 31.87.
Nei 200 piani assoluti 2° gradino del podio, con l’ottimo crono di 21”92, per il nostro attuale miglior velocista NICOLA TRIMBOLI, sempre nei 200 da segnalare il 22”54 di JACOPO ACERBIS.
Nella stessa gara, al femminile, MARIA CHIARA POZZONI ha fermato il crono a 26”78 conquistando la 4^ posizione mentre GIULIA PANZ ha corso in 27”65.
Infine da segnalare il buon 39.70, nel disco assoluto, dell’avvocato MASSIMO MERLI.
Gli altri: 200 piani MAURO BREDA (23”13); GIULIO BIROLINI (23”44); MATTIA POLINI (23”60); DANIELE CERONI (24”25

BELLINZONA giovedì 15 sett. - MEETING INTERNAZIONALE DI BELLINZONA
 Ennesima impresa, dell’allievo di Alberto Barbera, HASSANE FOFANA che ieri sera nel corso del Meeting Internazionale di Bellinzona ha migliorato il record sociale dei 110hs (h 1,06) correndo in un fantastico 14.22 ottenendo il 4° posto. Netto il miglioramento di Hassane, infatti, aveva 14”36 ottenuto a luglio nel meeting di Pergine.
Nei 400 piani vittoria del poliziotto cresciuto nella nostra società ISABELT JUAREZ con il crono di 47”11 seguito, sul gradino più basso del podio, da MAMADOU GUEYE con il tempo di 47”59.
Presente, nell’alto donne, anche un’altra nostra militare del gruppo sportivo Esercito, RAFFAELLA LAMERA, che non è riuscita a superare l’asticella posta ad 1.80 ed è stata classificata con l’unico salto effettuato ad 1.75.

 BRESCIA giovedì 15 sett. – 10° MEETING DI FINE ESTATE
Meeting regionale al campo “Calvesi” di Brescia con la partecipazione di diversi atleti giallorossi.
Bella vittoria, nel salto in lungo donne, per JENNIFER PARZANI che al secondo tentativo atterra a 5.55, Jenni ha confermato il suo ottimo stato di forma anche con altri due salti molto lunghi nulli di pochissimo.
Dal giavellotto uomini assoluto è arrivata la seconda vittoria della serata per merito di STEFANO CORIA che ha lanciato l’attrezzo da 800 gr a 51.30.
Sempre nel giavellotto, al femminile, la sorella di Stefano ELISA ha conquistato la 2^ piazza con un lancio di 30.52.
Sul 2° gradino del podio è anche salito, nei 400 piani, JACOPO ACERBIS, che ottiene il crono di 50”18.
Nel salto in lungo uomini da segnalare l’ottima prestazione dell’allievo ANDREA ROSSI (6° posto) con la misura di 6.23, ed il 5.84 di MARCO DUCA.
Nel lancio del peso assoluto uomini buon 12.94 di GIOVANNI BESANA (6° posto), nella stessa gara anche lo specialista del martello ANDREA PASETTI che ha scagliato l’attrezzo da 7,260 all’ottima misura di 11.43 ed lo junior MARIO CICCARELLA che si è fermato a 10.78.
Nei 100 piani donne da rilevare la partecipazione della giovane velocista VERONICA CACCIA, alla sua prima gara dopo uno stop di quasi un anno per un infortunio ad una caviglia. Veronica dopo solo due settimane di allenamenti ha corso in 13”91, tempo lontano dalle sue potenzialità ma averla rivista in pista e soprattutto il fatto che non abbia accusato alcun problema  al piede fa sicuramente ben sperare per il completo recupero della promettente allieva.